Filtra per direzione

A1400A - SANITÀ E WELFARE

Direzione
Direttore
Mario Minola
Vicario
Franco Ripa
Vice direttori
Livio Tesio
Franco Ripa
Bartolomeo Griglio
Email
sanita@regione.piemonte.it
PEC
sanita@cert.regione.piemonte.it
Recapiti
Indirizzo

Corso Regina Margherita 153 bis
Torino

Telefono
011 4323837
Materie di competenza

Compete alla direzione l’assistenza tecnica alla giunta regionale per l’esercizio delle funzioni di programmazione sanitaria e socio-sanitaria, la definizione degli obiettivi e dei programmi da attuare, il monitoraggio e la verifica sulla realizzazione dei programmi stessi, nonché l’attività di coordinamento ed indirizzo ai settori che ne costituiscono articolazione, in conformità alle indicazioni dell’organo di governo in materia di: programmazione sanitaria regionale; analisi e determinazione del fabbisogno sanitario e socio sanitario; gestione della rete ospedaliera e dei servizi specialistici ambulatoriali; programmazione degli investimenti di edilizia sanitaria e attrezzature tecnologiche sanitarie; programmazione e interventi area socio sanitaria;

  • indirizzi in materia di organizzazione del personale dipendente del SSR; sviluppo del sistema regionale di formazione permanente in sanità; coordinamento delle gare centralizzate di acquisto e logistica; programmazione, riparto e gestione del Fondo Sanitario Regionale; controlli sulla contabilità delle Aziende Sanitarie Regionali; controllo di gestione delle Aziende Sanitarie Regionali, con promozione delle c.d. bestpractice;
  • attività di contrasto alla corruzione e di vigilanza sui contratti, nonché sulle strutture pubbliche e private; accordi contrattuali con i soggetti erogatori privati; relazioni esterne; sviluppo del sistema di cure primarie; organizzazione delle reti dei servizi; liste di attesa; sistema di emergenza sanitaria 118; medicina termale; medicina sportiva; medicina legale; assistenza protesica e integrativa; specialistica ambulatoriale e screening; assistenza all’estero; autorizzazioni e accreditamenti delle strutture sanitarie private; politiche contrattuali del personale sanitario convenzionato; sistema informativo sanitario; monitoraggio della spesa farmaceutica; politiche del farmaco; promozione della salute; interventi e programmi di prevenzione;
  • prevenzione veterinaria; sicurezza alimentare; coordinamento con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale per il Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta;
  • supporto e consulenza giuridica agli Enti strumentali regionali in materia sanitaria mediante l’aggiornamento sull’evoluzione del diritto, sia con riferimento alla normativa vigente (nazionale, sopranazionale e regionale) sia con riguardo all’evoluzione giurisprudenziale.
  • Programmazione, organizzazione, promozione e controllo del sistema regionale integrato di interventi e servizi sociali, secondo i principi previsti dalla normativa vigente. Definizione dei costi e fabbisogni standard dei servizi e delle prestazioni sociali e socio-sanitarie.
  • Vigilanza e gestione degli interventi di edilizia residenziale, agevolata e speciale, nonché sovvenzionata e social housing; Formulazione e realizzazione del programma pluriennale di edilizia residenziale sociale, programmazione e realizzazione di interventi di edilizia residenziale speciale;
  • Rapporti con il sistema creditizio per l’erogazione di finanziamenti agevolati; Gestione dei fallimenti immobiliari e dei rapporti con i soggetti interessati;
  • Formulazione di bandi regionali; Vigilanza sulla situazione dei lavori; Osservatorio dell'edilizia e misurazione dei fabbisogni quali-quantitativi di edilizia residenziale sociale; Rilevazione delle condizioni del patrimonio edilizio esistente, della disponibilità di aree e immobili ed elaborazione proposte innovative e linee guida per la sostenibilità degli interventi;
  • Individuazione dei criteri per l'assegnazione di alloggi di edilizia sovvenzionata e agevolata; Raccordo e vigilanza nei confronti delle Agenzie Territoriali per la Casa; coordinamento e gestione procedurale degli accordi di programma e relativo supporto tecnico-operativo per le varie fasi di formazione, attuazione e approvazione dei singoli procedimenti. 
  • Definizione dei costi e fabbisogni standard dei servizi e delle prestazioni sociali e socio-sanitarie; programmazione e interventi nell’area socio-sanitaria; riparto,gestione e controllo dell’utilizzo delle risorse finanziarie da parte delle ASR e degli Enti Gestori dei servizi Socio Assistenziali per le attività dell’area socio-sanitaria; coordinamento, elaborazione e monitoraggio del sistema tariffario delle prestazioni socio-sanitarie.
  • Verifica e controllo dell’assetto istituzionale locale per la gestione dei servizi; programmazione e promozione degli interventi a sostegno  dei bambini e della famiglia e, in particolare, di minori, anziani, disabili, detenuti, ex detenuti e altre fasce deboli e indirizzi per la loro realizzazione; promozione e indirizzi per l'esercizio delle funzioni delegate e trasferite; verifica e controllo dell'assetto istituzionale locale per la gestione dei servizi; supporto alla programmazione locale, verifica della sua congruità e della qualità dei servizi erogati; riparto del fondo regionale per la gestione dei servizi socio-assistenziali nonché per gli interventi strutturali , verifica della spesa locale e dei risultati di gestione dei fondi assegnati. Promozione delle risorse di altri soggetti pubblici e privati operanti nel settore socio-assistenziale; sviluppo e gestione del Servizio Civile sul territorio regionale; piani di investimento per la realizzazione e la manutenzione di strutture socio-assistenziali e residenze sanitarie assistenziali; promozione ed indirizzo delle funzioni di vigilanza e di controllo sulle strutture socio-assistenziali e sulle residenze sanitarie assistenziali ed esercizio delle attività di competenza regionale;
  • Politiche giovanili. Attività amministrative e autorizzative inerenti alle IPAB e ad altri soggetti pubblici e privati, nonché promozione e indirizzi delle funzioni delegate di vigilanza e di controllo sull'amministrazione dei medesimi. Attività inerenti il terzo settore e adempimenti conseguenti ai registri regionali delle Organizzazioni di Volontariato e della associazioni di promozione Sociale nonché dei Centri di Servizio di Volontariato.
  • Programmazione degli interventi relativi al diritto allo studio ed alla libera scelta educativa; Raccordo tra i sistemi dell’istruzione e dell’istruzione e formazione professionale; Programmazione degli interventi di edilizia scolastica; Anagrafe regionale degli studenti e dell’edilizia scolastica, analisi dell’evoluzione del sistema educativo;
  • Programmazione e gestione di azioni finalizzate alla promozione e allo sviluppo delle pari opportunità; Attività di supporto alla Commissione regionale pari opportunità uomo-donna; Attività di supporto alla Consigliera regionale di parità.