Giornata mondiale dell’igiene delle mani, le iniziativa del Maggiore di Novara

Creato il
19 Aprile 2019

In occasione del 5 maggio la struttura di Prevenzione e rischio infettivo dell'ospedale "Maggiore della Carità” e l’istituto salesiano “Maria Ausiliatrice” insieme per un progetto di promozione della salute

Anche quest’anno l’Azienda ospedaliero universitaria “Maggiore della Carità” di Novara ha predisposto alcune attività di sensibilizzazione propedeutiche alla giornata mondiale dell’igiene delle mani del prossimo 5 maggio. 

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie alla collaborazione dell'Istituto Salesiano “Maria Ausiliatrice” di via Battistini di Novara con la struttura di Prevenzione del Rischio Infettivo dell’ospedale.

Nel mese di marzo più di 150 bambini delle classi prime e seconde della scuola primaria sono stati coinvolti in attività specificamente progettate per rafforzare le loro conoscenze sull’igiene delle mani e per far meglio comprendere loro quanto un semplice gesto quale il lavaggio delle mani sia fondamentale per la prevenzione di numerose malattie. La collaborazione delle insegnanti è stata preziosa e fondamentale per sensibilizzare i bambini e per definire un progetto condiviso.

"Carletto Vuncetto", il protagonista del progetto teatrale ideato dal personale della struttura Prevenzione e rischio infettivo, ha condotto i bambini nel mondo invisibile dei microbi attraverso  un percorso teatrale di tipo fiabesco che si è concluso con simulazioni sulle modalità corrette per eseguire l’igiene delle mani. Un box interattivo ha permesso ai bambini e alle insegnanti di vedere con i loro occhi l’efficacia dell’igiene delle mani che avevano eseguito e quanto erano stati  accurati nella rimozione dello sporco.

L’entusiasmo dei bambini si è manifestato attraverso numerose domande agli infermieri, che per un giorno si sono trasformati in attori. Il progetto è proseguito sui banchi di scuola e nel  mese di aprile i bambini hanno  invitato le infermiere presso l’Istituto Salesiano per assistere alle attività che avevano elaborato con  le loro maestre.

Nel cortile della scuola con grande sorpresa - dicono le infermiere -  siamo state partecipi di una mattinata di giochi educativi sull’igiene personale, delle mani e del ruolo dell’ acqua che  non deve comunque essere sprecata mentre ci si lava. Siamo andate per insegnare e abbiamo anche imparato