Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Guadagnare Salute Piemonte

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

La strategia regionale per la promozione della salute prevista dal Piano di prevenzione, con l’obiettivo di facilitare lo sviluppo delle competenze utili a esercitare un maggior controllo sulla propria salute e a migliorarla.

L’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – definisce la promozione della salute come un processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarla. La promozione della salute rappresenta una funzione centrale della sanità pubblica e opera per “rendere facili le scelte salutari” lavorando su più livelli:

  • sul piano personale, rafforzando le risorse individuali,
  • sul piano sociale, cercando di creare negli ambienti di vita i pre-requisiti che permettano di adottare stili di vita sani.

In Piemonte il sistema di promozione della salute, denominato “Guadagnare Salute Piemonte”, coinvolge trasversalmente tutti i servizi sanitari. In ogni Azienda sanitaria sono presenti referenti per la promozione della salute, con la funzione di favorire e promuovere l’integrazione fra competenze e servizi diversi, la formazione professionale degli operatori e la realizzazione di progetti fondati su evidenze di efficacia.

Alcuni programmi dedicati alla promozione della salute:

Promozione della salute nella scuola

L’ambiente scolastico è il contesto favorevole perché gli studenti sviluppino conoscenze, abilità e abitudini necessarie per vivere in modo salutare e attivo anche in età adulta: tale approccio prevede politiche scolastiche per la salute, attenzione all’ambiente fisico e relazionale, sviluppo delle competenze individuali, rafforzamento dei legami con la comunità e collaborazione con i servizi sanitari.

L’elemento decisivo è rappresentato dall’Intesa tra Regione Piemonte (Assessorati alla Sanità e all’Istruzione, Formazione professionale, Lavoro) e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, formalizzata periodicamente in un protocollo d’intesa dal quale derivano linee guida per individuare priorità di azione condivise.

I Referenti per la promozione della salute (Repes) delle ASL cooperano attivamente con le scuole del territorio, attraverso l’offerta di attività di promozione della salute e di formazione per insegnanti e studenti raccolte in un “catalogo” aziendale di azioni ispirate ai principi stabiliti dal protocollo e dalle linee guida.

Promozione sana alimentazione e attività fisica

La maggior parte delle malattie croniche è da ricondurre a fattori di rischio comuni e modificabili: in particolare la sedentarietà e l’alimentazione non equilibrata sono caratteristiche dominanti dello stile di vita dei Paesi ricchi e anche dei Paesi in via di sviluppo. Contrastare questi fattori di rischio non è dunque un problema individuale ma sociale ed è al centro delle strategie di prevenzione piemontesi. La Regione Piemonte e le ASL sono infatti impegnate a:

- sostenere i programmi intersettoriali di promozione dell’attività fisica realizzati sul territorio e l’attività fisica in gruppo (walking program), anche mirata a soggetti con specifiche patologie; ogni ASL ha individuato un referente che promuove e coordina gli interventi, anche in collegamento con altre azioni (rete attività fisica - RAP);

- favorire l’adozione di comportamenti salutari nei luoghi di lavoro, in collaborazione con le aziende;

- implementare interventi precoci a sostegno alla genitorialità nei “primi 1000 giorni di vita”;

- rendere disponibili alle famiglie informazioni per la lettura consapevole delle etichette degli snack confezionati per bambini. Aggiornare la banca dati regionale dedicata alla catalogazione delle etichette di questi prodotti;

- consolidare e monitorare la collaborazione tra Assessorato alla Sanità e panificatori piemontesi per produrre pane a ridotto contenuto di sale.

Prevenzione incidenti

Gli incidenti, siano essi stradali, sul lavoro o domestici, rappresentano una delle più grandi problematiche di salute pubblica in termini di conseguenze sulle persone, invalidità permanenti e costi sociali (quarta principale causa di morte, dopo malattie cardiovascolari, cancro e malattie respiratorie). Per prevenire efficacemente gli incidenti, occorre applicare e diffondere programmi efficaci. La prevenzione degli incidenti stradali necessita della formazione degli operatori e della sensibilizzazione degli utenti. Per la prevenzione gli incidenti domestici le misure più efficaci sembrano essere quelle che considerano approcci multipli, ovvero informazione ed educazione (verso anziani, bambini, genitori…) e formazione degli operatori sanitari per acquisire competenze specifiche sulla sicurezza negli ambienti domestici.

La Regione Piemonte affronta la tematica mettendo in atto alcune strategie:

- rendere sicuri gli ambienti domestici e i luoghi di aggregazione degli adulti senior con iniziative di informazione e formazione;

- prevenire la guida in stato di ebbrezza attraverso i progetti della “Rete Safe Night Piemonte” realizzati sul territorio, a cura degli operatori sanitari, nei contesti del divertimento notturno;

- curare la formazione e l’aggiornamento continuo degli operatori sanitari sulle tecniche di counselling e sulle strategie di prevenzione degli incidenti.

 

Contatti

Riferimento
Dors - Centro regionale di documentazione per la promozione della salute
Indirizzo
Via Sabaudia, 164 - 10095 (Grugliasco TO)
Email
info@dors.it
Note
www.dors.it