Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

Concessione di finanziamento a tasso agevolato o di contributi a fondo perduto.

 COMUNICATO

Il giorno 5 ottobre 2022 è stato sospeso lo sportello per la presentazione delle domande relative agli incentivi di cui al punto 4. TIPOLOGIA DI INCENTIVO lettere c) e i).

Tale decisione, che deriva dall’esaurimento delle risorse disponibili sulla specifica tipologia di intervento, attua quanto previsto al paragrafo 8. PROCEDURE del Programma 2022-2024 “interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione” - Allegato “A” alla Deliberazione della Giunta Regionale 11 marzo 2022, n.20-4753.

Maggiori informazioni

FINPIEMONTE

L.r. 23/2004 “INTERVENTI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE”

Si informa che la Giunta regionale ha approvato un nuovo programma degli interventi (D.G.R. n. 20-4753 del 11.03.2022, pubblicata sul B.U.R. n. 11 del 17.03.2022) a valere sulla legge L.R. n. 23/2004 e successive modifiche ed integrazioni.

I soggetti beneficiari possono presentare una sola domanda di finanziamento e/o di contributo esclusivamente via Internet a decorrere dal 20.07.2022, compilando il modulo telematico presente al link:

https://finpiemonte.csi.it/findomrouter/home.do 

Il richiedente dovrà procedere all’upload e contestuale invio della domanda, previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante, unitamente a tutta la documentazione obbligatoria.

Finpiemonte S.p.A. fornirà eventuale assistenza tecnica al seguente numero telefonico: 011/57.17.777 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 o tramite il form di assistenza raggiungibile al link: https://finpiemonte.it/urp

Nella determinazione n 363 del 07.07.2022 si è stabilito altresì che:
  • le nuove cooperative ed i loro Consorzi, i cui termini di presentazione della domanda (24 mesi dalla data di costituzione) scadono nel periodo intercorrente tra la data di pubblicazione, 17.03.2022, del nuovo programma degli interventi e la data di avvio della presentazione telematica delle domande, 20.07.2022, hanno la possibilità di presentare domanda  in deroga  entro il  31.10.2022.
  • le società cooperative ed i loro consorzi, i cui soci hanno deliberato un aumento di capitale nei  6 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda, presentazione i cui termini avrebbero dovuto scadere tra la data di pubblicazione,17.03.2022, del nuovo programma degli interventi e la data di avvio della presentazione telematica delle domande, 20.07.2022, hanno la possibilità di presentare domanda  in deroga  entro il  31.10.2022.

Il verbale dell’Assemblea dei soci deve contenere le indicazioni previste dal paragrafo 6bis del Programma regionale degli interventi predetto e i termini di ammissibilità del medesimo decorrono dal 18.09.2021.

Gli interventi

Concessione di contributi a fondo perduto:

  • per spese di avvio a favore di società cooperative di nuova costituzione,
  • per spese e/o consulenze finalizzate all’introduzione e sviluppo sistemi di gestione per la qualità, creazione di reti commerciali, certificazioni di prodotto e di controllo della produzione, introduzione e consolidamento di sistemi di rendicontazione sociale e costi esterni di formazione professionale e manageriale dei soci a favore di tutte le società cooperative,
  • per l’aumento di capitale sociale finalizzato alla realizzazioni di investimenti.

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato:

  • per investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, arredi, automezzi. opere murarie per spese inferiori a 50.000,00 Euro);
  • per investimenti immobiliari (acquisto o costruzione di immobili, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali);
  • concessione di finanziamenti a tasso agevolato per l’aumento di capitale sociale finalizzato alla realizzazione di investimenti.

 

Piano di ammortamento del finanziamento garantito

Il finanziamento avrà durata massima:

  • fino a 15 anni (senza preammortamento) per gli investimenti immobiliari;
  • fino a 6 anni (di cui uno eventuale di preammortamento) per gli investimenti produttivi e per l’aumento di capitale sociale.

Il piano di rimborso è regolato in rate trimestrali posticipate, con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo, giugno, settembre e dicembre).

Beneficiari e settori ammissibili

Beneficiari: società cooperative a mutualità prevalente e loro consorzi.

Settori ammmissibili: non sono previste limitazioni settoriali, fatto salvo per quelle direttamente derivanti dal regime “de minimis”

Categorie di destinatari: soci e soci lavoratori di società cooperative a mutualità prevalente e loro consorzi, senza alcuna distinzione in categorie.

Natura e intensità dell'aiuto

Concessione di finanziamento a tasso agevolato o di contributi a fondo perduto.

Il contributo a fondo perduto viene concesso fino al 40% della spesa riconosciuta ammissibile (IVA esclusa) importo minimo di Euro 4.000,00 a fronte di una spesa ammissibile minima di Euro 10.000,00 e importo massimo di Euro 50.000,00 a fronte di una spesa ammissibile massima di Euro 125.000,00.

Per l’aumento di capitale sociale, il contributo a fondo perduto viene concesso fino al 40% dell’aumento del capitale sociale sottoscritto e versato, importo minimo di Euro 4.000,00, a fronte di un aumento di capitale sociale sottoscritto e versato minimo di Euro 10.000,00 e importo massimo di Euro 100.000,00 a fronte di un aumento di capitale sottoscritto versato massimo di Euro 250.000,00.

La domanda di finanziamento a tasso agevolato deve prevedere un importo complessivo degli investimenti non inferiore a Euro 15.000,00 (IVA esclusa) e non superiore a Euro 700.000,00.

  • L’intervento del Fondo regionale non può superare l’importo di Euro 350.000,00.
  • Le domande con ambito prioritario (di cui 70% della spesa con fondi regionali a seconda dell’ambito prioritario) potranno essere presentate per un importo massimo di spesa ammissibile (IVA esclusa) pari ad Euro 500.000,00.
  • Le domande con ambito non prioritario potranno essere presentate per un importo massimo di spesa ammissibile (IVA esclusa) pari ad Euro 700.000,00.

Sono considerate prioritarie le domande di finanziamento presentate: da società cooperative di nuova costituzione;

  • da società cooperative che si impegnano ad incrementare l’occupazione (assumendo donne, giovani e disoccupati) o a trasformare i contratti (di apprendistato, di durata temporanea) o a stabilizzare tirocini;
  • da società cooperative iscritte alla sezione B dell’albo regionale delle cooperative sociali previsto dalla L.R. n. 18/94;
  • da società cooperative a cui è stato attribuito il rating di legalità (questa è una novità per il programma degli interventi).
Regime di aiuto

De minimis, ai sensi del Reg. (UE) 1407/2013

Note

L’attuale programma degli interventi è stato disposto con la D.G.R. n. 20-4753 del 11.03.2022. I termini per la presentazione delle domande decorrono dal 20.07.2022.

Termine di conclusione del procedimento

Per il procedimento “Agevolazioni a Società cooperative e loro Consorzi a mutualità prevalente a valere sul Fondo regionale per lo sviluppo e la promozione della cooperazione (art. 4 della l.r. 23/2004)” il termine di conclusione è individuato in giorni 90 dalla comunicazione di avvio del procedimento ed è stato stabilito con  D.G.R. n. 34 – 670 del 27.09.2010.

Informazioni

Direzione regionale Istruzione, Formazione e Lavoro - Settore Politiche del Lavoro

Finpiemonte al numero telefonico 011/57.17.777 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 o tramite il form di assistenza raggiungibile al link: https://finpiemonte.it/urp

Sito Finpiemonte : https://www.finpiemonte.it/agevolazioni/lr-2304-cooperazione-2022

Sito Regione:

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/istruzione-formazione-lavoro/lavoro/sostegno-allimprenditorialita-cooperazione/interventi-per-sviluppo-promozione-della-cooperazione

Centri di consulenza tecnica CCT

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO

I centri di consulenza tecnica (CCT), previsti dalla legge regionale 23/2004, sono accreditati dalla Direzione regionale competente per svolgere attività di assistenza e consulenza al fine di sostenere i processi di sviluppo, il consolidamento, la riqualificazione e la riconversione delle società cooperative del Piemonte.

Per essere accreditati, i centri di consulenza devono avere una struttura articolata e funzionante in almeno cinque province del territorio regionale.

 

Allegati

Calcolo de minimis
File excel - 139.5 KB
Dati centrali cooperative
File pdf - 11.35 KB
Faq ottobre 2022
File pdf - 201.54 KB

Contatti

Riferimento
Direzione Istruzione Formazione e Lavoro - Settore Politiche del Lavoro