Informazioni generali

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Puoi trovare le principali informazioni nella sezione dedicata alla Tassa automobilistica del sito regionale.

Per ulteriori chiarimenti, basta comporre il numero verde: 800 333 444 (Call center Regione Piemonte).

Quasi tutte le procedure relative alla tassa automobilistica sono gestite online all’interno del portale Tassa Auto Piemonte, dove puoi compilare, seguendo le apposite istruzioni, i modelli elettronici disponibili e inviarli in modalità telematica.
Per le rimanenti procedure, occorre scaricare, compilare e inviare nei modi consueti i relativi moduli, reperibili sul sito regionale, alla pagina: "Modulistica della tassa automobilistica".

Nel caso in cui si verifichi la perdita di possesso del veicolo per furto, rottamazione o esportazione prima dell’ultimo giorno utile di pagamento, la tassa automobilistica non è dovuta.

E’ tenuto al pagamento del bollo auto il soggetto che risulti essere proprietario del veicolo nell’ultimo giorno utile per il pagamento del bollo, ovvero l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza.

In caso di rottamazione per esportazione entro il mese di pagamento, il bollo non è dovuto. Se invece si esporta successivamente, il bollo è dovuto e non è possibile richiederne il rimborso.

E’ sempre tenuto al pagamento del bollo l'utilizzatore a titolo di leasing. I pagamenti con decorrenza successiva al 24/06/2016 dovranno essere effettuati a favore della Regione di residenza dell’utilizzatore del veicolo, mentre per le scadenze precedenti a tale data, dovranno essere eseguiti a beneficio della Regione in cui la società di leasing ha la sede legale.

Puoi richiedere un duplicato del pagamento ad uno degli intermediari della riscossione: delegazioni ACI, agenzie di pratiche auto aderenti al consorzio Sermetra (vedi Elenco intermediari autorizzati in Allegati).

Se hai effettuato il pagamento del bollo presso tabaccai, poste o altri, è possibile comunque richiedere il duplicato del pagamento solamente agli intermediari autorizzati.

Allegati

Elenco intermediari autorizzati
File pdf - 179.03 KB

A partire dal 1° gennaio 2003 il termine di prescrizione per l’accertamento e il rimborso della tassa automobilistica è di 5 anni dalla data della commissione della violazione o del versamento oggetto del rimborso, quindi bisogna conservare le ricevute di pagamento dei bolli fino al raggiungimento di tale termine di prescrizione.

Puoi verificare i pagamenti e provvedere alla regolarizzazione con una delle due seguenti modalità:

- on line, accedendo al portale Tassa Auto Piemonte;

- rivolgendoti ad uno degli intermediari della riscossione: delegazioni ACI, agenzie di pratiche auto aderenti al consorzio Sermetra (vedi Elenco intermediari autorizzati in Allegati).

Allegati

Elenco intermediari autorizzati
File pdf - 179.03 KB

Per regolarizzare la tua situazione devi chiedere la rettifica dei pagamenti per indicazione di scadenza errata. Per ulteriori informazioni in merito e per scaricare la modulistica, puoi consultare la pagina: "Modulistica della tassa automobilistica".

Per regolarizzare la tua situazione devi chiedere la rettifica dei pagamenti per indicazione di targa errata. Per ulteriori informazioni in merito e per scaricare la modulistica, puoi consultare la pagina: "Modulistica della tassa automobilistica".

A causa del divieto di effettuare compensazioni tra Regioni differenti, non è più possibile richiedere la rettifica per errata indicazione di Regione.
In tal caso occorre pagare nuovamente il bollo alla Regione di competenza e rivolgere eventualmente la richiesta di rimborso alla Regione indicata erroneamente e a cui è già stata versata la tassa.

La tassa automobilistica deve essere versata in base alle condizioni del veicolo all'ultimo giorno utile di pagamento. Se entro questo giorno l’impianto a doppia alimentazione è installato e collaudato si applica una tariffa pari a euro 2,58 per kilowatt. Non è necessario comunicare i dati dell'installazione della doppia alimentazione, poiché vengono trasmessi periodicamente dalla Motorizzazione all'archivio regionale.

A partire dal 1° gennaio 2019 puoi pagare in una regione differente rispetto a quella in cui è ubicato il riscossore solo rivolgendoti ad un'agenzia di pratiche auto che utilizza la piattaforma pagoPA.

Il bollo può essere pagato indifferentemente sia dal primo intestatario, sia dal cointestatario nella regione di residenza del primo intestatario. L'avviso di scadenza e gli eventuali avvisi di accertamento arrivano al primo intestatario.

L’esame delle domande di restituzione (rimborso e compensazione), di esenzione, di rateizzazione, di discarico delle ingiunzioni o delle cartelle di pagamento, delle osservazioni sugli avvisi di accertamento può richiedere un po’ di tempo. La Regione risponderà comunque entro i termini di legge (così come individuati nella deliberazione della Giunta Regionale n. 15-829 del 29/12/2014) e nel frattempo il procedimento rimarrà sospeso.

Se nel periodo di validità del bollo si registra una variazione dei dati tecnici che comporta un cambio d'uso del veicolo per i seguenti casi:

___________________________________________________________________________

DA

A

autocarro trasporto merci*

autovettura

autocarro trasporto merci*

autoveicolo promiscuo

autovettura noleggio conducente (50%)  

privato

autovettura pubblico piazza (75%)      

privato

autovettura scuola guida (40%)

privato

autovettura pubblico piazza (75%)         

autovettura noleggio conducente (50%)

autovettura pubblico piazza (75%) 

autovettura scuola guida (40%)

autovettura noleggio conducente (50%)

autovettura scuola guida (40%)

autoveicolo per uso speciale

autovettura per trasporto di persone

 

*Esclusi gli autocarri che rientrano nella categoria autocarro trasporto cose con:

·        peso complessivo < 12 T

·        carrozzeria = F0

·        numero posti >= 4

·       (Potenza (KW) / Portata (Tonnellate)) >= 180 per tutte le scadenze con primo giorno utile >= 01/11/2006

__________________________________________________________________________

l'integrazione è dovuta solo se maggiore di 0 e se il soggetto ha già versato il bollo e la tassa versata è inferiore alla tassa dovuta con il calcolo del cambio d'uso.

Il pagamento avviene senza sanzioni ed interessi entro l'ultimo giorno del mese successivo alla data di variazione dei dati tecnici.

E’ controproducente inviare solleciti, poiché essi non accelerano i tempi di risposta e rischiano, al contrario, di rallentare l’attività.

Per ricevere qualsiasi informazione puoi chiamare, sia da rete fissa, sia da cellulare, il numero verde 800.333.444, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 18.00. La chiamata è gratuita.