Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

Concessione di contributi a fondo perduto a società cooperative a mutualità prevalente e loro consorzi.

Gli interventi

 

Concessione di contributi a fondo perduto

  • per spese di avvio a favore di società cooperative di nuova costituzione,
  • per spese e/o consulenze finalizzate all’introduzione e sviluppo sistemi di gestione per la qualità, creazione di reti commerciali, certificazioni di prodotto e di controllo della produzione, introduzione e consolidamento di sistemi di rendicontazione sociale e costi esterni di formazione professionale e manageriale dei soci a favore di tutte le società cooperative,

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato

  • per investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, arredi, automezzi);
  • per investimenti immobiliari (acquisto o costruzione di immobili, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali).

 

Attualmente non sono disponibili risorse per la concessione di contributi e/o di finanziamenti a tasso agevolato per l’aumento di capitale sociale finalizzato alla realizzazione di investimenti.

 

I beneficiari

Sono le società cooperative a mutualità prevalente e i loro consorzi.

Agevolazione

Contributo a fondo perduto: 40% della spesa ammissibile (tetto minimo di contributo 4.000,00 euro, tetto massimo euro 50.000,00).

Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50/70% della spesa con fondi regionali a seconda dell’ambito prioritario. Tetto minimo euro 15.000,00 tetto massimo euro 700.000,00. L’intervento del fondo regionale non può superare euro 350.000,00.

Piano di ammortamento del finanziamento

Il finanziamento a tasso agevolato deve essere rimborsato alla banca, a rate trimestrali posticipate, con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo, giugno, settembre e dicembre) in 6 anni (di cui uno di preammortamento) per gli investimenti produttivi e in 10 o 15 anni (senza preammortamento) per gli investimenti immobiliari.

Presentazione delle domande

La domanda deve essere compilata su appositi moduli predisposti in conformità alla legge, al presente programma, alle linee guida e agli orientamenti applicativi in materia di “de minimis” e inviata telematicamente a Finpiemonte S.p.A. tramite il sito internet

Si deve utilizzare il modulo A per domanda per investimenti produttivi/contributo.

Si deve utilizzare il modulo B per domanda per investimenti immobiliari/contributo.

Termine di conclusione del procedimento

Per il procedimento “Agevolazioni a Società cooperative e loro Consorzi a mutualità prevalente a valere sul Fondo regionale per lo sviluppo e la promozione della cooperazione (art. 4 della l.r. 23/2004)” il termine di conclusione è individuato in 90 giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento ed è stato stabilito con  D.G.R. n. 34 – 670 del 27.09.2010.

Centri di consulenza tecnica CCT

I centri di consulenza tecnica (CCT), previsti dalla legge regionale 23/2004, sono accreditati dalla Direzione regionale competente per svolgere attività di assistenza e consulenza al fine di sostenere i processi di sviluppo, il consolidamento, la riqualificazione e la riconversione delle società cooperative del Piemonte.

Per essere accreditati, i centri di consulenza devono avere una struttura articolata e funzionante in almeno cinque province del territorio regionale.

 

Allegati

Centri di Consulenza Tecnica.pdf
File pdf - 21.95 KB
Calcolo de minimis
File excel - 139.5 KB
Dati centrali cooperative
File pdf - 11.35 KB
FAQ legge regionale 23/2004
File pdf - 365.97 KB

Contatti

Riferimento
Direzione Coesione Sociale - Settore Politiche del Lavoro
Telefono
011 4324885
Email
susanna.barreca@regione.piemonte.it