Preservare la qualità dell’ambiente con attenzione al territorio e alle sue risorse

Il Piemonte ha una composizione territoriale complessa e articolata da potersi presentare come un sistema di paesaggi identitari molto differenziati tra loro, che devono essere preservati e gestiti attraverso la valutazione preventiva ed integrata degli effetti diretti ed indiretti sull'ambienteLa pianificazione e la gestione del territorio rappresentano quindi degli aspetti essenziali delle politiche per il governo del territorio, una materia trasversale di raccordo e sintesi delle varie discipline ambientali.

Miniatura

Il compito della Regione Piemonte è quello di promuovere l’adozione, da parte degli enti locali territoriali, nell'esercizio delle rispettive funzioni amministrative e di pianificazione, delle attività normative, pianificatorie, programmatorie e amministrative di competenza regionale in materia di ambiente e territorio. Perseguire politiche di governo del territorio e obiettivi di tutela ambientale significa partecipare a iniziative e progetti con valenza regionale, nazionale ed europea. In particolare i principali strumenti di cui la Regione si avvale sono:

Miniatura
  • il Piano paesaggistico regionale (Ppr);
  • il Piano territoriale regionale (Ppr);
  • il Piano di Tutela delle Acque (PTA);
  • il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione (PRGRU);
  • il Piano regionale di gestione dei rifiuti speciali (PRRS);
  • il nuovo Piano di qualità dell’aria (ancora in fase di valutazione ambientale strategica).
Miniatura

Il Piano paesaggistico regionale rappresenta il documento di riferimento per la conoscenza e il governo del sistema paesaggistico piemontese. Il Piano territoriale regionale, invece, fonda le proprie scelte sull’analisi strutturale del territorio regionale, individuando i sistemi di relazioni di diversa complessità e caratterizzazione, indicando come sistema primario quello definito dai rapporti che si instaurano tra le dinamiche naturali dell’ecosistema legate a fauna e vegetazione, e gli aspetti climatici, idrogeomorfologici e pedologici.

Il Piano di Tutela delle Acque ha come obiettivo di conseguire la qualità dei corpi idrici e la tutela quali-quantitativa delle risorse idriche per garantire l’approvvigionamento idrico sostenibile; mentre il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione si propone di portare entro il 2020 il Piemonte in linea con le prescrizioni europee, riducendo la produzione di rifiuti a 455 kg per abitante, di cui non più di 159 kg indifferenziati. Un obiettivo che si ispira ai principi dell'economia circolare, che si propone inoltre di aumentare la differenziata al 65%, raggiungere un tasso di riciclaggio di almeno il 55% e azzerare i rifiuti urbani biodegradabili portati in discarica.

Miniatura

Anche il Piano regionale di gestione dei rifiuti speciali riprende i principi dell’economia circolare applicati alla gestione dei rifiuti speciali, promuovendo la reimmissione dei materiali trattati nei cicli produttivi. In particolare, nei prossimi anni tutte le decisioni in materia di rifiuti speciali dovranno rispondere agli obiettivi di ridurre la produzione e la pericolosità dei rifiuti speciali, sostenere il riciclaggio, prevedere il ricorso al recupero energetico, minimizzare l’uso della discarica, favorire la realizzazione di un sistema impiantistico territoriale, incoraggiare lo sviluppo della cosiddetta “green economy”.

Il nuovo Piano di qualità dell’aria, infine, intende presentare gli effetti sulla qualità dell’aria derivanti dall’attuazione delle misure, finalizzate a ricondurre, da qui al 2030, le aree ancora critiche in uno scenario di rispetto dei valori limite definiti dalla direttiva 2008/50/CE.

Video

Un altro aspetto importante della complessità territoriale piemontese è dato dalla biodiversità. I dati sulla biodiversità in Piemonte evidenziano che il territorio piemontese è caratterizzato da una grande varietà di specie animali e vegetali. La presenza in Piemonte di 3 zone biogeografiche (alpina, continentale e mediterranea) garantisce un buon livello di biodiversità malgrado l’elevato grado di urbanizzazione, la presenza antropica diffusa e un elevato consumo di suolo. In sintesi sono presenti

Miniatura
  • più di 3.600 specie floristiche (dato aggiornato al 2009) che rappresentano il 46% della flora italiana (Fonte: Conti et al., 2005. “Check-list della flora dlist della flora d’Italia”; Selvaggi et al., in prep.); inoltre per quanto riguarda le piante vascolari il Piemonte è la regione italiana più ricca di specie;
  • 400 specie di uccelli, 80 specie di mammiferi, 40 di rettili e anfibi, 60 di pesci (Fonte Regione Piemonte).

Il territorio montano piemontese si presenta con forme di fruizione ambientalmente sostenibili e più attente ai valori della natura, dell'identità culturale e del paesaggio. In un disegno pianificato di crescita economica sostenibile convergono sia le piccole imprese presenti, le associazioni, i professionisti della montagna, gli amministratori locali nonché i fruitori finali, e tutto il territorio è coinvolto nell'opportunità di sviluppo locale. 

Miniatura

I boschi in Piemonte sono una importante realtà, ricoprono più di 1/3 del territorio regionale e hanno una superficie in aumento spontaneo. Sono regolati dal Piano Forestale Regionale (PFR), uno strumento fondamentale per la politica forestale regionale, che definisce obiettivi e azioni prioritarie nel quadro di orientamenti nazionali e internazionali. Le foreste sono infatti una risorsa di primaria rilevanza che svolge molteplici funzioni, come fonte di materia prima ed energia rinnovabili, oltre che fornitrici di servizi ecosistemici quali:

Miniatura
  • protezione del territorio dall'erosione, dalla caduta di valanghe o massi, dal dissesto idrogeologico, generale e diretta di infrastrutture e vite umane;
  • conservazione della biodiversità;
  • regolazione del ciclo dell’acqua e del clima, anche attraverso la fissazione del carbonio;
  • caratterizzazione del paesaggio;
  • fruizione turistica e l'accoglienza del pubblico.
Video
The website encountered an unexpected error. Please try again later.