Tipologia di contenuto
Scheda informativa

RIENTRO - rimanere entrambi genitori responsabili e occupati

Rivolto a
Cittadini

POR FSE 2014-2020

Di che cosa si tratta?

RI.ENT.R.O. ha due finalità:

  • sostenere il rientro lavorativo delle madri lavoratrici dopo la maternità 
  • incoraggiare la condivisione delle responsabilità di cura familiari tra madri e padri.

In concreto l’incentivo è erogato se la madre torna a lavorare dopo la maternità e il padre utilizza il congedo parentale.

Per i nuclei monoparentali composti dalla sola madre, l’incentivo è erogato per il rientro lavorativo della madre.

Il campo di applicazione del presente intervento è quello contemplato dal Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53” e s.m.i. .

Chi ha diritto all’incentivo e qual è il suo valore?

Hanno diritto all’incentivo le madri lavoratrici dipendenti del settore privato, comprese le socie lavoratrici di società cooperative, e le persone fisiche che rivestono il ruolo di lavoratrice autonoma e di imprenditrice (titolari o socie) di micro imprese.

L’incentivo è erogato nei seguenti casi:

  • la madre rientra o permane al lavoro mentre il padre lavoratore dipendente del settore privato fruisce del congedo parentale, per uno o più periodi corrispondenti ad almeno un mese solare ciascuno, entro il 12° mese di vita del/della figlio/a o il 12° mese dall’ingresso del/la minore in famiglia, in caso di adozione o affidamento – il valore dell’incentivo è di € 400,00 per ogni mese solare di congedo parentale con la modalità giornaliera o di € 200,00 per ogni mese solare su base oraria in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero;
  • la madre rientra o permane al lavoro mentre il padre lavoratore dipendente del settore privato fruisce del prolungamento del congedo parentale per minori in situazione di grave disabilità per uno o più periodi corrispondenti ad almeno un mese solare ciascuno, entro il 18° mese di vita del/della figlio/a o il 18° mese dall’ingresso del/la minore in famiglia, in caso di adozione o affidamento – il valore dell’incentivo è di € 400,00 per ogni mese solare di prolungamento del congedo parentale.
  • la madre rientra o permane al lavoro, nel caso di nucleo monoparentale composto dalla sola madre, per periodi corrispondenti a mesi solari (rif. D.Lgs 151/2001 e s.m.i.). I mesi solari di rientro o permanenza lavorativa in riferimento ai quali è possibile richiedere l’incentivo sono quelli effettuati entro il 12° mese di vita del/della figlio/a o il 12° mese dall’ingresso del/la minore in famiglia, in caso di adozione o affidamento. Nel caso in cui tale figlio/a sia in situazione di grave disabilità, i mesi solari di rientro o permanenza lavorativa in riferimento ai quali è possibile richiedere l’incentivo sono quelli fruiti fino al 18° mese di vita del/la figlio/a o il 18° mese dall’ingresso del/la minore in famiglia, in caso di adozione o affidamento – il valore dell’incentivo e di € 500,00 per ogni mese solare di rientro o permanenza lavorativa.

Cosa fare per ottenere l’incentivo?

La madre lavoratrice deve inoltrare la domanda per l’ottenimento dell’incentivo dopo che il padre ha inoltrato la domanda all’INPS per la fruizione del congedo parentale.

Nel caso di nucleo monoparentale composto dalla sola madre, la domanda è presentata unicamente dalla madre non essendo collegata alla fruizione del congedo parentale da parte del padre.

Il modello di domanda da presentare alla Regione Piemonte per ottenere l’incentivo può essere scaricato on line.

In alternativa è possibile rivolgersi alle sedi provinciali dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Piemonte – URP (vedi elenco) per ritirare il modello cartaceo.

Modalità di presentazione delle domande

La domanda dovrà pervenire entro il 31/12/2020, salvo precedente esaurimento delle risorse o proroga termini, tramite una delle seguenti modalità:

  • al seguente indirizzo postale:

Regione Piemonte

Direzione Coesione sociale

Settore Politiche per le famiglie, giovani e migranti, pari opportunità e diritti

Via Magenta 12

10128 Torino

 

Per approfondimenti:

Bando pubblicato al seguente indirizzo web: http://www.regione.piemonte.it/diritti/web/bandi

Numero Verde Regione Piemonte 800333444

Uffici Relazioni con il Pubblico

Sedi provinciali:

URP ALESSANDRIA

Via dei Guasco, 1 15121 Alessandria

Tel 0131/28 50 72 - 0131/28 50 74

URP ASTI

Piazza Alfieri, 29 14100 Asti

Tel 0141/32 45 51 - 0141/32 45 59

URP BIELLA

Via Q.Sella 12 - 1° Piano 13900 Biella

Tel 015/85 51 571 - 015/85 51 568

URP CUNEO

Corso Kennedy, 7/bis 12100 CUNEO

Tel 0171/60 31 61 - 0171/60 37 48

URP NOVARA

Via Mora e Gibin, 4 - 28100 Novara

Tel 0321/66 61 99

URP TORINO

Piazza Castello, 165 10122 Torino

Tel 011/432 16 47

URP VERBANIA

Via Vittorio Veneto, 107 28922 Verbania

Tel 0323/50 93 69

URP VERCELLI

Via Fratelli Ponti, 24 - Palazzo Verga 13100 Vercelli

Tel 0161/60 02 86 - 0161/60 02 78