Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Multifunzionalità e agricoltura sociale

Rivolto a
Cittadini
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Gli aspetti multifunzionali dell’agricoltura sono sempre più oggetto di interesse da parte non solo del mondo agricolo, ma anche dei soggetti che operano in ambito sociale, culturale ed ambientale. La legge di riordino di tutta la normativa agricola regionale, ne ha delineato i contenuti e gli obiettivi.

Il tema dell’agricoltura sociale, in modo particolare, grazie all’approvazione della legge 18 agosto 2015, n. 141 (Disposizioni in materia di agricoltura sociale) ha definitivamente introdotto nel nostro ordinamento il concetto secondo il quale l’agricoltura può assumere un ruolo nell’ambito delle politiche sociali e sanitarie, mediante lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà, così come previsto dalla riforma del Titolo V della Costituzione. L’agricoltura sociale, dunque, si inserisce a pieno titolo nell’evoluzione del sistema del “welfare”, nel quale le attività dei privati si sviluppano per affiancarsi al sistema pubblico, interagendo con esso, al fine di contribuire al buon mantenimento dei servizi nonostante la diminuzione delle risorse disponibili a fronte del sempre crescente bisogno sociale, dovuto in modo particolare alla crisi economica di questo decennio.

La Regione Piemonte è consapevole della potenzialità dell’agricoltura multifunzionale e dell’agricoltura sociale. Con la programmazione dello sviluppo rurale 2014-2020, nell’ambito della Misura 16 è stata prevista l’operazione 16.9 specifica per la presentazione di progetti di agricoltura sociale; nell’ambito della Misura 19 CLLD Leader, ben sei Gruppi di azione locale (GAL) hanno presentato progetti di agricoltura sociale.

Nell’ambito della progettazione europea transnazionale, la Direzione Agricoltura sta avviando un progetto di agricoltura sociale che ha per oggetto l’integrazione dei migranti.

Una altro aspetto cui si è dato corso a partire dal 2016 è quello relativo ai percorsi formativi degli operatori di agricoltura sociale: attraverso il lavoro di un apposito gruppo tecnico, cui ha preso parte l’unità organizzativa che si occupa di agricoltura multifunzionale, è stata predisposta la scheda del corso standard di operatore di fattoria didattica che è stata inserita nel catalogo regionale dei corsi di formazione professionale.

L’obiettivo è quello di procedere con la definizione degli standard formativi delle altre figure professionali che operano nell’ambito dell’agricoltura multifunzionale in modo da implementare il catalogo regionale.

L’agricoltura sociale, dunque, rappresenta sia un’opportunità professionale, sia una possibilità di inclusione sociale e di riabilitazione psico-fisica. Pertanto la Regione Piemonte, nell’ambito delle funzioni proprie di programmazione e coordinamento, sta adottando strumenti adeguati per la gestione delle iniziative che via via nasceranno in questo ambito, alla luce del fatto che, per la sua specificità, la materia tocca molti aspetti ed è quindi trasversale a più direzioni regionali.

Contatti

Riferimento
Ludovica Crolle
Email
ludovica.crolle@regione.piemonte.it
Riferimento
Paolo Aceto
Email
paolo.aceto@regione.piemonte.it
The website encountered an unexpected error. Please try again later.