Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Piano nazionale per la prevenzione del rischio sismico (L. 77/2009) - Finanziamento studi di microzonazione sismica

Rivolto a
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

La Regione Piemonte, attraverso il Settore Sismico, partecipa all'attuazione del programma pluriennale per la prevenzione del rischio sismico (art. 11 del decreto-legge 28.04.2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24.06.2009, n. 77)

A seguito del terremoto del 6 aprile 2009, con il Decreto-legge “Abruzzo” è stato istituito un Fondo destinato a finanziare, nel periodo 2010-2016, studi di microzonazione sismica ed interventi su edifici ed opere infrastrutturali di interesse strategico o rilevanti ai fini di protezione civile, programmati e definiti annualmente attraverso specifiche Ordinanze.

Di seguito sono richiamati gli studi realizzati nell'ambito delle varie ordinanze.

Annualità 2016 - OCDPC 532/2018

Con Deliberazione della giunta regionale 20 dicembre 2018, n. 11-8164, sono stati definiti i criteri e le modalità attuative dell’Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 532 del 12 luglio 2018, per l’annualità 2016.

Con la successiva Determinazione dirigenziale n. 479 del 19.02.2019 sono stati definiti i criteri per l’individuazione delle amministrazioni comunali beneficiarie dei contributi e le modalità di gestione dei contributi, di realizzazione, controllo e validazione degli studi e del loro recepimento negli strumenti urbanistici e di pianificazione dell’emergenza.

Con DD n. 1807 del 22.05.2019 sono state individuate le Amministrazioni beneficiarie dei contributi per la realizzazione degli studi di Microzonazione Sismica di livello 1 e correlata analisi della Condizione Limite per l'Emergenza ed assunti i relativi impegni di spesa.

Sulla base dei criteri fissati nella DD n. 479 del 19.02.2019 i Comuni individuati sono: Angrogna (TO), Inverso Pinasca (TO), Meana di Susa (TO), Perrero (TO),  Entracque (CN), Martiniana Po (CN), Roccasparvera (CN), Valgrana (CN).

Annualità 2015 - OCDPC 344/2016

Con Deliberazione della giunta regionale 12 giugno 2017, n. 19-5160 e Determinazioni Dirigenziali nn. 3537 del 27.10.2017, 3856 e 3857 del 20.11.2017 sono stati definiti gli adempimenti a scala regionale e sono state individuate le Amministrazioni Comunali beneficiarie dei contributi per la realizzazione degli studi di Microzonazione Sismica ed annessa Analisi della Condizione Limite per l'Emergenza e degli interventi di miglioramento sismico su edifici ed opere pubbliche infrastrutturali strategiche, con relativi impegni di risorse.

Per la realizzazione degli studi di MS di livello 1 ed associata analisi CLE sono stati individuati quali beneficiari 14 Comuni e precisamente: Brossasco (CN), Bruzolo (TO), Chiomonte (TO), Pomaretto (TO), Porte (TO), Rossana (CN), Sampeyre (CN), San Giorio di Susa (TO), San Pietro Val Lemina (TO), Vaie (TO), Valdieri (CN), Venasca (CN), Vernante (CN), Villar San Costanzo (CN).

Annualità 2014 - OCDPC 293/2015

Sulla base dei criteri di cui all’allegato B della DGR n. 1-3154 del 18.04.2016 per la realizzazione degli studi di MS di livello 1 ed associata analisi CLE, con DD n. 1887 del 22.07.2016 sono stati individuati quali beneficiari complessivamente 12 Comuni e precisamente: Coazze (TO), Borgone di Susa (TO), Villar Focchiardo (TO), San Germano Chisone (TO), Chianocco (TO), Piasco (CN), Sanfront (CN), Vignolo (CN), Demonte (CN), Ormea (CN), Roccabruna (CN), Varzo (VCO).

Annualità 2013 - OCDPC 171/2014

Sulla base dei criteri di cui all’allegato B della DGR n. 20-1250 del 30 Marzo 2015 per la realizzazione degli studi di MS di livello 1 ed associata analisi CLE, con DD n. 959 del 22.04.2015 sono stati individuati quali beneficiari dei contributi i comuni di Caraglio (CN), Costigliole Saluzzo (CN), Revello (CN), Verzuolo (CN), Condove (TO) in zona sismica 3 e Bagnolo Piemonte (CN), Bibiana (TO), Pinasca (TO) e Villar Perosa (TO) in zona sismica 3S.

Annualità 2012 - OCDPC 52/2013

Con DD n. 2862 del 25.11.2013 è stato approvato il programma di attività con individuazione dei territori interessati, dei costi, delle specifiche di realizzazione degli studi di MS ed associata analisi della CLE delle modalità e di recepimento negli strumenti di pianificazione. Si è inoltre reso obbligatorio associare agli studi di MS l’analisi della Condizione Limite per l’Emergenza (CLE), già introdotta come facoltativa nella precedente annualità.

La realizzazione degli studi e la gestione dei contributi sono state demandate direttamente ai Comuni, riservando alla Direzione Opere Pubbliche, Difesa del Suolo, Montagna, Foreste, Protezione Civile, Trasporti e Logistica - Settore Sismico una funzione di indirizzo, coordinamento e controllo delle attività, anche attraverso il supporto tecnico-scientifico del Politecnico di Milano - Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e di Arpa Piemonte - Dipartimento Geologia e Dissesto.

Tenuto conto anche dei criteri già utilizzati in attuazione delle precedenti Ordinanze (OPCM 3907/2010 e 4007/2012), sulla base della rilevanza socio-economica delle aree e con particolare riferimento alla popolazione residente, per la realizzazione degli studi di MS di livello 1 ed associata analisi CLE sono stati individuati i comuni di: Luserna S. Giovanni (TO), Cumiana (TO), Giaveno (TO) , ricadenti in zona sismica 3S, e i Comuni di Bussoleno (TO) e Busca (CN) in zona 3.

Inoltre, ai fini dell’allineamento ed aggiornamento degli studi di microzonazione sismica pregressi e contestualmente realizzare l’analisi della CLE, sono stati individuati anche i comuni di Susa (TO) e Dronero (CN), ricadenti in zona 3.

Infine è stata prevista la realizzazione dell’analisi della CLE sui territori già interessati dagli studi di MS in attuazione dell’OPCM 3907/2010, individuati nei comuni di Perosa Argentina (TO), Sant’Antonino di Susa (TO) e Torre Pellice (TO), ricadenti in zona 3S.

Annualità 2011 - OPCM 4007/2012

Gli adempimenti a livello regionale sono stati definiti con DD n. 3190 del 13.12.2012.

Le attività di MS, svolte in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale del Politecnico di Milano, Soggetto Realizzatore, hanno interessato 5 comuni della Provincia di Cuneo, su cui sono stati condotti studi di MS di livello 1 (Barge, Borgo S. Dalmazzo, Boves, Cuneo ricadenti in zona sismica 3, e Limone Piemonte, ricadente in zona sismica 3S) e 1 comune (Pinerolo) in Provincia di Torino, già oggetto di MS di livello 1 ai sensi dell’OPCM 3907, per il quale è stato condotto l’approfondimento dello studio di MS corrispondente al livello 2.

Su tutti i comuni è stata condotta anche l’analisi della Condizione Limite per l’Emergenza (CLE) dell’insediamento urbano, introdotta dall’Ordinanza al fine di realizzare una migliore integrazione tra le azioni di mitigazione del rischio sismico, da realizzarsi sulla base dei criteri e della modulistica approvata con Decreto del Capo Dipartimento della Protezione Civile del 27.04.2012, utilizzando istruzioni e Standard di rappresentazione ed archiviazione informatica predisposti dalla Commissione Tecnica istituita presso il Dipartimento di Protezione Civile.

Annualità 2010 - OPCM 3907/2010

Con l’OPCM n. 3907 del 13.11.2010, oltre alle risorse relative all’annualità 2010, sono stati definiti i criteri di utilizzo dei fondi e gli elenchi dei comuni che possono beneficiare dei contributi, corrispondenti ad ambiti comunali nei quali l’accelerazione massima al suolo di base, “ag”, risulta uguale o superiore a 0,125g (cfr. all. 7).

In Piemonte sono stati individuati 141 Comuni e precisamente: 76 in Provincia di Cuneo, 62 in Provincia di Torino e 3 in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

Gli studi devono essere realizzati secondo criteri e standard definiti a livello nazionale e precisamente gli Indirizzi e Criteri per la Microzonazione Sismica (ICMS 2008) ed i successivi aggiornamenti del 2011, rispettando gli Standard di rappresentazione e archiviazione informatica predisposti dalla Commissione Tecnica per il supporto e il monitoraggio degli studi di microzonazione sismica appositamente istituita con DPCM 21.04.2011 presso il Dipartimento di Protezione Civile.

Per ogni comune investigato devono essere prodotte:

Carta delle Indagini; Carta Geologico-Tecnica; Carta delle Microzone Omogenee in Prospettiva Sismica - MOPS (MS - liv.1); Carta di Microzonazione Sismica (MS - liv. 2); Carta di Microzonazione Sismica con approfondimenti (MS - liv. 3).

 

Con DGR n. 17-2172 del 13.06.2011, in attuazione dell’OPCM 3907/2010, sono stati approvati i criteri per la realizzazione degli studi di MS equivalenti al livello 1 degli ICMS 2008 sul territorio regionale.

Il Dipartimento di Ingegneria Strutturale del Politecnico di Milano, individuato quale Soggetto Realizzatore, ha effettuato studi di MS corrispondenti al Livello 1 nei territori di Perosa Argentina (TO), Pinerolo (TO), Sant’Antonino di Susa (TO) e Torre Pellice (TO), ricadenti in zona sismica 3S.

  • Relazione illustrativa
  • Banca dati informatizzata

Contatti

Riferimento
Vittorio Giraud
Telefono
0121 381328
Email
vittorio.giraud@regione.piemonte.it
Riferimento
Andrea Bertea
Telefono
0121 381353
Email
andrea.bertea@regione.piemonte.it
Riferimento
Lidia Giacomelli
Telefono
0121 381354
Email
lidia.giacomelli@regione.piemonte.it
The website encountered an unexpected error. Please try again later.