Contestazioni su avvisi di accertamento

Rivolto a
Cittadini
Imprese e liberi professionisti

Manda un messaggio con le tue osservazioni all’indirizzo di posta elettronica tcr@regione.piemonte.it, indicando:

  • se sei una persona fisica il tuo codice fiscale, cognome e nome e domicilio fiscale (CAP, comune, provincia e indirizzo);
  • se sei un soggetto diverso da persona fisica (società e enti) il codice fiscale, denominazione o ragione sociale e domicilio fiscale (CAP, comune, provincia e indirizzo) della società o ente, il codice fiscale, nome e cognome del legale rappresentante;
  • in tutti i casi, il numero dell'avviso di accertamento che intendi contestare e il motivo della richiesta. Allega al messaggio la scansione, in formato PDF, della documentazione che intendi far conoscere (ad esempio, la ricevuta del pagamento).

Devi inviare una e-mail alla casella di posta: tcr@regione.piemonte.it, allegando idonea documentazione.

Devi inviare una e-mail alla casella di posta: tcr@regione.piemonte.it, allegando idonea documentazione.

Se hai fatto disdetta al Comune entro l'ultimo giorno utile di pagamento e sei in possesso del documento attestante la restituzione dell'autorizzazione non devi pagare, ma inviare la disdetta con una e-mail alla casella di posta: tcr@regione.piemonte.it.

La tassa è annuale e non frazionabile ed è dovuta quindi totalmente, tenendo conto della situazione esistente al 31 gennaio.

Non è possibile chiedere il rimborso per i mesi successivi alla restituzione dell'autorizzazione, sempre perchè la tassa è annuale e non frazionabile.

Puoi spedire domanda e documentazione all'indirizzo:

REGIONE PIEMONTE, DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE, SETTORE POLITICHE FISCALI

Corso Regina Margherita 153 Bis - 10122 Torino (TO).