Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Programmi di sostegno alla cooperazione internazionale dei Comuni

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

La Regione Piemonte sostiene le iniziative di cooperazione decentrata promosse dai Comuni piemontesi in Africa subsahariana .

Per diffondere una cultura della cooperazione e della solidarietà internazionale la Regione ha sviluppato politiche che assegnano un ruolo centrale alle Autonomie locali.

Infatti gli Amministratori locali, in quanto rappresentanti delle rispettive comunità, possono coinvolgere attivamente la società civile per realizzare iniziative di cooperazione decentrata più condivise dal territorio. In tal modo:

  • valorizzano le competenze dei soggetti del proprio territorio nei progetti;
  • diffondono una nuova sensibilità culturale tra i cittadini e i giovani per renderli più consapevoli delle dinamiche internazionali che generano squilibri dello sviluppo, povertà e disuguaglianze, problematiche ambientali;
  • favoriscono la conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori;
  • stimolano la partecipazione del territorio in un’ottica di cittadinanza attiva;
  • sviluppano relazioni istituzionali con le Autorità locali dei paesi africani che durano nel tempo e che permettono di realizzare programmi di cooperazione operativi in più anni.

Per dare attuazione a queste politiche la Regione Piemonte pubblica annualmente un apposito Bando per sostenere le iniziative di cooperazione decentrata promosse dai Comuni piemontesi in Africa subsahariana.

Le attività di Cooperazione decentrata – Anno 2018

Per sostenere i progetti di cooperazione decentrata promossi delle Autorità Locali piemontesi impegnate in Africa Subsahariana, nel 2018 la Regione ha sottoscritto un accordo di collaborazione con la Compagnia di San Paolo.

Sulla base di tale accordo è stato predisposto il nuovo Bando Piemonte & Africa subsahariana 2018, pubblicato sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 11/10/2018.

I progetti proposti a finanziamento devono promuovere lo sviluppo locale sostenibile e migliorare le condizioni di vita delle popolazioni africane in almeno uno dei Paesi individuati: Benin, Burkina Faso (ad eccezione delle località partner del progetto regionale “Giovani al Centro”: Banfora, Boussou, Gourcy, Ouahigouya, Ziniaré), Costa d’Avorio, Mali, Mauritania, Niger, Senegal, Gambia, Repubblica di Guinea (Conakri) e Guinea Bissau.

Devono inoltre prevedere attività e azioni che rendano più facili le relazioni tra le comunità partner, piemontesi e africane, e la percezione dei reciproci contesti locali anche al fine di approfondire la conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori.

Come già sperimentato in annualità precedenti, sono previste due tipologie progettuali:

Lotto n. 1 - Partenariati territoriali per un futuro sostenibile, per le iniziative di cooperazione decentrata già avviate dalle Autorità Locali piemontesi con omologhe istituzioni africane; Lotto n. 2 - Avvio di azioni di cooperazione decentrata, per le iniziative delle Autorità Locali piemontesi in fase di avvio.

Cooperazione decentrata nel triennio 2015-2017: alcuni dati

Dal 2015, sono riprese le iniziative regionali a sostegno dei progetti di cooperazione decentrata promosse dai Comuni piemontesi, indirizzati allo sviluppo locale sostenibile e al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali in Africa subsahariana.

La Regione, nel triennio 2015-2017,  ha pubblicato tre diverse edizioni del Bando Piemonte & Africa Sub-sahariana. Il Bando, inizialmente aperto solo alle iniziative realizzate in Burkina Faso negli anni successivi è stato esteso a: Senegal, Benin, Mali e Niger.

Complessivamente, sono stati finanziati 44 progetti: .

  • 8 progetti  in Burkina Faso nel 2015 (interventi sostenuti con la partecipazione finanziaria di Fondazioni For Africa – Burkina Faso)
  • 10 progetti in Burkina Faso (interventi sostenuti con la partecipazione finanziaria di Fondazioni For Africa – Burkina Faso e Compagnia di San Paolo) e 5 in Senegal nel 2016;
  • 21 progetti in Benin, Burkina Faso, Mali, Senegal , di cui 16 promosse da Autorità Locali piemontesi con specifica esperienza di cooperazione decentrata e 5 iniziative di avvio di nuovi processi di partenariato nel 2017.

In totale il contributo della Regione Piemonte per il triennio considerato è di circa Euro 510.000,00 per un costo complessivo delle progettualità di circa Euro 970.000,00.

Le esperienze finora realizzate dalle Autonomie Locali e dalla Regione Piemonte evidenziano come la cooperazione decentrata risponda con flessibilità ed efficacia ai bisogni delle Amministrazioni locali africane, mettendo a loro disposizione saperi ed esperienze su temi cruciali per le istituzioni pubbliche locali, come: la gestione del territorio, la coesione e l’inclusione sociale, i servizi di base o la governance locale.

Inoltre la relazione diretta tra comunità territoriali piemontesi e africane permette di migliorare la comprensione dei rispettivi contesti, favorendo una conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori.