Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Sostegno a programmi di sviluppo di Cluster regionali

Rivolto a
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Terzo settore

POR FESR 2014/2020 -Azione I.1.b.1.2

La misura si propone di sostenere un Programma di sviluppo di Cluster regionali di innovazione realizzato in collaborazione da Poli di innovazione e chiaramente articolato nelle tre traiettorie della Trasformazione Digitale, della Transizione Ecologica e del Benessere delle Persone e della comunità; tale Programma sarà selezionato tra le candidature che perverranno in base ai criteri previsti dal Bando.

Per candidarsi alla selezione, i Programmi proposti dovranno avere durata massima di 24 mesi e dovranno riguardare le seguenti attività:

- animazione e messa in rete del sistema regionale dell'innovazione e ricerca;

- elaborazione di roadmap tecnologiche in riferimento alle tre traiettorie di Transizione Digitale, Transizione Ecologica e Benessere delle persone e delle comunità;

- supporto al processo di governance e di scoperta imprenditoriale della S3, promuovendo la logica di innovazione aperta e correlata tra settori e aree di specializzazione;

- attività di supporto alla partecipazione degli attori del sistema regionale dell'innovazione e della ricerca a iniziative, reti e piattaforme extra regionali, e promozione dell'internazionalizzazione del sistema;

- supporto all'identificazione dei fabbisogni formativi delle imprese, al fine di contribuire all'incontro tra domanda e offerta formativa;

- identificazione di progettualità di eccellenza nel sistema della ricerca e dell'innovazione, disseminazione e valorizzazione dei risultati dei progetti e costruzione di una vetrina di best practice, anche al fine di favorire processi di trasformazione dei risultati in valore industriale ed economico;

- promozione di un maggiore coinvolgimento del sistema imprenditoriale nelle politiche pubbliche a supporto della R&D, mediante azioni di intercettazione delle imprese non coinvolte nei programmi di aiuto per l'innovazione e promozione della cooperazione tra le imprese stesse nonché tra imprese e attori della ricerca.

Il sostegno si concretizza nell’erogazione di un contributo alla spesa, fino ad un massimo del 50% delle spese ritenute ammissibili.

Questa misura, approvata dalla Giunta Regionale con D.G.R. n. 27-3695 del 6/8/2021, è propedeutica all'attuazione, nel prossimo periodo di programmazione dei Fondi Strutturali Europei, di una rinnovata politica di Cluster a sostegno della ricerca e innovazione, caratterizzata, rispetto al passato, da un modello di azione sistemico e in grado di promuovere e attuare azioni, programmi, progetti di ricerca e innovazione caratterizzati da una forte cross settorialità, in coerenza con la revisione in atto della S3 e con gli indirizzi del POR FESR 21/27. Nello specifico, attraverso il supporto ai Poli d'innovazione, la Regione intende promuovere il passaggio da una policy a sostegno dei Cluster per incentivare l'innovazione a una policy che, tramite i Cluster stessi, favorisca, promuova e sostenga l'innovazione attraverso la creazione di un sistema regionale che sia in grado di supportare la Regione nella governance e attuazione della S3, sostenere il dialogo tra imprese, atenei e organismi di ricerca favorendo il trasferimento tecnologico, contribuire in modo sinergico alle attività dei principali soggetti territoriali di riferimento, indirizzare in modo strutturato ed efficace le Pmi verso i diversi centri altamente qualificati.

Il contributo a fondo perduto non è cumulabile con altre agevolazioni costituenti aiuti di Stato concesse a valere sulle stesse spese.

A chi è rivolta?

L'iniziativa è rivolta a partenariati, costituiti o costituendi, di soggetti identificabili come gestori di Poli di innovazione, con una solida competenza (per un periodo antecedente di almeno 5 anni) nel presidiare una o più aree di specializzazione e/o traiettorie trasversali della S3 2014/2020 e corrispondenti alle prevalenti e distintive specializzazioni produttive regionali, che siano sufficientemente rappresentativi di istanze imprenditoriali e industriali del territorio regionale ovvero includano al proprio interno una presenza qualificata di imprese dell'area da essi rappresentata e che siano in possesso di tutti i requisiti oggettivi e soggettivi previsti nel Bando.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva è di Euro 1.255.700,00 (a valere sul POR-FESR 2014-2020).

Tempi e modi

La procedura prevede due distinte fasi di istruttoria e valutazione:

Nella prima fase i soggetti interessati presentano la propria pre-proposal dal 20/12/2021 al 31/1/2022.

A conclusione di questa prima fase, la Regione comunica l'esito della valutazione entro il 21/2/2022.

I soggetti ammessi alla seconda fase presentano un Programma di attività dettagliato comprensivo del relativo piano economico di spesa entro il 31/3/2022.

Contatti

Riferimento
A1907A - Sistema universitario, diritto allo studio, ricerca e innovazione
Email
universita.ricercaeinnovazione@regione.piemonte.it
PEC
universita.ricercaeinnovazione@cert.regione.piemonte.it