Tipologia di contenuto
Progetto

PERCORSI#possibile

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO) a supporto della transizione scuola lavoro, attivati per studenti e studentesse con disabilità

Perché questo progetto

Il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro può risultare complesso per tutti, soprattutto per le giovani e i giovani con disabilità. 

A loro è dedicato il progetto PERCORSI #possibile: un insieme di attività e interventi che hanno l’obiettivo di costruire relazioni e connessioni per agevolare la transizione delle studentesse e degli studenti con disabilità dal mondo della scuola al mondo degli adulti, sperimentando sé stessi.

Focus principale è quello di costruire un PCTO che coinvolga la persona, la sua famiglia, la scuola che frequenta e i diversi soggetti pubblici e privati che possono sostenere e facilitare la progettazione del suo futuro personale e professionale. 

Gli obiettivi

  • facilitare l'esperienza dei PCTO per tutti i soggetti coinvolti, in particolare per la scuola

  • co-progettare un PCTO efficace basato sulle esigenze e le aspirazioni della persona

  • promuovere presso le imprese l’occupabilità delle persone con disabilità e i principi della social responsibility

Il percorso per realizzarlo

#Fase 1 Muovere i primi passi nei territori

Il progetto comincerà con una fase preliminare di mappatura degli Istituti Secondari di Secondo grado a livello regionale e degli studenti con disabilità che li frequentano, raccogliendo l’interesse delle scuole ad aderire al progetto.

Saranno coinvolti 60 istituti superiori presenti su tutto il territorio regionale. A beneficio di ciascun istituto realizzeremo dei brevi focus group territoriali (a livello provinciale), in cui saranno coinvolti tutti i soggetti che intervengono nella realizzazione di PCTO per mettere in luce bisogni e processi. Il tutor specialistico e l’orientatore di riferimento avranno un ruolo fondamentale.

Per ciascun territorio si costituirà un Tavolo territoriale, composto da tutti i soggetti che a vario titolo potranno avere un ruolo nel processo di costruzione del PCTO e che hanno competenze in questo ambito (amministrazioni locali, scuole, servizi socio assitenziali, enti del terzo settore, associazioni di categoria, imprese, fondazioni, associazioni di volontariato). In questi tavoli si progetteranno incontri informativi e di sensibilizzazione, si raccoglieranno idee e progettazioni già in essere per i PCTO e per le azioni sperimentali. 

#Fase 2 - Lavorare in sinergia con le scuole

 Il gruppo di lavoro 
Parallelamente all’attivazione dei tavoli territoriali, all’interno di ogni scuola attiveremo un gruppo di lavoro composto dal personale interno coinvolto nella progettazione dei PCTO, coordinato dal tutor specialistico del progetto, coadiuvato dagli orientatori, che vedrà, tra gli altri, la partecipazione di un Tutor di Anpal servizi e degli orientatori attivi nel sistema regionale di
orientamento (OOP).

Questo gruppo faciliterà la comunicazione e lo scambio di informazioni tra i diversi soggetti e permetterà di coordinare meglio il lavoro di progettazione dei PCTO e delle azioni di raccordo scuola-lavoro. 

 La costruzione dei PCTO personalizzati 
In ogni gruppo di lavoro si individueranno i possibili destinatari degli interventi. Insieme si proporrà poi un percorso specifico per ciascun studente, a integrazione delle consuete attività, che comprenderà la definizione di percorso, gli obiettivi di competenza, il contesto, le attività previste, le modalità/fasi di svolgimento, il monitoraggio e valutazione, il coinvolgimento della rete territoriale. Al termine di ogni periodo di PCTO ci sarà una valutazione degli obiettivi raggiunti con tutti i componenti della rete del singolo studente, per individuare misure di miglioramento nell’ottica della progettazione per l’anno successivo.

Il coordinamento scientifico del progetto monitorerà costantemente la
costruzione, la modellizzazione e la personalizzazione delle attività realizzate.

 Gli incontri informativi, le consulenze e i corner point 
In tutte le scuole aderenti al progetto si integreranno le iniziative già presenti con incontri informativi e di sensibilizzazione rivolti a soggetti con disabilità iscritti all’ultimo triennio della scuola superiore, le loro famiglie e il personale scolastico, in merito a:

  • normativa e iter legislativo per la presentazione della domanda di accertamento di invalidità civile e disabilità 
  • modalità di iscrizione e funzionamento del collocamento mirato 

In ciascuna scuola si allestirà un corner point per informazioni e consulenze specifiche. 

  • opportunità di istruzione terziaria e di formazione professionale
  • presentazione dei servizi del territorio e dei progetti attivi 

#Fase 3 - Porre al centro del progetto le persone 

Il PCTO (Percorso per le Competenze Trasversali e l'Orientamento) rappresenta per tutti un modo per proiettarsi nel futuro.

Il percorso proposto, partendo dalla conoscenza delle caratteristiche personali dell’individuo e dal supporto fornito dal suo contesto (famiglia e scuola), vuole portare lo studente a fare un’esperienza in cui sia prevista la possibilità di riconoscerne gli aspetti più significativi, attribuire sensi e significati alle proprie risorse ma anche alle proprie difficoltà, esaminando le situazioni sperimentate da più punti di vista. 

 Promuoviamo la partecipazione alla vita sociale e collettiva 
Il progetto sottolinea l’importanza di esperienze formative e orientative in grado di aumentare l’autoconsapevolezza dei soggetti coinvolti circa le proprie risorse. 

Accanto ai percorsi tradizionali verranno individuate delle “esperienze sperimentali” sul territorio che possano:

  • rafforzare le soft skills dei partecipanti e costruire occasioni in cui mettersi in gioco
  • sperimentare le proprie competenze

Proporremo, quanto più possibile, esperienze inclusive e accessibili, di cui le ragazze e i ragazzi saranno parte attiva e che coinvolgeranno anche il loro gruppo classe o l’intero istituto, quali a titolo esemplificativo: laboratori tematici su comunicazione e web education, web radio, visite aziendali, organizzazione di eventi all’interno della scuola, campus esperenziali finalizzati allo sviluppo di competenze comunicative e orientative.

  • sviluppare capacità comunicative e relazionali, fiducia e autonomia
  • sperimentare esperienze di condivisione di risorse e responsabilità nel perseguire un obiettivo comune

#Fase 4 Stimolare una nuova etica nelle imprese 

Inclusione come valore generativo 
La logica che portiamo avanti non è quella dell’assistenzialismo o del mero rispetto di vincoli di legge, bensì la logica della business ethics e più in generale della corporate social responsibility (CSR). Come è noto, quando è concretamente realizzata, essa produce numerosi impatti positivi non solo per la “reputation” dell’azienda, ma anche per il suo business: i clienti, i fornitori, i dipendenti, i finanziatori. 

Le comunità sono sempre più portate a riconoscere forme di “premium price” alle imprese attente alla tematica dell’inclusione. 

Vorremmo che il progetto sia una chiave di volta per promuovere un cambio di paradigma sull’occupabilità delle persone con disabilità a più ampio spettro. L’inserimento in impresa di un lavoratore con disabilità pensato e vissuto non più come “un’imposizione di legge”, bensì come vero e proprio investimento win-win per l’azienda, per la persona accolta e per la comunità.

Per raggiungere l’obiettivo il progetto offre:

  • la possibilità di ospitare progetti di PCTO costruiti in funzione delle specifiche esigenze delle persone coinvolte, attraverso il confronto con il gruppo di progetto
  • la sperimentazione di formule innovative come le esperienze di PCTO “unificato”, che prevedano la presenza in impresa per due persone: un ragazzo con e uno senza disabilità
  • la possibilità di modulare la propria partecipazione attraverso esperienze di conoscenza reciproca come visite aziendali, interviste, eventi pubblici
  • l'inserimento sperimentale nel Catalogo regionale delle Imprese Inclusive
  • un Open Badge di progetto che avrà funzione di attestato di Responsabilità Sociale d’Impresa

 

Durata progetto

maggio-luglio 2024

Partner

Progetto finanziato dalla Regione Piemonte

Capofila del progetto

  • Cooperativa ORSO


Partner di progetto

  • Associazione CIOFS-FP Piemonte
  • Associazione CNOS-FAP Piemonte
  • Consorzio Filo da Tessere
  • ENAIP Piemonte ETS
  • ENGIM Piemonte ETS
  • Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri

Contatti

Riferimento
Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro
Email
percorsipossibile@regione.piemonte.it