Esenzioni per soggetti disabili

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Puoi trovare le principali informazioni relative alle esenzioni per soggetti disabili alla pagina: "Esenzioni dalla tassa automobilistica per persone disabili".

La domanda di esenzione per soggetti disabili deve essere presentata esclusivamente in via telematica, tramite il servizio presente sul portale Bolloweb di Sistemapiemonte, dove puoi reperire le informazioni sui requisiti necessari per ottenere l’esenzione, compilare il modello elettronico, allegare la documentazione occorrente scansita e mandare tutto in modalità telematica. Il servizio è soggetto ad autenticazione.

La condizione di persona “fiscalmente a carico"  risulta dalla dichiarazione dei redditi (modello 730, UNICO, oppure CUD) dove, nel quadro FA  viene riportato il codice fiscale del famigliare fiscalmente a carico, con la relativa percentuale di detrazione e il numero dei mesi di competenza.

Ai sensi del TUIR (Testo Unico Imposte su Redditi) per poter essere fiscalmente a carico una persona non deve superare il limite di reddito di 2.840,00 euro annui.  Inoltre, la persona deve essere residente allo stesso indirizzo di colui che la mette fiscalmente a carico, eccezion fatta per i coniugi e i figli, i quali possono risiedere ad un altro indirizzo.

L'indennità di accompagnamento non concorre al raggiungimento del limite di reddito imponibile sopra indicato.

La data di decorrenza dell’esenzione sarà comunicata tramite una lettera di accoglimento inviata dal Settore Politiche fiscali e contenzioso amministrativo della Regione Piemonte.

Il trasferimento di esenzione può essere effettuato soltanto se il veicolo precedentemente esentato è stato venduto, rottamato o rubato.

Si può presentare la domanda esclusivamente in via telematica, utilizzando il servizio Bollo Web.
Non verranno prese in considerazione richieste pervenute attraverso altri canali.

No, non è necessario inoltrare ogni anno la richiesta.

L'esenzione è valida fino a quando non si verifica la perdita di possesso del veicolo esentato. Una volta concessa non ha termine, a meno che l'esenzione non sia stata concessa con un termine di validità che viene comunque evidenziato nella lettera con cui si comunica l'accoglimento dell'agevolazione.

Il termine di validità del beneficio può essere determinato dalla scadenza del verbale medico-legale o della patente speciale sulla cui base è stata concessa l'esenzione.

Tutti gli eventi tali da modificare la situazione in base alla quale l'esenzione è stata riconosciuta (guarigione/decesso del disabile, cessazione della condizione di persona fiscalmente a carico, eccetera) vanno comunicati con mail all'indirizzo comunicazionibollo@regione.piemonte.it entro 30 giorni dall'evento stesso.

In caso di decesso del disabile è necessario inviare - entro 90 dall'evento - una mail all'indirizzo comunicazionibollo@regione.piemonte.it indicando la targa del veicolo e la data della morte.

Chi non dispone di una connessione internet può rivolgersi ad un intermediario autorizzato (delegazione Aci, agenzia di pratiche auto aderente al consorzio Sermetra, agenzia Avantgarde), che lo aiuterà a completare e a trasmettere la pratica all’ufficio competente.
Per ogni pratica il costo non può essere superiore all’importo di € 6,50 più Iva, da pagare direttamente all’intermediario. Per la compilazione e l’inoltro delle pratiche all’ufficio competente è possibile rivolgersi anche agli URP regionali, presenti in tutti i capoluoghi di provincia.

Successivamente il Settore Politiche fiscali e contenzioso amministrativo invierà una comunicazione di chiusura dell’agevolazione indicando le modalità per la regolarizzazione della posizione nei confronti della tassa automobilistica.

L’esenzione concessa non ha efficacia retroattiva, dunque ha effetto soltanto dall’anno di presentazione della richiesta in poi.

Oltre al caso di decesso, è necessario comunicare - entro 30 giorni dal loro verificarsi - qualsiasi modifica dei fatti oggettivi e soggettivi sulla base dei quali è stata riconosciuta l'esenzione (guarigione della persona disabile - inclusa la perdita del requisito medico-legale a seguito di una verifica da parte dell'INPS o dell'ASL di competenza - , cessazione della condizione di persona fiscalmente a carico, mancato rinnovo della patente speciale, eccetera).

La comunicazione deve essere effettuata con mail all'indirizzo comunicazionibollo@regione.piemonte.it, allegando eventualmente la documentazione attestante la perdita del requisito (ad es.: nuovo verbale, provvedimento di revoca della patente speciale, eccetera).

Successivamente il Settore Politiche fiscali e contenzioso amministrativo invierà una comunicazione di chiusura dell’agevolazione indicando le modalità per la regolarizzazione della posizione nei confronti della tassa automobilistica.

Il termine ultimo per presentare la domanda esenzione bollo auto disabili è di 90 giorni dall’ultimo giorno utile di pagamento.
Esempio:

  • scadenza bollo auto 08/2006;
  • termine utile per il pagamento 09/2006;
  • presentazione della domanda entro 12/2006.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti richiesti per il requisito di cui si sottoscrive il possesso: 

  • verbale medico-legale attestante il requisito medico-legale coerente con il requisito sottoscritto (ad esempio: se si tratta di invalido con indennità di accompagnamento per motivi psichici occorre allegare il verbale di invalidità civile e non quello 104/92; se si tratta di persona in condizioni di handicap grave è necessario allegare il verbale 104/92 e non quello di invalidità civile; ecc.)

    • Se il possesso del requisito non è comprovato dal verbale ma da una successiva pronuncia giurisdizionale, bisogna allegare copia della sentenza unitamente alla relazione del consulente tecnico d'ufficio (CTU) 
  • libretto di circolazione;

  • copia fronte-retro della patente speciale, nel solo caso in cui si rientri nel requisito della persona invalida con veicolo adattato in funzione dell'accertata invalidità motoria.

Ove la domanda sia stata presentata nei termini, non si è tenuti al pagamento della tassa in scadenza, perciò l'eventuale avviso ricevuto può essere ignorato.

Non trattandosi di tassa di circolazione, in caso di controllo di polizia non è necessario esibire alcuna ricevuta di pagamento o documento comprovante l'esonero dallo stesso.

In caso di accoglimento della richiesta di esenzione, verrà inviata la comunicazione di avvenuta registrazione del beneficio.

Nel caso in cui, invece, la richiesta di esenzione sia stata respinta sarà necessario provvedere al pagamento dell'annualità scaduta, che sarà dovuta - salvo casi particolari - con sanzioni e interessi, quindi si invita a prestare la massima attenzione nella sottoscrizione di uno dei requisiti che in sede di domanda si dichiara di possedere.

In caso di mancato ricevimento della lettera di accettazione o diniego, puoi inviare una mail (non PEC) con la targa e il codice fiscale del proprietario del veicolo all'indirizzo: comunicazionibollo@regione.piemonte.it

Devi inviare, tramite e-mail (non PEC) la documentazione al seguente indirizzo di posta elettronica: comunicazionibollo@regione.piemonte.it.
Nell'oggetto della mail è necessario indicare la motivazione e la targa del veicolo esentato.
Se non disponi di una connessione internet, puoi rivolgerti ad un intermediario autorizzato (delegazione Aci, agenzia di pratiche auto aderente al consorzio Sermetra, agenzia Avantgarde).