Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Censimento danni e rilievo agibilità post evento delle costruzioni

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Il rilevamento dell’agibilità delle costruzioni e l'organizzazione e gestione della funzione censimento danni e rilievo agibilità post evento delle costruzioni sono attività fondamentali in caso di evento sismico.

Le attività di censimento danni e rilievo agibilità post evento delle costruzioni prevedono la compilazione di specifiche schede, da utilizzarsi a scala nazionale, al fine di rendere quanto più oggettive ed omogenee le valutazioni da parte dei tecnici rilevatori.

In caso di evento sismico per richiedere un sopralluogo di agibilità gli aventi diritto devono compilare la richiesta di sopralluogo (modello IPP) e consegnarla al Centro Operativo Comunale (COC).

I tecnici rilevatori abilitati a compilare le schede di rilevamento danno devono aver seguito un percorso formativo specifico, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile, per ogni tipologia di scheda (edifici ordinari e grandi luci).

I rilevatori, incaricati dalle strutture preposte a gestire l’emergenza, a seconda della tipologia dell’edificio oggetto di sopralluogo devono compilare le seguenti schede:

Ogni giorno, a conclusione delle attività, i rilevatori consegnano al Centro Operativo Comunale i modelli riepilogativi degli esiti di sopralluogo (modello GE1) e dei provvedimenti urgenti (modello GP1), organizzati in apposita cartella.

Quotidianamente i Centri Operativi Comunali comunicano ai centri operativi sovracomunali, tramite il modello CSN1, il numero di squadre necessarie il giorno successivo per lo svolgimento dei sopralluoghi programmati.

Per agevolare le attività della funzione censimento danni e rilievo agibilità post evento delle costruzioni, presso le sedi operative, è stato appositamente sviluppato il Sistema Erikus.

Si informa che il Settore Sismico in collaborazione con l’Arpa Piemonte, il Settore Sistema Informativo Territoriale ed Ambientale della Regione Piemonte ed il CSI-Piemonte, ha predisposto per tutto il territorio piemontese la numerazione degli aggregati secondo le specifiche della scheda AeDES approvata con DPCM dell’8 luglio 2014. Tale numerazione consente di identificare in modo univoco gli edifici oggetto di sopralluogo. La numerazione è disponibile sul Geoportale della Regione Piemonte.