Nuova piattaforma tecnologica di filiera

Creato il
28 Giugno 2019

Il 15 luglio sarà attivato lo sportello per la raccolta delle domande di finanziamento riguardanti la nuova piattaforma tecnologica di filiera. Rimarrà aperto fino all’esaurimento della disponibilità delle risorse assegnate, che ammontano a 16 milioni di euro e che fanno parte del programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

Si tratta di un contributo a fondo perduto, il cui importo dipende dalla tipologia dei beneficiari (più alto per le piccole imprese, più basso per le grandi). Contestualmente, devono essere attivate assunzioni con contratto di apprendistato in alta formazione, un obbligo che varia da 3 a 8 persone in base alla dimensione dei progetti.

Le parole chiave di questo provvedimento sono due: semplificazione della procedura, allargamento della partecipazione.

Verranno finanziati progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale presentati da imprese e soggetti del settore aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, tessile, agroalimentare e innovazione per la salute.

Non più quindi la presentazione di diverse proposte su un tema specifico scelto a priori come avveniva in passato, ma la possibilità di finanziare più iniziative su ambiti differenti, in un’ottica di maggiore partecipazione e integrazione fra i settori stessi, con una prevista maggiore presenza di imprese da tutto il Piemonte.

Altra novità importante la dimensione economica dei progetti, che potranno essere di importo inferiore rispetto alle precedenti piattaforme e quindi includere meglio le realtà più piccole.