Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Persone con disabilità e lavoro

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

La Regione Piemonte, ai sensi della legge 12 marzo 1999, n.68 e come previsto dalla legge regionale 22 dicembre 2008, n. 34, promuove il diritto al lavoro delle persone con disabilità, per garantirne la piena cittadinanza e l’inclusione sociale.

Fondo Regionale Disabili 2021-2024

Ad Aprile 2021 a Regione Piemonte, con l’approvazione del Piano Disabilità 2021-2024, ha stanziato 40 milioni di euro dedicati all’inclusione lavorativa per le persone con disabilità.

Il piano sarà finanziato prevalentemente con risorse del Fondo regionale disabili, integrate con risorse provenienti dal prossimo POR FSE 2021-2027, in sinergia con altri strumenti regionali e nazionali dedicati alle politiche di sostegno verso soggetti con disabilità. Il progetto vedrà la collaborazione tra Regione Piemonte e Agenzia Piemonte Lavoro attraverso i Centri per l’Impiego che operano sul territorio. L’obiettivo sarà garantire l’accesso, la permanenza e la qualificazione dell’occupazione delle persone con disabilità attraverso interventi mirati all’inserimento o re-inserimento al lavoro, al mantenimento lavorativo, all’inclusione sociale; non mancheranno percorsi orientativi e formativi di raccordo scuola/lavoro e di incentivo, oltre che di supporto, alle imprese nell’inserimento di persone fragili.

Alla luce degli indirizzi nazionali e di uno sviluppo integrato delle competenze, sarà data particolare attenzione al rafforzamento delle competenze digitali. Saranno utilizzati i Buoni Servizi Lavoro, o tirocini attivati dai Centri per l’Impiego, oltre a misure di sostegno per le imprese con interventi formativi ad hoc.

Saranno promossi interventi in stretta collaborazione con il mondo della scuola e della formazione: già a partire dalle classi superiori del 3°, 4° e 5° anno si organizzeranno percorsi mirati e personalizzati, sia all’interno degli strumenti di programmazione già esistenti, sia eventualmente attraverso la creazione di nuove misure ad hoc.

Tutti i progetti dovranno concludersi con un esito occupazionale, sia esso un percorso di alternanza scuola lavoro, di impresa formativa o di impresa simulata, oppure un inserimento lavorativo vero e proprio attraverso un contratto stabile oppure un tirocinio per favorirne l’inserimento nel mercato del lavoro.

Opportunità per le persone: il Buono servizi al lavoro e i Progetti speciali

Dal 2017 la Regione Piemonte promuove il Buono servizi al lavoro, una misura sostenuta con le risorse del Fondo Sociale Europeo, che prevede, tra gli altri, anche gli interventi per l’inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro, affiancando ai servizi pubblici per l’Impiego (CPI) le agenzie private accreditate per i servizi al lavoro.

Sono oggi attive sull'intero territorio regionale oltre 200 sedi di servizi accreditati per il lavoro, in aggiunta agli uffici dei Centri per l'impiego. I servizi privati sono stati individuati attraverso un apposito bando.

Per approfondire

Nel 2020, per venire incontro alle persone più fragili, è stato aperto un bandoper sperimentare percorsi di inserimento lavorativo rivolti a fasce specifiche: i Progetti speciali per l'inclusione socio-lavorativa.

Con i Progetti speciali, la Regione Piemonte promuove la collaborazione tra enti pubblici e privati, che si occupano di inclusione lavorativa di persone con disabilità grave.

L’obiettivo è di favorire inserimenti lavorativi stabili e di qualità delle persone disabili in condizioni di maggiore fragilità e vulnerabilità.

I progetti, finanziati attraverso il bando e avviati nelle prime settimane del 2021, si concluderanno il 30 giugno 2022.

Per approfondire

Obblighi per le imprese

Dal 2017 la Regione Piemonte ha assunto la competenza relativa al procedimento di autorizzazione all’esonero parziale, previsto dalla Legge 68/99, dall'obbligo di assunzione di persone con disabilità, per i datori di lavoro pubblici e privati, che occupano almeno 36 dipendenti e che, per particolari condizioni della propria attività, non possono rispettare interamente l'obbligo della riserva.

Per approfondire

Il collocamento mirato

E' un servizio del Centro per l’Impiego, in cui operano addetti specializzati nell'inserimento lavorativo di persone con disabilità 

Possono accedere al collocamento mirato le persone affette da minorazioni fisiche, psichiche e portatori di handicap intellettivo con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%; le persone non vedenti o non udenti; le persone invalide del lavoro con grado di invalidità superiore al 33%; le persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e di servizio, purché disoccupate e immediatamente disponibili al lavoro.

Il servizio è rivolto anche ai cittadini stranieri non comunitari regolarmente presenti in Italia.

Per approfondire 

Dati e monitoraggi

Il collocamento mirato in Piemonte - Maggio 2021

Il collocamento mirato in Piemonte - Giugno 2020

 

Allegati

d.g.r._5-3144.pdf
File pdf - 996.51 KB
Il collocamento mirato in Piemonte - Maggio 2021
File pdf - 351.02 KB