Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Assegnazione onerosa/gratuita di piantine

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Le piante forestali prodotte dai vivai regionali possono essere acquistate o assegnate gratuitamente a seguito di calamità naturali.

La Regione provvede alla gestione dei propri vivai forestali, la cui attività è finalizzata alla produzione di piante forestali autoctone, controllate e certificate. Le piante possono essere assegnate gratuitamente ai privati per interventi di ricostituzione del bosco danneggiato da incendio o altra calamità per i quali non sono previsti specifici finanziamenti e agli enti pubblici nell'ambito delle proprie attività istituzionali. L'assegnazione a pagamento è concessa ai soggetti pubblici e privati a prescindere dalla localizzazione del terreno di messa a dimora.

Assegnazione onerosa di piante forestali e tartufigene

Chi può fare domanda?

L’assegnazione a pagamento di piante forestali e tartufigene è concessa ai soggetti pubblici e privati che ne facciano richiesta, a prescindere dalla localizzazione del terreno di messa a dimora.

Modalità di richiesta

Per l’acquisto di piante forestali la domanda (istanza per l'assegnazione onerosa di piante forestali), con i relativi allegati sottoscritti per accettazione (condizioni di vendita) va trasmessa via email, via posta ordinaria, via fax o consegnata a mano, utilizzando gli appositi moduli, al Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli o ai vivai regionali; presso i vivai è possibile reperire e compilare la modulistica direttamente all'atto dell'acquisto, oppure è possibile compilare l’istanza allegata

Per l’acquisto di piante tartufigene la domanda (istanza per l'assegnazione onerosa di piantine micorizzate e talee radicate), con i relativi allegati sottoscritti per accettazione (condizioni di vendita), va presentata via email, via posta ordinaria, via fax o consegnata a mano presso il Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli, o direttamente all'atto dell'acquisto al Vivaio forestale "Gambarello" di Chiusa Pesio (CN).

Le piante vengono assegnate in base in base ai prezzi e alle modalità approvate dalla Giunta Regionale.

Distribuzione piante

Le piante richieste vengono assegnate tutto l’anno, compatibilmente con la disponibilità d’inventario e le esigenze organizzative interne.

Prima del ritiro il richiedente dovrà provvedere al pagamento delle piante concesse tramite bonifico bancario o POS con carta di credito o bancomat (modalità attiva solo presso i vivai). Il costo è comunicato al richiedente nella conferma d'ordine o direttamente al momento della vendita in vivaio; i prezzi sono riportati nel “Listino prezzi per l’assegnazione onerosa delle piante prodotte dai vivai forestali regionali” approvato dalla Giunta Regionale.

Assegnazione gratuita di piante forestali

Chi può fare domanda?

Le piante forestali vengono assegnate gratuitamente ai soggetti di seguito indicati esclusivamente per la realizzazione di specifici interventi in territorio piemontese:

  • Enti Pubblici e Onlus per realizzare progetti di educazione e didattica ambientale, sperimentazione e divulgazione sulle tematiche della biodiversità vegetale e forestale, della vivaistica forestale, della selvicoltura e dell'arboricoltura da legno, nel caso in cui non siano previsti specifici finanziamenti per la loro attuazione. L’assegnazione gratuita riguarderà al massimo 50 piantine di dimensioni inferiori ai 70 cm di altezza (oltre a tali limiti si applicheranno le normali tariffe di listino);
  • Enti Pubblici per finalità di recupero ambientale, imboschimento, rinaturalizzazione e sistemazione del territorio, nel caso in cui non siano previsti specifici finanziamenti per la realizzazione di questi progetti (le piante assegnate saranno di dimensioni inferiori ai 70 cm di altezza);
  • Comuni piemontesi per gli adempimenti previsti dalla L. 113/92 (relativa al collocamento a dimora di un albero per ogni nato);
  • Comuni e Istituti Scolastici aderenti alla “Giornata Nazionale dell’Albero”;
  • Soggetti pubblici o privati per interventi di ricostituzione di boschi danneggiati da incendi e altre calamità naturali, che non beneficino di specifico finanziamento; le piante verranno assegnate in base alla verifica di specifico progetto di recupero redatto da tecnico competente, da allegare alla richiesta (le piante assegnate saranno di dimensioni inferiori ai 70 cm di altezza).

Modalità di richiesta

Per gli enti pubblici la domanda può essere redatta su carta intestata o compilando l'apposito modulo. L'istanza, trasmessa via email, via fax, via posta ordinaria o consegnata a mano va inviata al Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli.

Per i privati la domanda va redatta compilando l'apposito modulo, corredata di marca da bollo, progetto di recupero e attestazione ufficiale dell'evento calamitoso, e inviata per posta o consegnata a mano al Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli o ai vivai regionali.

Per agevolare la scelta delle piante è possibile consultare l’elenco delle specie forestali prodotte e disponibili. È inoltre scaricabile l’allegato al modello di domanda in cui sono elencate le specie prodotte, le relative attitudini e standard dimensionali.

Distribuzione piante

Con lettera di assegnazioni vengono comunicate ai richiedenti le specie, le relative quantità attribuite e le modalità per la consegna.

La distribuzione delle piante viene effettuata due volte l'anno:

  • fine ottobre - novembre per le domande pervenute entro e non oltre il 15 settembre;
  • fine marzo - aprile per le domande pervenute entro e non oltre il 15 febbraio.

Emergenza Tarlo asiatico (Anoplophora glabripennis): assegnazione gratuita per la sostituzione di piante

Per gli anni 2019 e 2020 è prevista l’assegnazione gratuita di piante prodotte dai vivai forestali della Regione Piemonte per quei soggetti pubblici o privati, che non beneficiano di specifico finanziamento pubblico, che vogliano effettuare interventi di sostituzione di piante abbattute a seguito dell’emergenza fitosanitaria legata al parassita Anoplophora glabripennis, da realizzare in territorio piemontese; le piante verranno assegnate solo nelle aree delimitate con provvedimenti regionali e ai soggetti aventi diritto individuati dal Settore Fitosanitario e servizi tecnico-scientifici, in numero non superiore alle quantità determinate dal summenzionato Settore.
Il Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli effettuerà l’istruttoria delle domande pervenute verificando che i richiedenti, le particelle oggetto di impianto indicate in domanda e le quantità di piante richieste siano conformi a quanto definito dal Settore Fitosanitario e servizi tecnico-scientifici.

Alla conclusione dell’istruttoria seguirà la trasmissione della lettera di assegnazione, in cui verrà indicato il numero e la specie delle piante assegnate, le modalità e la data del ritiro. L’assegnazione gratuita riguarderà piantine anche di dimensioni superiori ai 70 cm di altezza.

Modalità di richiesta

La domanda deve essere trasmessa per posta, via fax, via mail o consegnata a mano, utilizzando il modulo specifico, presso gli uffici e i vivai regionali di seguito indicati:

  • Settore tecnico regionale di Biella e Vercelli – Via Fratelli Ponti 24 – 13100 Vercelli
  • Vivaio ‘Fenale’ di Albano Vercellese (VC)
  • Vivaio ‘Gambarello’ di Chiusa Pesio (CN)
  • Vivaio ‘Carlo Alberto’ di Fenestrelle (TO)

Non sono previsti termini per la presentazione delle domande.

Distribuzione

Le piante richieste verranno assegnate e distribuite tutto l’anno, compatibilmente con le disponibilità d’inventario dei vivai forestali della Regione Piemonte, con le esigenze fisiologiche e stagionali delle specie vegetali e con le modalità organizzative interne.

Le piante assegnate, le modalità e la data del ritiro verranno indicate al richiedente nella lettera di assegnazione. Le piante dovranno essere ritirate nel periodo indicato, pena l'annullamento dell'assegnazione.

Se durante successivi controlli si verificasse un utilizzo improprio delle piante fornite ai richiedenti, questi verranno esclusi definitivamente dall’assegnazione gratuita delle piante dei vivai forestali regionali. Medesimo trattamento verrà riservato nel caso in cui i beneficiari di concessione gratuita di piante, senza darne giustificata e tempestiva motivazione, non provvederanno a ritirare le piante nei modi e nei tempi indicati nell’assegnazione.

Contatti

Riferimento
SETTORE TECNICO REGIONALE DI BIELLA E VERCELLI
Indirizzo
Via F.lli Ponti, 24 – 13100 Vercelli
Telefono
0161 283111
Fax
0161.215785
Email
vivai@regione.piemonte.it
PEC
tecnico.regionale.bi_vc@cert.regione.piemonte.it
Riferimento
Vivai “Gambarello” , “Fenale”, “Carlo Alberto”
Email
vivai@regione.piemonte.it
Note
Vivaio “Gambarello” - SETTORE CUNEO
12013 Chiusa Pesio (TO)
Tel/Fax. 0171.734134;

Vivaio “Fenale” - SETTORE TECNICO REGIONALE DI BIELLA E VERCELLI
13130 Albano Vercellese (VC)
Tel/Fax. 0161.73154;

Vivaio “Carlo Alberto” - SETTORE TORINO
10060 Fenestrelle (TO)
Tel/Fax. 0121.83096.