1 dicembre 2022, giornata mondiale della lotta all'AIDS

"Solidarietà globale, responsabilità condivisa"

É questo lo slogan scelto da UNAIDS per celebrare in tutto il mondo la giornata di lotta all'AIDS e sensibilizzare sull'importanza della prevenzione e dell'accesso precoce alle cure.

La situazione in Piemonte

Il report "HIV e AIDS in Piemonte 2019-2021" a cura del SEREMI - Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive fotografa la situazione con riferimento all'ultimo triennio e porta l'attenzione a:

  • infezioni
    le segnalazioni complessive sono state 365 (nel 2020 sono stati rilevati 85 casi, il dato più basso degli ultimi quindici anni).
  • nuove diagnosi
    119 nuove diagnosi di HIV in persone nate fuori Italia, pari al 33% del totale: si segnala che a seconda delle aree geografiche di provenienza si registrano differenze rispetto al genere, all’età e alle modalità di trasmissione
  • età dei nuovi casi
    le nuove diagnosi in giovani con meno di 25 anni di età sono il 5% del totale. Nell’ultimo triennio si è ridotta la frequenza delle classi giovani (15-34 anni) mentre è cresciuta la quota di diagnosi in età più avanzata, oltre i 45 anni
  • modalità di trasmissione
    da ormai quasi venti anni la modalità prevalente di trasmissione è rappresentata dai  rapporti sessuali non protetti, con una frequenza che cresce dal 70% dei primi anni duemila al 87% del 2021
  • diagnosi tardiva
    il 45% delle diagnosi è avvenuta in stadio avanzato di infezione da HIV: un dato  in aumento rispetto ai trienni precedenti (39% dal 2016 al 2018; 35% dal 2013 al 2015)
  • diffusione del test
    Nel 2020 c'è stato un forte calo del numero di test HIV effettuati e dei  soggetti testati (-23%). Nel 2021 la popolazione adulta testata supera nuovamente il 3%, con un incremento percentuale del 9% rispetto al 2020. Le previsioni per il 2022 stimano un’ulteriore crescita dei test HIV di almeno il 6%

    scarica il report integrale 
     

 

I comportamenti corretti

Con la fine del periodo di emergenza pandemica e la ripresa di tutte le attività sociali, devono essere ulteriormente diffusi i comportamenti corretti:

  • rispetta le regole del "sesso sicuro"
  • in caso di comportamenti sessuali a rischio e/o in presenza di sintomi fai il test HIV
  • se sei in cura segui con precisione il trattamento farmacologico

Ricorda che...
Il test è gratuito, veloce e anonimo

I Centri MST - Malattie Sessualmente Trasmesse

In caso di dubbi o di sintomi, rivolgiti con fiducia ai Centri MST - Malattie Sessualmente Trasmissibili accreditati dalla Regione Piemonte. Tutti garantiscono accesso diretto senza prenotazione, visite gratuite, anonimato.

Qui trovi l'elenco e le modalità di accoglienza