Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Polizia Mineraria

Rivolto a
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Sicurezza e salute dei lavoratori, buon governo dei giacimenti

Le Norme di Polizia delle Miniere e delle Cave previste dal D.P.R. 128/59 “Norme di Polizia delle Miniere e delle Cave” e successivamente dal D. Lgs. n. 624/96 “Attuazione delle direttive 92/91/CEE e 92/104/CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori nelle industrie estrattive”, provvedono a tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori, ad assicurare il regolare svolgimento delle lavorazioni nel rispetto della sicurezza dei terzi e delle attività di preminente interesse generale ed a garantire il buon governo dei giacimenti. Il Settore regionale è, dunque, Organo di Vigilanza per il comparto estrattivo regionale ai sensi del D.P.R. 128/59.

Le Norme di Polizia delle Miniere e delle Cave si applicano:

  • ai lavori di prospezione, ricerca e coltivazione delle sostanze minerali di Ia e IIa categoria;
  • ai lavori svolti negli impianti connessi alle attività minerarie;
  • ai lavori svolti negli impianti che costituiscono pertinenze, anche se ubicati fuori del perimetro delle autorizzazioni e concessioni;
  • ai lavori di frantumazione, vagliatura, squadratura e lizzatura dei prodotti delle cave ed alle operazioni di caricamento di tali prodotti dai piazzali;
  • ai siti di ex attività estrattive ed al loro eventuale riuso.

Dal 1° gennaio 2016 le funzioni di Polizia Mineraria sono svolte dalla Regione Piemonte per tutte le attività estrattive sul territorio piemontese, sia miniere che cave. Tra le attività principali si segnalano:  la vigilanza sull’impiego di esplosivi ed il suo corretto utilizzo, le verifiche periodiche e straordinarie su impianti, la vigilanza sulla sicurezza e salute dei lavoratori e sui luoghi di lavoro, la messa in sicurezza di aree critiche in frana sia in roccia che in terreni, previsione e misure dei livelli di vibrazione indotti dall’uso di esplosivo.

Contatti

Riferimento
Luigi Rinaldi
Telefono
011/432.25.24
Email
luigi.rinaldi@regione.piemonte.it