Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Bollo auto: avviso di scadenza

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

Cos’è, come si riceve e cosa fare se i dati non sono corretti

Che cos'è

In prossimità della scadenza della tassa automobilistica la Regione Piemonte invia gratuitamente ai contribuenti un “Avviso di scadenza”.

Lo scopo di questo avviso è duplice: ricordare al contribuente l’imminente scadenza della tassa e consentire una bonifica della banca dati regionale nel caso in cui i dati riportati sull’avviso non siano corretti.

I dati relativi ai veicoli ed ai proprietari degli stessi, contenuti nella documentazione inviata ai contribuenti, sono estratti dall’Archivio Regionale della Tassa Automobilistica.

Nel caso in cui il contribuente avesse già provveduto al rinnovo della tassa, non deve tenere in considerazione l’avviso ricevuto, né spedire alla Regione Piemonte alcuna ricevuta di pagamento, poiché i dati relativi al pagamento confluiranno automaticamente nella banca dati.

Il mancato ricevimento dell’avviso di scadenza non esonera dal pagamento della tassa.

Come viene recapitato l’avviso

L’avviso di scadenza è inviato generalmente al domicilio del contribuente tramite posta ordinaria. La busta contiene un prospetto che riporta la situazione dei veicoli risultante nella banca dati regionale.

Avviso di scadenza tramite e-mail e sms – servizio “Memobollo”

I contribuenti che desiderano ricevere, in prossimità della scadenza di pagamento della tassa automobilistica, un promemoria tramite l’invio di una e-mail o di un sms al posto dell’avviso di scadenza cartaceo, possono avvalersi del servizio “Memobollo” accedendo alla pagina http://www.sistemapiemonte.it/cms/bolloweb .

Con “Memobollo”, il bollo in un clic, si elimina la carta, si abbassano i costi e si aiuta l’ambiente.

Che cosa fare se i dati riportati sull’avviso non sono corretti

Il contribuente può segnalare eventuali correzioni ai dati in possesso dell’ufficio:

  • se è residente in Piemonte, rivolgendosi ad un intermediario autorizzato (delegazione ACI, agenzia di pratiche auto del consorzio Sermetra o agenzia Avantgarde - vedi Elenco intermediari autorizzati in Allegati), che, a seconda della tipologia del servizio erogato, potrebbe richiedere un compenso non superiore a euro 6,50 +IVA;

  • tramite gli URP della Regione.

Allegati

Elenco intermediari autorizzati
File pdf - 180.2 KB