Sopralluogo al cantiere del presidente della Regione

Creato il
04 Giugno 2018

Presidente e del vicepresidente della Regione Piemonte hanno effettuato un sopralluogo nel cantiere della nuova Sede Unica in zona Lingotto di Torino, insieme ad alcuni consiglieri regionali e della circoscrizione.

Dopo aver essere stato al 41° piano, dove avrà sede la presidenza, e aver preso visione di quella che sarà la strutturazione degli uffici ai vari piani, il presidente ha affermato che ci sono stati ritardi, indipendenti dalla volontà della Regione, ma ora i lavori sono per fortuna ripresi, ed ha annunciato che l’obiettivo è avere il palazzo agibile entro fine legislatura, possibilmente anche qualche mese prima per cominciare già i trasferimenti. La ripresa dei lavori consentirà di ultimare le opere entro la prossima primavera.

Come ha puntualizzato il vicepresidente, sono la relazione tecnica di Cnr sulle vetrate danneggiate e le piastrelle, lesionate per circa il 60% del totale, i principali problemi da affrontare per ultimare la realizzazione del palazzo. La questione relativa al rivestimento dei pavimenti dovrebbe risolversi nei prossimi giorni, per ridare impulso all’attività dei lavori. Le preoccupazioni sono due ma hanno binari diversi: la conclusione del cantiere e la tutela patrimoniale degli interessi della Regione.

Il vicepresidente ha anche spiegato che dal 18 giugno verrà smontato il montacarichi e chiuso il palazzo e che la scorsa settimana è stata affidata la gara per gli arredi. Inoltre, ci sarà una perizia suppletiva di variante al progetto relativa ad alcune questioni, come la gestione degli accessi e della vigilanza all’ingresso o il collegamento con il bar, e alcune partizioni tra gli uffici.

Il sopralluogo è avvenuto nel giorno in cui è stato sottoscritto il collaudo strutturale di tutte le opere statiche fino al 24 novembre 2017. I tecnici hanno precisato che l’assestamento fisiologico del palazzo è stato di 23 mm.