Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Apprendistato duale di alta formazione e di ricerca

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

L’apprendistato di alta formazione istituisce l’interazione tra impresa e ateneo: consente ai giovani di accedere al mondo del lavoro e, nel contempo, di conseguire un di titolo di studio universitario e dell’alta formazione, compreso il dottorato di ricerca.

Il contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca, offre:

  • alle imprese, la possibilita di assumere un giovane (tra i 18 e i 29 anni) già inserito in un percorso di alta formazione (universitaria o post-diploma) al fine di "modellare" una figura altamente professionale con competenze specialistiche che possono favorire la crescita e l’innovazione aziendale;
  • agli apprendisti, l’opportunità di conseguire un titolo accademico o di alta formazione attraverso una modalità didattica per competenze favorita dall’interazione tra l’istituzione che rilascia il titolo di studio e l’impresa o, in alternativa al conseguimento di un titolo, per svolgere attività di ricerca

La regolamentazione dell’apprendistato di Alta formazione e di ricerca è di competenza regionale e si attua tramite accordi con le associazioni territoriali datoriali e sindacali più rappresentative sul piano nazionale, le università, gli istituti tecnici e professionali e altre istituzioni formative o di ricerca.

Aspetti formativi

La formazione prevista, si suddivide in:

  • “formazione esterna” svolta presso le istituzioni universitarie o di alta formazione;
  • “formazione interna”  svolta presso il datore di lavoro.

Durata della formazione

La durata prevista per l’alta formazione in apprendistato, riportata anche nel piano formativo individuale (PFI), è articolata in base alla durata degli ordinamenti previsti per ogni percorso di studi. Nel dettaglio:

  • Diploma tecnico superiore

La durata annua è ripartita, di norma, in 150 ore di formazione esterna, svolta presso l’istituzione formativa e 750 di formazione interna, svolta presso l’impresa.

  • Laurea triennale e magistrale

La durata della formazione è ripartita come segue:
- formazione esterna svolta presso l’istituzione universitaria: massimo 60% della durata degli insegnamenti previsti;
- formazione interna svolta presso l’impresa: minimo 40% della durata degli insegnamenti previsti.

  • Titoli AFAM

(Diploma accademico di primo e secondo livello/diploma accademico di specializzazione/diploma accademico di formazione alla ricerca/diploma di perfezionamento o master);
Assunto a base di calcolo il numero dei crediti formativi accademici (CFA), la formazione presso le istituzioni AFAM non può essere superiore al 60% del numero di ore impiegate nelle lezioni frontali previste nell’ambito dei crediti formativi di ciascun insegnamento.
La formazione in impresa è pari alla differenza tra le ore del percorso formativo ordinamentale e le ore di formazione presso l’istituzione AFAM.

  • Master di I e II livello

Avendo come base di calcolo il numero dei crediti universitari (60 CFU), la durata complessiva del percorso è ripartita, indicativamente, come segue:
- 400  ore di  formazione esterna,  svolta presso l’istituzione universitaria;
- 1.100 ore di formazione svolta presso l’impresa. 

  • Dottorato di ricerca

La formazione svolta a cura dell’istituzione universitaria prevede fino ad un massimo di 40 ore di formazione interdisciplinare nel campo della gestione della ricerca e della conoscenza dei sistemi di ricerca europei ed internazionali, della valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale.
La formazione interna all’impresa deve essere realizzata nell’ambito di un progetto di ricerca correlato al corso di dottorato.

  • Attività di ricerca

La durata è definita dal Piano Formativo Individuale a cura del datore di lavoro, in coerenza con il progetto di ricerca e le mansioni assegnate all’apprendista. La formazione interna non può essere inferiore al  20% del monte  ore annuale contrattualmente previsto. La formazione esterna non è obbligatoria.

  • Accesso alle professioni ordinistiche

La durata è definita dal Piano Formativo Individuale, a cura del datore di lavoro, in coerenza con i rispettivi ordinamenti professionali e la contrattazione collettiva nazionale.
La formazione interna non può essere inferiore al 20% del monte ore annuale contrattualmente previsto. La formazione esterna non è obbligatoria.

Piano formativo individuale e dossier individuale

l piano formativo individuale viene redatto dall’istituzione universitaria o di alta formazione con il coinvolgimento del datore di lavoro ed è parte integrante del contratto. Il PFI descrive contenuto e durata della formazione dei percorsi di alta formazione in apprendistato; in particolare contiene:

  • i dati identificativi di: apprendista, datore di lavoro, tutor formativo e tutor aziendale;
  • il livello di inquadramento contrattuale dell’apprendista;
  • la durata del contratto di apprendistato e l’orario di lavoro;
  • i risultati dell’apprendimento formativo.

l PFI può essere modificato durante il rapporto di lavoro ferma restando la qualificazione finale da acquisire a conclusione del percorso.

L'istituzione formativa, effettua il monitoraggio e la valutazione degli apprendimenti, dandone evidenza nel dossier individuale dell'apprendista, redatto con la collaborazione del tutor aziendale, il cui schema è definito dal decreto interministeriale 12 ottobre 2015.

Tutor o referente aziendale

L’impresa designa un tutor o referente aziendale - che può essere anche il datore di lavoro - indicandolo nel piano formativo individuale. Il tutor aziendale:

  • favorisce l’inserimento dell’apprendista nel contesto lavorativo;
  • affianca e assiste l’apprendista durante il percorso formativo per garantire un’efficace integrazione tra la formazione esterna e interna all’azienda;
  • trasmette le competenze necessarie allo svolgimento delle attività lavorative;
  • fornisce all’istituzione formativa ogni elemento utile a valutare l’efficacia dei processi formativi e le attività svolte;
  • collabora alla stesura del dossier individuale.

Responsabilità dell'istituzione universitaria o di alta formazione

L’istituzione formativa, d’intesa con il datore di lavoro, informa l’apprendista in merito:

  • agli aspetti educativi, formativi e contrattuali del percorso di apprendistato, e della coerenza tra le attività e il settore di interesse del datore di lavoro e la qualificazione da conseguire;
  • ai contenuti del protocollo e del PFI;
  • alle modalità di selezione degli apprendisti;
  • al doppio “status” di studente e lavoratore, per quanto concerne l’osservanza delle regole comportamentali nell’istituzione formativa e nell’impresa e, in particolare, delle norme in materia di igiene, salute e sicurezza sul luogo di lavoro, nonché degli obblighi di frequenza delle attività di formazione interna ed esterna all'impresa.

Tutor formativo

L'istituzione universitaria o di alta formazione designa il tutor formativo, indicandolo nel piano formativo individuale. Il tutor formativo:

  • assiste l’apprendista nel rapporto con l’istituzione universitaria o di alta formazione;
  • favorisce il raccordo didattico e organizzativo tra istituzione e impresa;
  • monitora l’andamento del percorso per tutta la sua durata;
  • interviene nella valutazione iniziale, intermedia e finale del periodo di apprendistato;
  • collabora alla stesura del dossier individuale e garantisce l’attestazione delle competenze acquisite dall’apprendista e delle attività svolte anche in caso di risoluzione anticipata del contratto.
Aspetti contrattuali

Requisiti del datore di lavoro

Ai fini della stipula del contratto, il datore di lavoro deve essere in possesso di alcuni requisiti:

  • spazi per consentire lo svolgimento della formazione, prevedendo, in caso di studenti con disabilità, il superamento o abbattimento di barriere architettoniche;
  • disponibilità di strumenti per lo svolgimento della formazione, conformi alla normativa vigente in materia di verifica e collaudo tecnico, anche reperiti all’esterno dell’unità produttiva;
  • garantire la disponibilità di uno o più tutor aziendali.

Requisiti dell'apprendista

Possono essere assunti giovani tra i 18 e i 29 anni iscritti a percorsi per il conseguimento di: Diploma tecnico superiore, titoli di Alta formazione artistica, musicale e coreutica, Laurea di primo livello, Laurea di secondo livello, Laurea magistrale a ciclo unico, Master di primo livello, Master di secondo livello e Dottorato di ricerca.

Nel caso di apprendistato per Attività di ricerca, gli apprendisti devno essere in possesso di Laurea magistrale, mentre, in caso di apprendistato per l'accesso alle professioni ordinistiche, gli apprendisti devono essere in possesso del titolo di studio idoneo all’attivazione del contratto .

Obblighi per l'attivazione, forma e contenuti del contratto

  1. Prima di stipulare il contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca, l’istituzione formativa e il datore di lavoro devono sottoscrivere un protocollo, redatto sulla base dello schema approvato con decreto interministeriale 12 ottobre 2015, che definisce i contenuti, la durata e l’organizzazione didattica della formazione interna ed esterna all’impresa ed anche la tipologia dei destinatari del contratto.
  2. Al massimo 24 ore prima dell’assunzione, il datore di lavoro deve inviare la comunicazione telematica preventiva (di assunzione), trasmettendo, il modello UNIFICATO LAV al Centro per l’impiego competente, secondo quanto previsto da ciascuna Regione e Provincia Autonoma.
  3. Il contratto di apprendistato deve essere stipulato in forma scritta, unitamente al Piano formativo individuale (PFI) che può essere redatto in forma sintetica all’interno del contratto.
  4. Nel contratto devono risultare, di norma, i seguenti elementi:
  • la durata del periodo di formazione interna e/o esterna all’azienda;
  • il titolo di studio universitario o di alta formazione che può essere acquisito al termine del contratto e relativa qualificazione contrattuale;
  • il livello di inquadramento iniziale e finale dell’apprendista;
  • l’orario di lavoro.

Vantaggi fiscali ed economici

L’impresa che procede nell’assunzione di un apprendista ottiene diversi vantaggi economici e fiscali:

  • per le imprese fino a 9 dipendenti l’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro è, oltre all’1,61% previsto dalla L. 92/2012, rispettivamente dell’1,5% il primo anno, del 3% il secondo anno, e del 10% a partire dal terzo anno e in caso di consolidamento del contratto, per i dodici mesi successivi (per le imprese con più di 9 dipendenti l’aliquota contributiva è sempre del 10%);
  • a seconda del CCNL applicato, possibilità di inquadrare l’apprendista fino a 2 livelli in meno rispetto ai lavoratori ordinari che svolgono le stesse mansioni o, in alternativa, retribuzione ridotta in misura percentuale e graduata nel tempo;
  • esclusione degli apprendisti dal computo dell’organico richiesto in base alle norme sul lavoro;
  • esclusione delle spese sostenute per la formazione degli apprendisti dalla base per il calcolo dell’IRAP.

 

Bandi aperti

Avviso pubblico per la realizzazione dei percorsi formativi.

 

Di seguito, è possibile visualizzare i percorsi in Apprendistato di alta formazione e di ricerca autorizzati e finanziati dalla Regione Piemonte nel corso dell'attuale programmazione, suddivisi per Ateneo.

Il numero e la tipologia di percorsi attivati presso ciascun Ateneo cambia in base alla domanda da parte delle imprese, che sono variamente distribuite sul territorio regionale e che richiedono tipologie di percorsi "personalizzate", utili all'ottimale formazione delle proprie risorse umane e sviluppo tecnologico.

Percorsi attivati presso l'Università degli Studi di Torino

Attivita' di ricerca

Dynamic integrated shopfloor operation management for industry 4.0

Attivita' di ricerca

Food digital monitoring

Attivita' di ricerca

Metodi e modelli riusabili per l'analisi dati da fonti eterogenee

Attivita' di ricerca

Strategia fiscale per l'internazionalizzazione

Attivita' di ricerca

Smart 3D: metrologia dimensionale

Attivita' di ricerca

Predisposizione dei contenuti di knowledge per un computerzed decision support system

Dottorato di ricerca

Caratterizzazione chimica di nuovi prodotti con azione biostimolante e studio loro effetti sulla crescita e sullo sviluppo delle piante tramite l'utilizzo di tecniche di genomica e metabolomica

Dottorato di ricerca

Development of web-oriented tools to analyse and visualise properties of crystalline

Dottorato di ricerca

Formulation and characterizazion of self-levelling resinflooring

Dottorato di ricerca

Fruitlab: sviluppo ed applicazioni di nuove metodiche per la valutazione della qualita dei prodotti ortofrutticoli

Dottorato di ricerca

Integra: sviluppo di modelli integrati di approvvigionamento e distribuzione nel settore ortofrutticolo

Dottorato di ricerca

Plasma catalysis for abatment and conversion of pollutant gases

Dottorato di ricerca

Extraction and micronization thecniques in supercritical phase applied to matrices of plant origin for the isolation of high-added value bioactive compounds

Dottorato di ricerca

Sviluppo e promozione delle smart cities e delle azioni rivolte al processo di innovazione della p.a. locale

Dottorato di ricerca

Deep learning end-to-end system applied to natural language processing

Dottorato di ricerca

Progettazione e sviluppo di chatbot e sistemi di dialogo

Dottorato di ricerca

Circular economy enforcement: valorization of waste materials from food, agriculture

Master I livello

Risk management for insurance and brokerage

Master I livello

ICTe progettazione avanzata (iii edizione)

Master I livello

Data science for business intelligenge

Master I livello

Controllo biologico dei prodotti e dei processi dell'industria

Master I livello

Methods and technology for business management   (n° 2 edizioni)

Master I livello

Gestione e industrializzazione dell’innovazione

Master I livello

Intelligenza artificiale  (ii  edizione)

Master II livello

Innovazione digitale per il settore pubblico

Master I livello

Internazionalizzazione dei processi aziendali

Master I livello

Management of enabling technologies 4.0 - meta 4.0

Master I livello

Management of enbling techologies 4.0.  (n° 2 edizioni)

Percorsi attivati presso il Politecnico di Torino

Dottorato di ricerca

Sistemi innovativi per il trasporto urbano con trazione a fune: progettazione

Dottorato di ricerca

Apprendimento automatico per l'automazione avanzata

Dottorato di ricerca

Sviluppo di tecniche innovative per le diagnosi autonoma del ritmo cardiaco

Dottorato di ricerca

Sviluppo di una terminazione per dispositivi alta tensione e di strutture diodi

Dottorato di ricerca

Studio e sviluppo di passivazioni per semiconduttori di potenza ad alta tensione

Dottorato di ricerca

Application in the loop approach to power semiconductor optimization

Dottorato di ricerca

Parameters optimization of additive manufacturing machine with laser tecnology

Laurea magistrale

Ingegneria informatica - progetto home

Laurea magistrale

Sistemi ciberfisici open source per la smart factory

Master di II livello

Metodologie progettuali e di processo per l'industrializzazione di macchine telescopiche

Master di II livello

Manufacturing 4.0

Master di II livello

Additive manufacturing (n° 2 edizioni)

Master di II livello

Electrified and connected veichle

Master di II livello

Hierarchical open manufacturing per industria 4.0.

Master di II livello

Smart - state of the art manufacturing

Master di II livello

Energy management for automotive powertrains

Master di II livello

Sviluppo di criteri progettuali/costruttivi innovativi e soluzioni tecnologiche e di processo avanzate per la realizzazione di nuovi componenti e sistemi termici con incrementate caratteristiche per applicazioni veicolistiche

Master di II livello

Industrial automation

Master di II livello

New technologies and processes for hybrid materials finalized to automative mechanical and electronical applications

Percorsi attivati presso l'Università degli Studi del Piemonte Orientale

Attivita' di ricerca

Studio di nuovi modulatori dell'ingresso capacitativo di calcio nelle cellule (soce-modulators)

Dottorato di ricerca

Istituzioni pubbliche, sociali e culturali: linguaggi, diritto, storia ( n° 2 edizioni)

Dottorato di ricerca

Scienze e biotecnologie mediche

 

Allegati

Approfondimenti per le imprese
File pdf - 180.08 KB
Approfondimenti per i giovani
File pdf - 142.64 KB

Contatti

Riferimento
Maria Rita Amato
Indirizzo
Via Magenta, 12 - Torino
Telefono
011/43 22 402
Email
mariarita.amato@regione.piemonte.it
PEC
settoreformazioneprofessionale@cert.regione.piemonte.it
Note
Contattando la persona di riferimento è possibile ricevere informazioni relative agli aspetti formativi del contratto di apprendistato duale di alta formazione e di ricerca.
Orari per i contatti telefonici
lun - gio dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00
ven dalle 10.00 alle 12.00