Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione di Torino

Miniatura

Un investimento di oltre 400 milioni per dare a Torino una nuova struttura sanitaria all'avanguardia internazionale e per riqualificare una vasta area della città. Il complesso sorgerà all’interno dell’area ex Avio-Oval e sarà costituito da quattro poli funzionali, connessi tra loro e destinati a:

  • sostituire gli ospedali che attualmente compongono la Città della Salute e della Scienza
  • ospitare la ricerca clinica, pre-clinica e traslazionale
  • offrire una sede alle attività di didattica (corsi di laurea in medicina e nelle professioni sanitarie)
  • accogliere il personale

La gara viene aggiudicata attraverso una procedura di dialogo competitivo, innovativa per l’Italia.

Parternariato pubblico - privato: nuove opportunità

Il partenariato pubblico privato è lo strumento che la Regione ha scelto per la realizzazione del Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione: una forma di cooperazione tra poteri pubblici e soggetti privati, con lo scopo di finanziare, costruire e gestire infrastrutture o fornire servizi di interesse pubblico. Un obiettivo ambizioso: incentivare l’integrazione pubblico-privato per accrescere le risorse a disposizione e acquisire soluzioni innovative anche dal punto di vista finanziario, facendo specifico riferimento agli istituti di finanza di progetto e di locazione finanziaria di opere pubbliche e di pubblica utilità.

Il progetto ha suscitato forte interesse da parte di investitori finanziari e banche internazionali, studi di ingegneria civile e architettura, general contractor, gruppi immobiliari, operatori tecnologici del settore medicale e dell’impiantistica.

Gli elementi chiave della partnership pubblico - privata nella costruzione del Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione di Torino sono stati presentati il 18 ottobre 2018 in una presentazione pubblica che si è tenuta al Centro congressi del Lingotto. Un'occasione dove sono state delineati:

  • il processo e le procedure di gara
  • gli elementi tecnici
  • il modello finanziario
  • le regole di bancabilità

I poli funzionali

Il progetto prevede l'accorpamento di attività e strutture ad elevata complessità attualmente presenti nei presidi dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute di Torino:

  • Ospedale Molinette
  • Ospedale Ostetrico Ginecologico Sant’Anna
  • Ospedale Infantile Regina Margherita 
  • Centro Traumatologico Ortopedico e di Malattie Sociali e del Lavoro (CTO)

Come stazione appaltante è stata scelta l'Azienda ospedaliera universitaria Città della Salute di Torino; approfondimenti e ulteriori info sul sito Centro estero per l'internazionalizzazione del Piemonte