Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Attività per i senza dimora

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Terzo settore

Attività in corso per i senza dimora, realizzate attraverso fondi comunitari e statali

Attraverso la Piattaforma europea contro la povertà e l’esclusione sociale: un quadro europeo per la coesione sociale e territoriale, la Commissione europea individua le persone senza dimora tra le principali popolazioni target della Strategia Europa 2020, con riferimento all’obiettivo contrasto alla povertà. 

L’Accordo di Partenariato 2014-2020, Obiettivo Tematico 9 (OT9), prevede di intervenire in particolari contesti urbani con l’obiettivo di ridurre la marginalità estrema e i fenomeni di homelessness a valere sul Fondo Sociale Europeo.

In attuazione degli interventi previsti, il Programma Operativo Nazionale (PON) “Inclusione” del Fondo Sociale Europeo (FSE), a titolarità del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, prevede di sostenere la riduzione della marginalità estrema attraversi il potenziamento dei servizi rivolti alle persone senza dimora.

    Attività realizzate con finanziamenti europei

    La Regione Piemonte ha presentato, il 10 febbraio 2017, una proposta progettuale per rispondere all'Avviso pubblico n. 4/2016 per la presentazione di Proposte di intervento per il contrasto alla grave emarginazione adulta e alla condizione di senza dimora. 

    Risorse

    L'Avviso prevedeva una dotazione finanziaria complessiva di 50 milioni di euro, di cui 25 milioni a valere sul Fondo Sociale Europeo, programmazione 2014-2020  e 25 milioni di euro a valere sul Fondo di Aiuti Europei agli Indigenti, programmazione 2014-2020.  

    Al Piemonte sono riservati 767.500,00 euro.

    Partner

    Sono partner di progetto cinque capoluoghi di provincia, considerati  territori in cui maggiormente si concentrano fenomeni di marginalità estrema

    • Comune di Alessandria
    • Comune di Biella
    • Comune di Asti
    • Comune di Cuneo
    • Comune di Novara.

    Azioni previste

    Formulata prendendo a riferimento le “Linee di indirizzo per il contrasto alla grave emarginazione adulta in Italia”, la proposta  prevede il superamento degli approcci di tipo emergenziale, in favore di approcci maggiormente strutturati.

    In quest’ultima tipologia rientrano i cosiddetti approcci housing led e housing first, i quali assumono il rapido re-inserimento in un’abitazione come punto di partenza affinché i senza dimora possano avviare un percorso di inclusione sociale.

    Le attività sono in corso di realizzazione

     

     

     

     

     

    Attività previste con finanziamenti statali

    Nell'ambito del Fondo Povertà, il D.lgs 147/2017  ha previsto l’assegnazione di 20 milioni di euro annui, a decorrere dall'anno 2018, per interventi e servizi in favore di  persone in condizione di povertà estrema e senza dimora.

    Il decreto stabilisce i criteri di  riparto della quota, con particolare  riguardo alla distribuzione territoriale dei senza dimora, individuando le grandi aree urbane in cui si concentra il  maggior numero degli stessi.

    L'utilizzo delle risorse è in coerenza con le Linee di indirizzo per il contrasto alla grave  emarginazione adulta in Italia, oggetto di accordo in sede di  Conferenza Unificata del 5 novembre 2015.

    Risorse

    La quota di risorse assegnate alla Regione Piemonte per l'anno 2018 è di Euro 462.400.000 euro che vanno ad aggiungersi ai  740.800.000 euro assegnati alla Città di Torino che, in qualità di Comune capoluogo della Città Metropolitana, è oggetto di specifico finanziamento.

    Per quel che concerne la quota regionale, la scelta è stata quella di destinare tali risorse agli Ambiti Territoriali comprendenti al loro interno i 7 capoluoghi di provincia, sui quali insiste la maggior concentrazione di persone senza dimora.

    Per rafforzare le azioni a favore dei senza dimora, Regione Riemonte e Fio.PSD (Federazione Italiana degli organismi per le persone senza dimora)  hanno rinnovato la collaborazione  avviata sul tema del contrasto alla grave marginalità adulta, firmando un Protocollo d’Intesa che identifica le azioni e gli interventi necessari per accompagnare all'autonomia le persone senza dimora.

    Protocollo d'intesa Regione Piemonte -Fiopsd