Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Coronavirus in Piemonte: ordinanze, circolari e disposizioni attuative

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

In questa pagina è possibile trovare informazioni su atti e provvedimenti amministrativi adottati per evitare la diffusione del COVID-19 sul territorio piemontese e per la ripartenza delle attività economiche.

Ordinanza del Ministro della Salute del 26 novembre 2021

 Divieto di ingresso in Italia da otto Paesi africani causa variante.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 30 luglio 2021, n. 67

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da
COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in
materia di igiene e sanità pubblica.

Valido dal 1° agosto, prorogate al 31 dicembre 2021 le misure attualmente in vigore per la gestione della pandemia.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 12 giugno 2021, n. 59

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di igiene e sanità pubblica. Riaperture delle attività economiche e sociali.

Circolare del Ministero dell'Interno esplicativa del Decreto legge 18 maggio 2021 n.65 "Misure urgenti relative all'emergenza epidemiologica da COVID- 19".  

Si tratta, in prevalenza, di disposizioni che riguardano i territori collocati in zona gialla, prevedendo il superamento di precedenti restrizioni alla mobilità, nonché all'esercizio e svolgimento di attività sociali, economiche e produttive.

Tra queste: vengono aggiornati i limiti orari agli spostamenti, attenuate le precedenti misure sulle attività di somministrazione di cibi e bevande, anticipata la riapertura di palestre e fissata quella per piscine al chiuso, centri natatori e centri benessere.

Ordinanza del Ministro della Salute del 29 maggio 2021

Contiene le nuove Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali, elaborate dalla Conferenza delle Regioni ed approvate dal Comitato tecnico-scientifico, che sostituiscono quelle precedentemente in vigore.

Leggi il testo

 Decreto del Presidente della Giunta regionale del 24 aprile 2021, n. 51 

Con riferimento al punto 5 del Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 51 del 24 aprile 2021, che costituisce mero ed esplicito richiamo all’articolo 26, comma 2, del D.P.C.M. del 2 marzo 2021, considerato che, ai sensi dell’articolo 16 del decreto-legge 18 maggio 2021, n. 65, non si applicano le misure contenute in tale D.P.C.M. se diversamente disposto dal decreto-legge, le disposizioni del citato punto 5. devono ritenersi integralmente superate in applicazione all’articolo 3 del medesimo decreto-legge che recita: “Dal 22 maggio 2021, in zona gialla, le attività degli  esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture ad essi assimilabili possono svolgersi anche nei giorni festivi e prefestivi nel rispetto di protocolli e linee guida, adottati ai sensi dell'articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020".

Decreto Ministro della Salute del 23 aprile 2021

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle Regioni Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e nelle Province autonome di Trento e Bolzano. 

Decreto Legge 22 aprile 2021, n. 52 

Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19.