Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Bottega scuola 2022-2023

Rivolto a
Cittadini

In cosa consiste il progetto?

ll progetto Bottega scuola, realizzato in collaborazione con le associazioni artigiane di categoria (Confartigianato Imprese Piemonte, CNA, Casartigiani Piemonte) coinvolge le imprese artigiane piemontesi, con riconoscimento di eccellenza artigiana, disposte a diventare bottega scuola e ad insegnare il mestiere artigiano ai giovani.

L'obiettivo è garantire una metodologia di trasferimento di professionalità dall'imprenditore al giovane, applicabile da subito ai settori dell'artigianato di qualità finora riconosciuti, ma in prospettiva trasferibile a tutti i settori dell'artigianato artistico, tipico e tradizionale e favorire sbocchi occupazionali.

Modalità di candidatura per i tirocinanti

I giovani interessati possono candidarsi compilando l’Allegato E – candidatura tirocinante (modulo in pdf o modulo in word) e l’informativa sulla privacy ed inviarli via e-mail a bottegascuolapiemonte@gmail.com con allegato il curriculum vitae.

La selezione dei tirocinanti avverrà sulla base di colloqui individuali.

Per i tirocinanti è prevista un'indennità di partecipazione di € 450,00 (oneri fiscali compresi) mensili, per un impegno di 30 ore settimanali, per un periodo massimo di 6 mesi.

Informazioni sulle imprese disponibili ad ospitare tirocinanti

Sono 112 le imprese artigiane d'eccellenza presso le quali i giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, inoccupati/disoccupati, con l'obbligo scolastico assolto, possono presentare domanda di tirocinio.

Si tratta di imprese situate su tutto il territorio regionale operanti in molteplici settori: dalla falegnameria di Formazza (nella valle dei Walser ai piedi delle cascate del Toce), alle eccellenze alimentari e di lavorazione del legno del Cuneese, dalla liuteria di Vigliano Biellese al calzaturificio del Novarese, dal laboratorio di strumenti musicali di Borgosesia a quello per la lavorazione di metalli pregiati di Valenza senza contare le molte del torinese attive in tutti i settori.

Consulta l'elenco completo delle imprese cliccando qui.

Più precisamente le imprese artigiane che si propongono come botteghe scuola sono così distribuite sul territorio regionale:

  • 14 in provincia di Alessandria,
  • 6 in provincia di Asti,
  • 11 in provincia di Biella,
  • 13 in provincia di Cuneo,
  • 4 in provincia di Novara,
  • 56 in provincia di Torino,
  • 5 in provincia del Verbano-Cusio-Ossola,
  • 3 in provincia di Vercelli.

Questi i settori in cui operano le 112 imprese in cui sarà possibile effettuare un semestre di tirocinio:

  • 38 alimentare,
  • 3 attività artigianali varie (maschere per spettacolo, calzature, sculture),
  • 2 ceramica,
  • 5 conservazione e restauro in edilizia,
  • 5 decorazione su manufatti diversi (dorature, stucchi, intonaci, ecc.),
  • 18 legno,
  • 12 restauro ligneo,
  • 1 tappezzeria in stoffa,
  • 6 metalli comuni (ferro battuto, acciaio..),
  • 4 metalli pregiati (oreficeria, incastonatura, argenteria),
  • 1 legatoria,
  • 2 strumenti musicali (liuteria, chitarre),
  • 11 sartoria, maglieria, ricamo,
  • 4 vetro.

Almeno 20 imprese, inoltre, hanno dichiarato un forte interesse ad assumere avendo un'attività in sviluppo e un buon riscontro di mercato.

Fasi del progetto

1. Preliminare

Prevede la selezione dei giovani interessati all’inserimento nella Bottega scuola attraverso colloqui individuali (con il giovane e eventualmente con le imprese) e il loro abbinamento alle imprese dell’Eccellenza artigiana che hanno dichiarato la propria disponibilità, tenendo prioritariamente conto delle opportunità di inserimento lavorativo dei giovani.

Spetta al soggetto gestore l’individuazione e l’abbinamento dei giovani da inserire nelle imprese artigiane (Bottega scuola), sulla base dell’elenco delle imprese approvato dalla Regione previa pubblicazione del presente bando.

2. Orientamento/formazione

E' volta a fornire strumenti di conoscenza utili ai giovani per imparare gli elementi di base delle tecniche di lavorazione dei sei settori in cui andranno ad operare, competenze di carattere trasversali e informazioni utili per l’inserimento nel mondo lavorativo. La fase di orientamento/formazione è di durata complessiva di 116 ore. I giovane deve partecipare ad almeno il 70% delle attività previste.

3. Tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo e tutoraggio

E' della durata di sei mesi, si svolge all’interno dell’impresa (bottega scuola) in conformità della disciplina in materia di tirocini extracurriculari prevista dalla D.G.R. n. 85-6277 del 22/12/2017.

Il soggetto gestore del progetto stipula con l’impresa presso cui viene inserito il giovane apposita convenzione soggetta a imposta di bollo a carico dell’impresa ospitante, ed è tenuto ad assicurare i tirocinanti contro gli infortuni sul lavoro e per la responsabilità civile verso terzi (Art.11, comma 1, D.G.R. 85/2017).

Il giovane inserito nella Bottega scuola riceve, dal soggetto gestore, per il periodo di sei mesi di tirocinio formativo, una borsa lavoro mensile di Euro 450,00 per 30 ore settimanali; l'’impresa ospitante riceve, dal soggetto gestore, per il periodo di sei mesi di tirocinio formativo, un rimborso spese di Euro 300,00.

Al termine del tirocinio, il soggetto gestore deve approfondire e verificare la possibilità dell’inserimento lavorativo del giovane presso la stessa o altra impresa, fornendo al giovane e all’impresa stessa tutte le informazioni per quanto riguarda le tipologie di contratto attivabili ed eventuali agevolazioni ad esse collegate e consulenza su specifiche problematiche inerenti l'inserimento lavorativo.

4. Validazione delle competenze

Al termine del tirocinio il soggetto gestore è tenuto ad assicurare l'opportunità di accedere al servizio di individuazione e validazione delle competenze.

Nella fase di individuazione delle competenze è previsto il coinvolgimento dell’artigiano presso cui il tirocinante ha effettuato l’esperienza di Bottega scuola.

5. Monitoraggio e valutazione finale

Durante l’intero svolgimento del progetto  il soggetto gestore è tenuto a monitorarne l’andamento e a segnalare eventuali criticità, redigendo delle schede di valutazione finali.

Le imprese artigiane che hanno partecipato a precedenti edizioni del progetto Bottega scuola possono
presentare la candidatura al presente Bando se non hanno conseguito un giudizio negativo nella
valutazione da parte del soggetto gestore.

 

A chi rivolgersi per maggiori informazioni?

La gestione del progetto è affidata a Inforcoop Ecipa Piemonte s.c.r.l. (www.bottegascuolapiemonte.it) cui spetta la selezione e abbinamento dei giovani con le imprese artigiane, l’organizzazione delle attività didattiche e formative, di tutoraggio, nella fase di orientamento e di tirocinio, l’erogazione delle borse lavoro ai giovani e dei compensi alle imprese, il monitoraggio in corso di tirocinio con valutazione finale, il coordinamento e la gestione in generale dell’intero progetto.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare via e-mail o telefonicamente la Segreteria di Bottega Scuola:

INFORCOOP ECIPA PIEMONTE S.C.R.L.

E-mail: bottegascuolapiemonte@gmail.com

Orari: dal lunedì al giovedì, ore 9.00/13.00 – 14.00/18.00; venerdì ore 9.00/13.00 – 14.00/17.00

Telefono: 011.5187362

Cellulare: 337.1189949 (Giovanna Gangarossa); Cellulare: 340.0608409 (Patrizia Spadaro).

Per maggiori informazioni consulta le FAQ

 

Contatti

Riferimento
INFORCOOP ECIPA PIEMONTE S.C.R.L. referenti: Giovanna Gangarossa – Patrizia Spadaro
Indirizzo
www.bottegascuolapiemonte.it
Telefono
tel. 011.5187362
cell. 337.1189949 (Gangarossa)
cell. 340.0608409 (Spadaro)
Email
bottegascuolapiemonte@gmail.com
Note
Orari: dal lunedì al giovedì, ore 9.00/13.00 – 14.00/18.00; venerdì ore 9.00/13.00 – 14.00/17.00