Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Credito alla cooperazione

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

Concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle società cooperative, con requisiti di Pmi, escluse quelle di abitazione

Descrizione degli interventi

Finanziamenti a tasso agevolato non superiori al 70% della spesa, al netto IVA, tenendo conto delle capacità di autofinanziamento, nel limite massimo di Euro 2.000.000,00.

Beneficiari

Società cooperative, escluse quelle di abitazione, rientranti nei limiti dimensionali previsti per le PMI a decorrere dall’anno 2015.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese, al netto di IVA, sostenute (fatturate) successivamente alla data di presentazione della domanda (a seguito del riscontro della regolarità formale e documentale), per i beni materiali distinti in:

Investimenti immobiliari e impianti fissi

  • l’acquisizione di aree e/fabbricati;
  • l’esecuzione di opere murarie;
  • la realizzazione di impianti fissi

Investimenti produttivi

  • l’acquisto, ammodernamento e ristrutturazione di macchinari, attrezzature e impianti, ivi compresi automezzi targati e natanti, comunque compatibili con la normativa comunitaria.

Possono essere ammesse le spese per l’acquisto di  terreni diversi da quelli destinati all’edilizia con un costo non superiore al 10% delle spese ammissibili dell’investimento e possono essere ammessi gli investimenti per la produzione di energia nel rispetto di quanto disposto dall’art. 14, paragrafo 4, commi 1,3,4, 5 e 6 del Regolamento (UE) n. 702/2014.

Sono ammissibili le spese, al netto di IVA, sostenute (fatturate) successivamente alla data di presentazione della domanda (a seguito del riscontro della regolarità formale e documentale), per i seguenti beni immateriali: licenze, brevetti e marchi.

Per essere considerati costi ammissibili i beni immateriali devono soddisfare tutte le seguenti condizioni:

  • essere utilizzati esclusivamente nell’impresa beneficiaria degli aiuti;
  • essere iscritti a libro cespite;
  • essere acquistati da terzi a condizioni di mercato, senza che il venditore abbia rapporti di cointeressenza con la società cooperativa beneficiaria, quali ad esempio rappresentante legale, amministratore unico e componenti del consiglio di amministrazione;
  • devono figurare all’attivo dell’impresa per la durata dell’ammortamento del medesimo.
Durata
  • fino a 8 anni se il progetto riguarda esclusivamente macchinari e/o attrezzature e/o impianti (elettrici, idraulici e tecnici) e/o investimenti immateriali (licenze, marchi e brevetti);
  • fino a 12 anni se il progetto comprende anche investimenti immobiliari e/o opere murarie e/o impianti fissi (impianti non asportabili).
Cumulabilità

Il ricorso al finanziamento Foncooper preclude l'accesso ad agevolazioni creditizie e contributive di qualsiasi natura per gli stessi scopi, fatte salve quelle inerenti all'accollo dei finanziamenti già perfezionati ed il contributo di cui all'art. 17 della Legge 27/2/85 n. 49 compatibilmente con quanto previsto dal Regolamento (UE) n. 651/2014 e dal Regolamento (UE) n. 702/2014, art. 8.

Garanzie

Privilegio sugli immobili, impianti e loro pertinenze, sui macchinari e sugli utensili della cooperativa comunque destinati al suo funzionamento ed esercizio oggetto degli investimenti; il privilegio può essere costituito anche su beni di proprietà di terzi, purché oggetto degli investimenti da finanziare e pertanto destinati al funzionamento ed esercizio della società cooperativa; qualora ciò non fosse possibile per l’impossibilità di terzi è data facoltà alla cooperativa di sostituire con idonea garanzia pari all’ammontare del valore dell’investimento.

Tasso

Al finanziamento viene applicato un tasso di interesse fisso individuato alla data della determinazione di concessione.

Il tasso di interesse fisso è stabilito sulla base del meccanismo di calcolo previsto per la l. 49/1985 e s.m.i., Titolo I che tiene conto del tasso di riferimento per il credito agevolato reperibile sul sito:

http://www.finanziamenti.rer.camcom.it/Agevolazioni/Def/Varie/TBLTassi.htm;

e del tasso di riferimento reso pubblico dalla Commissione europea all’indirizzo:

http://ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/reference_rates.html.

Il tasso dell’eventuale mora è stabilito in 3 punti in più del tasso fisso individuato alla data della determinazione di concessione.

Piano di ammortamento del finanziamento
  • fino a 8 anni (comprensivi di un periodo di preammortamento di 1 anno) se il progetto riguarda esclusivamente l’acquisto di macchinari e/o attrezzature e/o investimenti immateriali,
  • fino a 12 anni (comprensivi di un periodo di preammortamento di 2 anni) se il progetto comprende anche investimenti immobiliari e/o impianti fissi.
Presentazione delle domande
  • le domande devono essere presentate alla Direzione Coesione sociale - Settore Politiche del Lavoro
  • è necessario utilizzare l’apposita modulistica, debitamente compilata, firmata in originale, corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i. e dagli allegati obbligatori ed inviata tramite Posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: coesionesociale@cert.regione.piemonte.it unitamente a tutti gli allegati  obbligatori anch’essi in formato PDF.

 

Contatti

Riferimento
Direzione Coesione Sociale - Settore Politiche del Lavoro
Telefono
011 4324885
Email
susanna.barreca@regione.piemonte.it