Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Acquisti Verdi - GPP

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

La Regione Piemonte per il Green Public Procurement ovvero Acquisti Verdi nella Pubblica Amministrazione

Con l’entrata in vigore del Codice Appalti (DLgs 50/16) gli appalti sostenibili diventano obbligatori in Italia e le stazioni appaltanti devono inserire i Criteri Ambientali Minimi (CAM) definiti a livello ministeriale per una serie definita di categorie di prodotti, servizi e opere strategiche per la riduzione delle emissioni di gas serra. Il 21 settembre 2017 la Conferenza Stato-Regioni e il Ministero dell’Ambiente hanno sottoscritto un Protocollo d'Intesa per definire e attuare misure omogenee nel settore degli appalti pubblici sostenibili e per il rafforzamento delle competenze degli operatori delle pubbliche amministrazioni responsabili degli appalti e delle centrali di acquisto nell’utilizzo di procedure di GPP (Green Public Procurement).

Importante novità a livello regionale è rappresentata dall’edizione 2019 del “Prezzario per Opere e Lavori Pubblici della Regione Piemonte”, dove è stata introdotta una nuova sezione, appositamente dedicata al GPP: si tratta della sez. n. 30, dal titolo “Componenti edilizi rispondenti ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) di cui ai decreti del MATTM”, predisposta dalla Regione Piemonte, che si è avvalsa della collaborazione della CCIAA di Cuneo e dell’Environment Park S.p.A nell’ambito del Progetto Europeo “PC INTERREG V-A-ALCOTRA Italia/Francia 2014-2020. Progetto Eco-Bati.
 

Che cosa è il GPP

Il GPP (Green Public Procurement, ovvero Acquisti Verdi nella pubblica amministrazione) è uno strumento di politica ambientale che intende favorire lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica.

Per approfondimenti visita la pagina del Ministero dell'Ambiente

Criteri Ambientali Minimi (CAM) in edilizia

Con il DM del 11 Ottobre 2017 è entrato in vigore il CAM “Affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici”. L’applicazione di questo specifico CAM è risultata da subito complessa. Al fine di fornire alcune risposte alle criticità evidenziate da enti territoriali, associazioni di categoria, aziende e professionisti, relativamente alla carenza di adeguata formazione, è stato prodotto, nell’ambito delle attività previste dal progetto europeo LIFE “PrepAIR” il “Manuale operativo per gli acquisti verdi: progettazione realizzazione e ristrutturazione di edifici con criteri di sostenibilità”. Il progetto LIFE “PrepAIR” ha permesso inoltre la realizzazione un modulo di formazione in e-learning dedicato al CAM Edilizia che verrà erogato a partire dalla seconda metà del 2019.

Per approfondimenti vai alla sezione dedicata sul sito del Progetto Life PrepAIR

In collaborazione con il MATTM (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) nell’ambito del progetto CReIAMO PA sono state attivate le prime attività formative dedicate alla diffusione del GPP.

Il 5 e 6 novembre 2019 prosegue l’attività di formazione specialistica, già avviata con gli incontri del 16 e 17 giugno e con i due webinar del 27 giugno e 9 luglio 2019, dedicata all’applicazione del Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti per la costruzione e ristrutturazione degli edifici.

Criteri Ambientali Minimi (CAM) per servizi energetici

Al fine di facilitare l'applicazione DM del 7 marzo 2012, nell’ambito del Progetto Life Prepair è stato realizzato l'apposito documento: Manuale CAM Affidamento dei Servizi Energetici per gli edifici con criteri di sostenibilità (2019)

Per approfondimenti vai alla sezione dedicata sul sito del Progetto Life PrepAIR

Attività di formazione e affiancamento per l'applicazione dei CAM

Avviata nell'ambito del Progetto CReIAMO PA L1 WP1, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente (MATTM), l'attività di formazione e affiancamento alle pubbliche amministrazioni per l'applicazione dei CAM Edilizia. Nel corso dell'anno 2019, in via sperimentale si sono tenuti momenti di formazione frontale, webinar, e affiancamenti a specifici progetti per la corretta applicazione dei CAM Edilizia. Le attività nel corso dell'anno hanno coinvolto 11 pubbliche amministrazioni ed i risultati verranno pubblicati nel corso del 2020. Allo stato attuale è in corso la programmazione delle attività del 2020 che si auspica possa essere maggiormente diffusa sul territorio.