Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Prorogato al 29 gennaio il bando per i contributi a favore di lavoratrici e lavoratori in disagio economico senza ammortizzatori

Rivolto a
Cittadini

E' prorogato fino alle ore 12.00 del 29 gennaio 2021 lo sportello per la presentazione delle richieste di contributo a fondo perduto una tantum di 600 euro, da parte delle lavoratrici e dei lavoratori in condizione di riduzione della retribuzione, per sospensione o cessazione della prestazione di lavoro nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020, in seguito all’emergenza da Covid-19, che non abbiano percepito prestazioni previdenziali e/o assistenziali.

Il prezzo più alto della crisi innescata dalla pandemia in corso lo stanno pagando i lavoratori e le lavoratrici rimasti senza reddito, senza ammortizzatori sociali e in forte disagio economico. A questa platea, la Regione Piemonte, di concerto con le parti sociali e in collaborazione con Finpiemonte, dedica un fondo attraverso il quale erogare contributi a fondo perduto.

Un sostegno concreto per quei lavoratori “dimenticati” dal decreto legge del 17 marzo 2020, convertito poi in legge il 24 aprile, che aveva ampliato in modo straordinario il ricorso agli strumenti di sostegno al reddito come la cassa integrazione ordinaria e in deroga.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto una tantum di 600 euro.

Attenzione

Per presentare la domanda occorre essere in possesso dello SPID

Richiedi SPID

 

Informazioni utili

Che cos'è e come funziona l'intervento

Lo sportello telematico per la presentazione delle domande sarà aperto dalle 9 del 1° dicembre 2020 alle 12 del 29 gennaio 2021.

Tutorial per la presentazione della domanda

 

Beneficiari del contributo

I beneficiari del contributo sono:

  • Lavoratori/lavoratrici dei fallimenti
  • Lavoratori/lavoratrici domestici/domestiche conviventi al 23.02.2020
  • Lavoratori/lavoratrici della ristorazione, di imprese che hanno continuato a lavorare nel periodo da marzo 2020 a maggio 2020 con riduzione di orario, impiegati nella fornitura di pasti preparati e nei servizi di ristorazione in self service, con contratto sospeso o cessato nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020
  • Collaboratori coordinati continuativi con contratto sospeso o cessato nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020

Requisiti necessari

  • essere residenti o domiciliati in Piemonte
  • aver subito una sospensione o cessazione del rapporto di lavoro nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020
  • non aver percepito alcuna retribuzione nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020
  • non aver percepito prestazioni previdenziali/assistenziali nel periodo continuativo da marzo a maggio 2020.
Come presentare la domanda

Prerequisiti per presentare la domanda di contributo

Per presentare le domand, i beneficiari devono possedere:

  • il certificato di identità digitale (SPID)

oppure

  • la carta d’identità elettronica

oppure

  • un certificato digitale.

 

Attenzione

I dispositivi devono essere intestati alla persona fisica che intende richiedere il contributo.

Presentazione della domanda

Le domande devono essere inviate via internet, a partire dalle ore 9 del 1° dicembre 2020, fino alle ore 12 del 15 gennaio 2021, compilando il modulo telematico disponibile alla pagina

http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande.

La procedura di presentazione delle domande è “a sportello”, pertanto le stesse possono essere presentate continuativamente fino alla scadenza del termine.

In fase di caricamento, il richiedente dovrà indicare un IBAN esclusivamente italiano e sottoscrivere, sotto la propria responsabilità, una serie di informazioni, dichiarazioni e impegni.

Al termine della procedura, una volta inviata telematicamente la domanda, il sistema restituisce copia della stessa in formato pdf. Si suggerisce di stampare e conservare copia della domanda per eventuali verifiche del suo stato di avanzamento o di annotarsi il numero progressivo di invio indicato sulla stessa.

Attenzione: in fase di caricamento della domanda è consigliato indicare un indirizzo e-mail valido, anche non direttamente riferito al beneficiario, al fine di rendere più efficace ed efficiente ogni comunicazione tra Finpiemonte e il beneficiario relativa alla domanda.

Informazioni, assistenza e contatti

Per facilitare la compilazione della domanda, alla pagina http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande, nella sezione “documentazione bandi”, è disponibile un tutorial che supporta nella comprensione di tutte le fasi della procedura informatica di compilazione.

Per una facile e rapida comprensione dei requisiti e delle modalità di accesso e di erogazione dell’aiuto, è possibile scaricare il materiale informativo dedicato nella sezione dedicata al Fondo sul sito di Finpiemonte.

Ulteriori informazioni a supporto degli utenti sono disponibili presso gli uffici e le sedi delle Organizzazioni sindacali del Piemonte.

Riferimenti normativi

Legge regionale 29 maggio 2020, n. 13 Interventi di sostegno finanziario e di semplificazione per contrastare l'emergenza da Covid-19 

Art. 26.

(Fondo per lavoratrici e lavoratori in disagio economico senza ammortizzatori)
1. E’ costituito presso Finpiemonte S.p.a. un fondo di sostegno al reddito, sotto forma di contributo una tantum, per le lavoratrici ed i lavoratori che non hanno avuto accesso ad alcun tipo di ammortizzatore e che hanno subito una riduzione della retribuzione a causa della sospensione o della cessazione della prestazione lavorativa, nel periodo da marzo 2020 a maggio2020,a seguito dell’emergenza da Covid-19.
2. Per dare attuazione a quanto previsto al comma 1 sono stanziati euro 10.000.000,00 sulla missione 15 (Politiche per il lavoro e la formazione professionale), programma 15.03 (Sostegno all'occupazione), titolo I (Spese correnti) del bilancio di previsione finanziario 2020-2022.
3. Alla copertura di quanto previsto al comma 1 si provvede con le risorse con le risorse di cui all’articolo 36.

Delibera di Giunta regionale n. 6-2130 del 23 ottobre 2020 Approvazione della misura "Fondo per lavoratrici e lavoratori in disagio economico senza ammortizzatori

Determinazione dirigenziale n. 652 del 9 novembre 2020 Affidamento a Finpiemonte delle attività e delle funzioni connesse alla costituzione del Fondo

Cause di esclusione dal contributo

Non può essere ammesso al contributo chi, nel periodo marzo-maggio 2020, ha già fruito delle seguenti prestazioni:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria

 

  • Indennità Disoccupazione Agricola

  • Anticipazione NASPI

 

  • Assegno Sociale

  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga

 

  • Reddito di Cittadinanza

  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria

 

  • Reddito di Emergenza

  • Cassa Integrazione Salariale Operai Agricoli

 

  • Invalidità Civile

  • Integrazioni dei Fondi di Solidarietà

 

  • Assegno Ordinario d’Invalidità

  • Integrazioni del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato

 

  • Indennità Disoccupazione Collaboratori Coordinati e Continuativi

  • Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI)

 

  • Indennità di cui ai D.L n. 18/2020, n. 34/2020, n. 104/2020 (c.d bonus )

  • Indennità Disoccupazione Lavoratori Rimpatriati e Frontalieri

 

  • Assegno Ordinario del Fondo d’Integrazione Salariale

  • Pensione d’Inabilità

 

 

 


 

 

FAQ

Contatti

Riferimento
Numero Verde della Regione Piemonte
Telefono
800 333 444