Tipologia di contenuto
Modulistica

Riconoscimento come primi acquirenti di latte bovino

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

Le imprese che raccolgono latte bovino dai produttori, per poi commercializzare il latte, tal quale o lavorato, devono essere preventivamente riconosciute dalla Regione Piemonte.

Chi può chiedere il riconoscimento

Il riconoscimento è concesso se il primo acquirente:

  • rispetta la vigente normativa antimafia;

  • è iscritto alla Camera di Commercio;

  • dispone di locali in cui l’Autorità competente possa consultare la contabilità di magazzino, i registri e gli altri documenti commerciali e contabili;

  • si impegna a tenere aggiornati la contabilità di magazzino, i registri, i documenti commerciali ed amministrativi (es.certificati di analisi della materia grassa), garantendone la disponibilità e la conservazione per almeno tre anni;

  • si impegna ad eseguire le registrazioni e trasmettere mensilmente le informazioni relative al latte raccolto da ciascun produttore, compreso il tenore di materia grassa, avvalendosi dei servizi del SIAN;

  • dispone di collegamento telematico con il SIAN, o in alternativa aderisce ai servizi di consultazione/aggiornamento delle banche dati SIAN forniti da Centri autorizzati di Assistenza Agricola oppure da Organizzazioni e Associazioni degli acquirenti;

  • ha un dispositivo riconosciuto per la firma digitale del legale rappresentante;

  • si impegna a comunicare prontamente ogni variazione relativa al proprio rappresentante legale, alla denominazione o ragione sociale, alle proprie sedi.

Le imprese che, alla data del 21 maggio 2015, erano già in possesso della qualifica di primo acquirente mantengono il riconoscimento.

Come chiedere il riconoscimento

Almeno 90 giorni prima dell’avvio dell’attività di raccolta latte, va presentata via PEC alla Regione Piemonte, Dir. Agricoltura, Settore Attuazione programmi relativi alle produzioni vegetali ed animali (PEC: produz.vegetalieanimali@cert.regione.piemonte.it) un’istanza di riconoscimento in bollo, sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante.

L’istanza va compilata utilizzando il modello di richiesta e, qualora necessario, gli allegati; ai sensi del D.Lgs 159/11 e s.m.i. va acquisita anche la documentazione antimafia.

Gestione dell’Albo dei Primi Acquirenti

Ottenuto il riconoscimento, il Settore Attuazione programmi relativi alle produzioni vegetali ed animali registra la ditta e la iscrive nell’Albo dei primi acquirenti tenuto nel SIAN. La ditta è tenuta a comunicare tempestivamente ogni variazione relativa ai dati forniti (es. rappresentante legale, denominazione, ragione sociale, sede) nonché l’eventuale adesione e/o il recesso da una Associazione od Organizzazione di acquirenti, utilizzando l’apposito modello.

In caso di mutamento nella conduzione o nella forma giuridica, su istanza del primo acquirente il riconoscimento può essere riconosciuto valido, previa verifica da parte del Settore competente del mantenimento dei requisiti. La revoca del riconoscimento viene applicata:

  • a richiesta dell’interessato;

  • per constatata cessazione dell’attività di primo acquirente, compreso il caso di mancato acquisto di latte dai produttori per oltre 12 mesi;

  • qualora vengano meno i requisiti di cui all’art. 3, comma 2 del DM 7 aprile 2015;

  • per violazione della normativa di settore, nei casi espressamente previsti dalle disposizioni di legge.

Allegati

Modulo richiesta riconoscimento
File rtf - 120.71 KB
Allegato Sedi operative
File rtf - 39.6 KB
Allegato Attivazione utenze
File rtf - 41.55 KB
Modulo adesione/recesso org acquirenti
File rtf - 61.75 KB