Tipologia di contenuto
Progetto

Nati per Leggere Piemonte

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Realizzazione locale del Programma nazionale Nati per Leggere, con l'obiettivo promuovere la lettura ad alta voce in famiglia con bambini dagli zero ai sei anni.

Entro il 15 luglio 2019 è possibile inviare alla Compagnia di San Paolo di Torino richiesta di contributo per i progetti Nati per Leggere Piemonte 2019-2020. Per la compilazione delle istanze vi invitiamo  a utilizzare il seguente link:

https://www.compagniadisanpaolo.it/ita/Bandi-e-scadenze/Nati-per-Leggere-Piemonte-Linee-guida-per-i-progetti-2019-2020

È la realizzazione locale del Programma nazionale Nati per Leggere, sviluppato da oltre vent’anni dall’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino onlus. Anche l’obiettivo di Nati per Leggere Piemonte è quindi promuovere la lettura ad alta voce in famiglie con bambini dagli zero ai sei anni, esperienza importante per la salute e lo sviluppo del bambino. Il programma piemontese è attivo attraverso una ventina di progetti locali di cui si trova la sintesi annuale nella sezione I progetti piemontesi.

Per rimanere aggiornato sulle nostre iniziative visita la pagina Facebook di Nati per Leggere Piemonte.

Come aderire

Le schede che sintetizzano i progetti locali contengono anche i riferimenti utili per contattare i relativi referenti. Pertanto se un asilo, una biblioteca, un’associazione, un libero professionista o una mamma desiderano inserirsi nel progetto è sufficiente che contattino il referente locale per verificare le possibilità di collaborazione. Questi mantiene i contatti con la Regione.

In ogni caso, se volete contattarci direttamente, potete scrivere alla referente regionale.

Durata progetto

Dal 2001

Video

I progetti piemontesi

A molti anni dal suo avvio, il progetto piemontese resta un'eccellenza, in virtù di numerosi fattori tra cui la rete bibliotecaria preesistente e consolidata, organizzata per sistemi su tutto il territorio, la sensibilità di asili e scuole d'infanzia, l’indispensabile e ininterrotto sostegno della Compagnia di San Paolo di Torino.

Dalla sinergia tra le diverse forze e professionalità è maturato un unico, grande progetto regionale condotto a livello locale nelle diverse forme associative in cui i servizi bibliotecari sono organizzati.

I progetti 2018-19

 

L’importanza di leggere con i bambini sin da piccoli

Leggere con un bambino vuol dire contribuire in modo determinante alla crescita delle sue capacità cognitive e relazionali.

Il bambino ha fame di conoscenza, così come ha fame di affetto.

L’intimità che si crea condividendo la lettura di un libro rappresenta il terreno ideale su cui far crescere il suo amore per le parole e le storie, oltre che le sue capacità di comprendere meglio il mondo che sta dentro e fuori di lui. In una parola, il suo benessere.

Inoltre, poiché il successo scolastico è in gran parte legato al tipo di rapporto che il bambino instaura, nei primi anni, con la parola ascoltata dalla voce dell'adulto, l'ambiente familiare ha grandi possibilità di offrire modelli positivi e favorire un buon incontro con i libri, anche perché la lettura richiede una partecipazione attiva più faticosa di altri media e, per essere ben accetta, deve essere presentata con il piacere della condivisione

L’ampia offerta di libri 0-6 e di attività di lettura è un elemento qualificante anche di biblioteche, asili, scuole e il genitore dovrebbe tenerlo presente. Del resto i principali partner della famiglia sono proprio gli educatori, i bibliotecari e i librai nonché i pediatri, punto di riferimento imprescindibile e di grande autorevolezza per i neo genitori. NpLPiemonte conta decine di studi dotati di libri e con la presenza di volontari che leggono durante le attese.

Rendere la lettura un evento quotidiano piacevole, atteso e desiderato: ecco la sfida che viene lanciata alle famiglie e all’intera comunità educante.

Che cosa leggere

La produzione di letteratura destinata all’infanzia è vastissima e sottoposta a un rinnovamento rapidissimo: fornire alcuni strumenti a chi voglia affrontare con una qualche consapevolezza la scelta di un testo può contribuire a evitare sperperi e soprattutto a delegare a strategie di marketing sempre più sofisticate e aggressive il compito di dirci che cosa leggere ai nostri bambini.

I libri andranno scelti anche in base alle tappe evolutive del piccolo: nell’arco dei primi tre anni di vita il bambino cambia moltissimo, e molto in fretta: cambia più di quanto cambierà in tutti gli altri anni della sua vita. La tabella Come scegliere i libri da leggere con i bambini, consultabile negli allegati, rappresenta una piccola guida alla scelta del libro che più corrisponde alle capacità di fruizione del bambino nei primi tre anni d’età.

Per orientarsi abbiamo chiesto all’esperta Rita Valentino Merletti di preparare un’ampia selezione di libri per bambini 0-6: alcuni titoli sono freschi di stampa, altri sono fuori catalogo, ma rintracciabili in buone biblioteche. Puoi scaricare l'allegato Filastrocche per voce di mamma… nella sezione allegati. Filastrocche per voce di mamma… (collegamento al file Irrinunciabili.pdf).

Per restare sempre aggiornati vi ricordiamo infine che l'Osservatorio Editoriale del Coordinamento nazionale Npl pubblica ogni tre anni Nati per Leggere. Guida per genitori e futuri lettori, l'elenco dei migliori libri per bambini, che seleziona le novità editoriali, con criteri che tengono conto della qualità narrativa, delle illustrazioni e tipografica, dell'impaginazione e degli aspetti pedagogici.

Il Premio Nazionale Nati per Leggere

Consapevole della solidità raggiunta da Npl Piemonte, nel 2009 la Regione Piemonte ha istituito il Premio nazionale Nati per Leggere. Una giuria composta da docenti, esperti di letteratura per l'infanzia, bibliotecari, pediatri, librai specializzati e giornalisti riconosce la miglior produzione editoriale 0-6 suddivisa per fasce d’età, l’impegno dei pediatri nella diffusione del Programma, i migliori progetti locali di tutta Italia. Parallelamente, 5000 bambini di età compresa tra 3 e 6 anni sparsi per la penisola e coadiuvati da insegnanti, librai, bibliotecari decretano il loro libro vincitore.

La premiazione si svolge durante il Salone Internazionale del Libro di Torino che collabora al all’iniziativa insieme alla Città di Torino, al Coordinamento Nazionale Nati per Leggere e alla rivista specializzata LiBeR.

Per ulteriori approfondimenti e consultare il ricco archivio si rimanda alla specifica sezione del sito Internet di Nati per Leggere Nazionale.

Focus periodici

Per raggiungere gli obiettivi del Programma sono indispensabili il costante monitoraggio e l’auto-valutazione, motivo per cui la raccolta dei dati dei progetti locali è annuale. Oltre a questa raccolta esaustiva, la Regione Piemonte dal 2013 scatta periodicamente delle “fotografie” di alcune attività e aspetti essenziali del progetto. Nei box che seguono sono riportati i dati relativi ai focus realizzati.

I rapporti con il volontariato

Il volontario è una fonte inesauribile di risorse per Npl, una garanzia che la lettura ad alta voce ai bambini possa diventare una buona pratica abituale. Si impegna in un Programma dal grande impatto educativo e sociale, di cui diviene ambasciatore e collaboratore svolgendo i ruoli che gli sono più congeniali. Spesso si tratta di figure professionali, come insegnanti della scuola dell’infanzia ed educatori di nido, ma non mancano, operatori culturali, studentesse, genitori e persino nonni. Abbiamo cercato di coglierne le peculiarità in questo “scatto”.

I rapporti con il sistema educativo

Della comunità educante che si prende cura dei bambini in età prescolare un ruolo essenziale è rivestito naturalmente dalle professionalità e dalle strutture deputate all’educazione: asili, scuole d’infanzia, ludoteche e quindi educatori e insegnanti sono i soggetti colti da questa “istantanea” che in realtà, fotografando l’oggi, racconta anche il lavoro di ieri.

Archivio progetti

La Regione Piemonte dispone di un archivio di documentazione relativo a tutti i progetti NpL presentati dai Sistemi bibliotecari piemontesi dal 2005 al 2017 consultabili contattando il referente regionale del progetto.

Contatti

Riferimento
Paola Ganio Vecchiolino
Telefono
011.432.5175
Email
paola.ganiovecchiolino@regione.piemonte.it