Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Commissione regionale per le pari opportunità (Crpo)

Rivolto a
Cittadini

Organismo previsto dallo Statuto della Regione Piemonte per garantire l'attuazione dei principi di uguaglianza e di parità

Rimuovere gli ostacoli che costituiscono discriminazione diretta e indiretta nei confronti delle donne e realizzare i principi di uguaglianza e di parita' sanciti dalla Costituzione: sono gli obiettivi principali della Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna, un organismo indipendente, previsto dallo Statuto della Regione Piemonte, che opera su varie linee di intervento: salute, lavoro, rapporti con la rete degli organismi di parità, violenza di genere, ricerca e analisi per proposte legislative, donne migranti.

La Commissione Regionale Pari Opportunità del Piemonte sarà presente al Salone del Libro a Torino Lingotto Fiere sabato 11 maggio 2024 dalle 10.30 alle 12.00 nella Sala Argento per la presentazione dei volumi "Medicina di Genere: attualità e prospettive" e "Salvatore Morelli, il deputato delle donne".

 

Come si compone

L'attuale Commissione comprende 18 componenti.

  • Maria Rosa Porta (presidente)
  • Caterina Angela Agus (vice presidente)
  • Paola Berzano (vice presidente)
  • Patrizia Maria Alessi
  • Luigina Bassignana
  • Monica Carità
  • Monica Cat Genova
  • Chiara Cerrato
  • Maria Teresa Cianciotta
  • Noemi Favale
  • Monica Iviglia
  • Luisa La Vecchia
  • Sabrina Mannarino
  • Tiziana Mossa
  • Laura Onofri
  • Maria Peano
  • Beatrice Rinaudo 
  • Carlotta Sartorio
Funzioni e Regolamento

La Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità fra uomo e donna è stata istituita dalle Legge regionale n. 46/1986.

All'art. 2 sono descritte le funzioni:

a) svolge e promuove indagini conoscitive sistematiche sulla situazione attuale della donna e ricerche sui problemi relativi alla condizione femminile nella Regione;

b) formula pareri e suggerimenti sulle iniziative legislative e normative in genere inerenti la condizione
delle donne;

c) studia ed elabora le opportune ed eventuali modifiche alla disciplina legislativa regionale al fine di
conformarla all'obiettivo della uguaglianza sostanziale fra i sessi, in particolare in materia di formazione, nonché di lavoro, sanità, assistenza, servizi sociali;

d) valuta lo stato di attuazione, nella Regione, delle leggi statali e regionali nei riguardi della condizione femminile e formula eventuali proposte;

e) riferisce sull'applicazione, da parte di soggetti pubblici e privati che vi sono tenuti, delle leggi relative alla parità fra uomo e donna, con particolare riferimento alla parità in materia di lavoro, nonché sulle condizioni di impiego delle donne;

f) promuove progetti ed interventi intesi ad espandere l'accesso delle donne al lavoro e a incrementare le opportunità di formazione e progressione professionale delle donne stesse, in ottemperanza alla normativa nazionale in materia di parità;

g) promuove occasioni di confronto culturale sulla condizione femminile e sull'immagine della donna,
contribuendo alla elaborazione di comportamenti conformi agli obbiettivi della parità e delle pari
opportunità, individuando le manifestazioni, anche indirette, di discriminazione;

h) promuove iniziative che consentano alla donna di rendere compatibile l'esperienza di vita familiare con l'impegno pubblico, sociale, professionale;

i) favorisce l'informazione e la conoscenza relativa alle iniziative riguardanti la condizione femminile
promossa dalla Regione, dagli Enti locali, da soggetti pubblici e privati, dal Parlamento nazionale e dal Parlamento europeo;

l) promuove iniziative affinché vengano superati i casi di discriminazione illegittima o violazioni di leggi di parità o comunque attinenti alla condizione della donna;

m) promuove iniziative per favorire lo sviluppo dell'imprenditorialità femminile, individuale e collettiva; 

 

Per saperne di più consulta la Legge regionale istitutiva 

Regolamento della Commissione 

 

Attività della Commissione

La Commissione ha adottato il Piano di attività 2022 

Relazione attività - 2021

Progetti

W.I.P. - Welfare aziendale In Piemonte 

Il progetto, avviato a fine 2021, ha l'obiettivo generale di incrementare l'accesso delle donne al lavoro e le loro opportunità di formazione e progressione professionale, in ottemperanza alla normativa nazionale in materia di parità, promuovendo la conciliazione tempi di vita – tempi di lavoro, l’imprenditorialità e le start up innovative. 

Sono stati realizzati strumenti informativi (video, vademecum, cataloghi) ed eventi (incontri, workshop formativi, convegni) per valorizzare, far conoscere e divulgare il più possibile le buone prassi di welfare aziendale.

Il progetto si è concluso il 30 novembre 2022, con la consegna del marchio W.I.P. a trentasei piccole e medie imprese come riconoscimento per aver avviato misure di welfare aziendale in un’ottica innovativa, collegata agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’Onu.

Le “buone prassi” delle aziende “virtuose” sono raccolte nel Catalogo W.I.P., una sorta di vademecum da utilizzare come spunto di riflessione per tutti quegli imprenditori che promuovono le pari opportunità di lavoro e la parità retributiva tra i sessi.

Scarica il Catalogo/vademecum W.I.P.

    Eventi e iniziative
    • Mostra fotografica - Asti, dal 20 novembre al 18 dicembre 2023 "Faccio quello che voglio! Donne oltre le convenzioni": curata da Simona Fiore e Francesca Gentile, è promossa da Commissione Regionale per le Pari Opportunità e UniAstiss, in collaborazione con l’ITIS Alessandro Artom e CREIS Aps ETS. Da una riflessione su come, per tante donne, la scelta di un percorso professionale o sportivo considerato maschile nell’immaginario collettivo comporti una sfida sotto tanti punti di vista, è nata l’idea di una mostra fotografica. Scelte spesso osteggiate, in famiglia o nei luoghi stessi di lavoro, altre volte invece - quasi a sorpresa - incoraggiate e sostenute in quegli ambienti che a un primo sguardo potrebbero non sembrare affatto inclusivi. L’indipendenza è al centro della vita delle protagoniste: la crescita, il riscatto, l’autodeterminazione passano soprattutto attraverso i percorsi professionali. Donne libere che, con caparbietà e sacrificio, hanno conseguito la propria realizzazione: le loro storie possono essere d’ispirazione per le generazioni più giovani. Un messaggio positivo, d’incoraggiamento, in opposizione allo stereotipo e alle discriminazioni che sono tra i molteplici aspetti che caratterizzano la violenza di genere. L'iniziativa dà voce a tutte quelle donne che hanno scelto carriere professionali e sportive non convenzionali, dimostrando che la capacità non dipende dalla forza fisica o da diverse qualità intellettive, ma dall’abilità e dal sapersi destreggiare. Attraversando gli ambiti più disparati, si sono scoperte figure femminili caparbie e impegnate, che ogni giorno danno il loro contributo al cambiamento. Da questi incontri sono nate le fotografie esposte per restituire le loro condizioni lavorative, le difficoltà così come i momenti di gioia e realizzazione.

    • Convegno "La vita dopo la gravidanza: prenditi cura di te e della tua salute" (Asti, 13 novembre 2023) Nell'incontro sono state affrontate le varie tematiche con un punto di vista privilegiato per le neo o future mamme, da condividere e vivere insieme ai papà: cosa cambia dopo la gravidanza, dalla cardiopatia alla prevenzione del diabete, da un corretto stile di vita al benessere mentale.

    • Convegno su Endometriosi e vulvodinia 5 maggio 2023 Moltissime donne nel mondo soffrono di queste patologie subdole gravemente invalidanti. L’incontro vuole essere un aiuto a capire come la donna affetta da queste patologie possa, se non rinascere, quanto meno trovare un nuovo equilibrio di vita. Locandina

    • A scuola di accessibilità Conferenza nell'ambito del Salone Internazionale del Libro (18 maggio 2023) sulle barriere digitali per le persone con disabilità visiva. Una riflessione su porte chiuse e giardini segreti, un invito a indossare i panni degli altri.

    • Convegno sui disturbi alimentari - 24 marzo 2023 Si stima che in Italia siano 3 milioni i giovani che soffrono di disturbi del comportamento alimentare (fonte web: Ordine dei Farmacisti della Provincia di Roma), un fenomeno spesso sottovalutato sia da chi ne soffre che dai familiari. Il 95,9% di questa moltitudine sono donne, il 4,1% uomini; la malattia, oltre alle devastanti conseguenze sul piano organico, implica deleteri effetti collaterali sul piano sociale, portando a un significativo deterioramento della qualità di vita. Locandina

    • Mettici il cuore: una cardiologia al femminile è il titolo del terzo convegno promosso dalla Commissione Regionale per la realizzazione delle Pari Opportunità della Regione Piemonte, nell’ambito del percorso di formazione e informazione relativo alla medicina di genere. L’evento si è svolto il 24 febbraio 2023 presso il Circolo dei lettori di Torino

    • Convegno Le sfide della leadership al femminile
    • Asti in rosa
    • Butterfly area con Università degli studi di Torino
    • Pellegrina sul cammino di San Michele
    • Incontro su Legge Golfo/Mosca nel Comune di Asti 
    • Mille e una nota per Maria Teresa
    • Convegno sulla Medicina di genere
    • Sabato 11 giugno 2022 a Novi Ligure la presidente Maria Rosa Porta è intervenuta alla presentazione dell'ultimo libro di Enrica Bosio “Appunti di vita”, un racconto sulla disabilità visiva e su come sia possibile affrontarla chiedendo e dando aiuto.
    • 12 settembre 2022 Webinar CDA "Il percorso verso la parità di genere: perché seguirlo fa bene alle aziende"
    Comunicati stampa

     

    12 luglio 2023 - Firma del nuovo Statuto della Conferenza delle commissioni regionali e delle province autonome

    30 novembre 2022 - Un marchio W.IP. Per le PMI piemontesi virtuose in welfare e sostenibilità

    19 luglio 2022 - Tavolo parità di genere nei Cda

    27 gennaio 2022- Crpo e Sanità

    12 maggio 2021 - Insediamento Crpo

     

    Pareri e comunicazioni

    Parere su proposta di legge 294 per modifica legge regionale 4/2016

    Lettera nomina Corecom

    Lettera ai Presidenti dei Consigli comunali

    Osservazioni sui fenomeni di hate speech

    Parere su legge elettorale

    Parere sulla prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare

    Parere sul programma di sviluppo rurale

    Resoconti consiliari

    Sedute della Commissione

    Convocazioni e verbali

    2024

    Seduta del 10 gennaio 2024: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 17 gennaio 2024: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 24 gennaio 2024: Ordine del giorno - Verbale

    2023

    Seduta del 13 febbraio 2023: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 3 aprile 2023: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 21 giugno 2023: Ordine del giorno - Verbale 

    Seduta del 2 ottobre 2023: Ordine del giorno - Integrazione - Verbale

    Seduta del 19 ottobre 2023: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 7 novembre 2023: Ordine del giorno - Verbale

     

    2022

    Seduta del 10 gennaio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 17 gennaio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 20 gennaio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 7 febbraio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 24 febbraio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 16 marzo 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 12 maggio 2022: Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 13 luglio 2022 - Ordine del giornoVerbale

    Seduta dell'8 agosto 2022 - Ordine del giornoIntegrazione ordine del giornoVerbale

    Seduta del 5 settembre 2022 - Ordine del giorno - Verbale

    Seduta del 24 ottobre 2022 - Ordine del giornoVerbale

    Seduta del 5 dicembre 2022 - Ordine del giorno - Verbale

    Coordinamento nazionale delle presidenti di Crpo

    Incontro del 26 luglio 2021

     

    Allegati

    Welfare aziendale in Piemonte - Vademecum
    File pdf - 44 MB

    Contatti

    Riferimento
    Per contatti
    Telefono
    0114325971
    Email
    crpo@regione.piemonte.it