Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Rete Nutrizione clinica e Dietetica

Rivolto a
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

La nutrizione clinica è una specialità dell’area medica finalizzata al mantenimento e al raggiungimento di un adeguato stato di nutrizione, attraverso interventi preventivi, diagnostici e terapeutici, e alla prevenzione e correzione delle alterazioni metaboliche nelle patologie responsive alla dieta.

Una corretta alimentazione costituisce uno straordinario fattore di salute: per questo la Nutrizione Clinica deve essere inserita a pieno titolo nei percorsi di diagnosi e cura, sia del paziente ospedalizzato, sia del paziente ambulatoriale.

Il ruolo della Nutrizione Clinica è peculiare, in quanto si tratta di specialità trasversale con specifiche attività a livello ospedaliero, nella continuità assistenziale tra ospedale e territorio e nei confronti delle strutture che operano nella prevenzione. Opera con l’obiettivo principale di

…garantire, attraverso una stretta collaborazione con gli altri specialisti e con il supporto delle Direzioni aziendali, una migliore e più omogenea efficacia degli interventi nutrizionali su tutto il territorio regionale”

Il modello organizzativo della Rete

In Piemonte con DGR 18-13672 del 29.03.2010 è stata istituita la Rete regionale delle Strutture di Dietetica e Nutrizione Clinica. Con successiva Determinazione n. 507 del 28.07.2010 è stata stabilita la composizione e le modalità operative della Commissione regionale di Coordinamento. Nella Regione Piemonte, l’attività di nutrizione clinica si basa su di un modello organizzativo (le Strutture di Dietetica e Nutrizione Clinica - SODNC) che integra le attività a livello ospedaliero, ambulatoriale e domiciliare, e che connette, in modo organico, l’area della nutrizione clinica con le altre aree terapeutiche. Il ruolo della nutrizione clinica è peculiare, in quanto si tratta di una specialità trasversale, che riveste una funzione primaria, sia nella continuità assistenziale fra ospedale e territorio, sia nei confronti delle strutture che operano nella prevenzione.

La Rete regionale è composta da:

  • 13 Strutture per pazienti adulti (Alba, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Domodossola, Ivrea, Novara, Orbassano e Torino)
  • 2 Strutture per pazienti pediatrici (Torino e Alessandria).

L’attività delle strutture è fondata sulla condivisione di documenti delle Società scientifiche nazionali ed internazionali di riferimento (linee guida accreditate) che hanno determinato la stesura delle procedure attualmente in uso:

  • procedura sulle modalità operative della visita nutrizionale
  • gestione della Nutrizione Enterale Domiciliare (NED)
  • gestione della Nutrizione Parenterale Domiciliare (NPD)

Attraverso riunioni operative mensili, i referenti delle Strutture di Dietetica e Nutrizione Clinica si confrontano al fine di rendere omogenea ed efficace l’applicazione di tali procedure e quindi l’assistenza fornita su tutto il territorio regionale.

Procedure per la nutrizione clinica
  • Visita nutrizionale
  • Screening del rischio nutrizionale
  • Nutrizione Enterale Domiciliare (NED)
  • Nutrizione Parenterale Domiciliare nel paziente oncologico (NPD - Onco)
  • Protocolli per il trattamento insulinico intensivo dell'iperglicemia nei pazienti in nutrizione artificiale
Procedure per la ristorazione
  • Linee guida per la ristorazione scolastica collettiva (2002)
  • Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione ospedalier ed assistenziale (2011)
  • Proposte operative per la ristorazione assistenziale (2007)
  • Proposte operative per la ristorazione ospedaliera (2007)
  • Proposte operative per la ristorazione scolastica (2007)