Tipologia di contenuto
Scheda informativa

La Consigliera di parità: chi è e cosa fa

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

La Consigliera di parità è una figura istituzionale che opera per le pari opportunità tra uomo e donna in ambito occupazionale. .

La Consigliera di Parità è nominata con decreto del Ministro del Lavoro di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità. Dura in carica 4 anni e il suo mandato è rinnovabile per due volte.

Le Consigliere del Piemonte, nominate con decreto ministeriale del 13 aprile 2016, sono Giulia Maria Cavaletto (effettiva) e Chiara Maria Germano (supplente).

Che cosa fa

  • rileva situazioni di squilibrio di genere in ambito occupazionale (evidenziate anche dai rapporti biennali sulle imprese con oltre 100 dipendenti ex art. 46);

  • promuove progetti di azioni positive, volte a compensare gli svantaggi legati al genere

  • promuove la coerenza della programmazione delle politiche di sviluppo territoriale (Programma Operativo Regionale) rispetto agli indirizzi comunitari, nazionali e regionali in materia di pari opportunità

  • sostiene le politiche attive del lavoro, comprese quelle formative, sotto il profilo della promozione e della realizzazione di pari opportunità

  • promuove azioni volte a favorire la conciliazione della vita lavorativa con la vita extraprofessionale

  • collabora con le direzioni regionali e provinciali del lavoro, per rilevare e contrastare violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e anti discriminazione

  • diffonde la conoscenza e lo scambio di buone prassi e attività di informazione e formazione culturale sulle pari opportunità e le varie forme di discriminazione

  • collabora con gli assessorati al lavoro degli enti locali e con organismi di parità degli enti locali

  • promuove studi e analisi sulla presenza femminile nel mercato del lavoro

Le consigliere regionali sono anche componenti a tutti gli effetti della Commissione regionale per l'Impiego; partecipano ai tavoli di partenariato locale e ai Comitati di sorveglianza (regolamento CE n. 1260/99, del Consiglio del 21 giugno 1999); sono componenti della Commissione Regionale per le Pari Opportunità.

La consigliera di parità ha realizzato due opuscoli per informare i genitori sui provvedimenti normativi per conciliare tempi di vita e di lavoro.

Mamme e papà al lavoro

Maternità e Paternità, una panoramica sui diritti: se sei genitore e vuoi trovare informazioni sui provvedimenti normativi per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che potrebbero esserti utili per organizzare al meglio il tuo tempo, puoi consultare gli opuscoli sulla maternità e sulla paternità realizzati dalla Consigliera di Parità regionale, in collaborazione con i Settori delle Politiche per le famiglie, giovani e migranti, pari opportunità e diritti e Relazioni esterne e comunicazione della Regione Piemonte e l'Area Prestazioni a sostegno del reddito, credito e welfare della Direzione regionale Inps Piemonte.

 

Allegati

Maternità
File pdf - 652.66 KB
Paternità
File pdf - 666.27 KB

Contatti

Riferimento
Ufficio della Consigliera di parità regionale
Indirizzo
Torino, Via Magenta, 12
Telefono
0114325971
Email
segreteriaCP@regione.piemonte.it
Note
Orario di ricevimento: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00.