Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Il sistema operativo antincendi boschivi del Piemonte

Rivolto a
Cittadini

Il Sistema è costituito dai soggetti attivi nella prevenzione e lotta agli incendi boschivi

La Regione Piemonte, in ossequio alla normativa nazionale L. 353/2000­­ e regionale L.r. 15/2018 coordina tutte le attività AIB, promuove azioni volte a ridurre il rischio incendi boschivi, redige gli strumenti di pianificazione (Piano Regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi) richiesti dalla normative istituisce e coordina il Sistema operativo antincendi boschivi, attraverso la stipula di appositi Accordi, Convenzioni e contratti; promuove l’informazione e la divulgazione sulla prevenzione degli incendi, favorisce gli studi e le ricerche in materia AIB.

Al Corpo nazionale Vigili del Fuoco, a seguito di apposito accordo, la Regione Piemonte ha affidato specificamente:

a) la gestione ed il coordinamento tecnico operativo della Sala Operativa Unificata Permanente (di seguito SOUP), prevista all’art. 7 della Legge quadro sugli incendi boschivi (legge 21 novembre 2000, n. 353), attraverso la Sala Operativa Regionale (SOR), che si atterrà, nell’ambito delle materie oggetto di Convenzione, alle direttive generali dalla Regione, concordate con la Direzione Regionale VV.F. per il Piemonte;

b) il coordinamento delle operazioni di spegnimento a terra degli incendi boschivi, nel rispetto dell'autonomia organizzativa e operativa del Corpo Volontari Antincendi Boschivi del Piemonte, sulla base delle procedure operative regionali;

c) la direzione delle operazioni di spegnimento aereo degli incendi boschivi, attraverso l’impiego dei mezzi statali e regionali, effettuata tramite l’impiego di personale DOS - VV.F. appositamente formato.

Ai Carabinieri Forestale, a seguito di Convenzione, specificamente in materia di incendi boschivi, è richiesto, tra l’altro, di fornire i dati relativi alle perimetrazioni delle superfici percorse dal fuoco, ai sensi della Legge n. 353 del 2000;  di svolgere attività di sorveglianza sui territori regionali a rischio di incendio boschivo e di prevenzione dei comportamenti pericolosi, di condurre le attività investigative, inviando, quando possibile, un proprio rappresentante sul teatro delle operazioni di spegnimento che verifichi l’osservanza delle leggi e fornisca, ove necessario, informazioni sulle caratteristiche vegetazionali e orografiche degli stessi.

Il Corpo Volontari AIB del Piemonte - a seguito di apposita Convenzione­ con la Regione Piemonte - interviene operativamente nella prevenzione e in tutte le fasi di sorveglianza e lotta attiva agli incendi boschivi. Fornisce i Co.AIB, figure altamente specializzate, riconosciute dalla Regione, idonee al coordinamento operativo dei volontari AIB nella lotta agli incendi boschivi. Partecipa ad iniziative di sensibilizzazione preventiva sul rischio incendi.

I Volontari del Corpo AIB Piemonte hanno superato corsi di formazione/addestramento sul rischio incendi boschivi, sono dotati di adeguati Dispositivi di protezione individuale e sono idonei fisicamente all’attività.
I Volontari del Corpo AIB Piemonte possono usufruire dei benefici di legge indicati nel Codice della protezione civile, artt 39-40.

 

Allegati

accordo regione vvf
File pdf - 87.43 KB
convenzione regione ccf
File pdf - 1.05 MB
convenzione regione corpo aib
File pdf - 164.94 KB