Giornata nazionale della sicurezza delle cure e della persona assistita

Creato il
13 Settembre 2019

Il 17 settembre è la "Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita" indetta dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 aprile 2019. Ecco le iniziative promosse dalle Aziende Sanitarie piemontesi

Nel maggio 2019 l'Assemblea mondiale della salute dell'ONU ha approvato la proposta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di istituire il 17 settembre di ogni anno la Giornata mondiale della sicurezza del paziente - impegnando l'OMS e tutti gli stati del mondo a riconoscere la sicurezza delle cure come una priorità fondamentale per la salute e ad adottare le azioni necessarie per ridurre i danni ai pazienti nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie.

Il Ministero della salute ha recepito la risoluzione dell'ONU e ha indetto la Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, per promuovere a livello nazionale e locale iniziative di sensibilizzazione e diffusione di buone pratiche di prevenzione dei rischi, giornata rivolta agli operatori sanitari e alla cittadinanza per migliorare e assicurare la sicurezza delle cure. La giornata nazionale rappresenta l'occasione per un confronto con i cittadini e gli stakeholder sullo specifico tema della gestione del rischio clinico nonché per consolidare la collaborazione fra cittadini e aziende sanitarie nel processo di miglioramento della qualità e della sicurezza delle cure.

Regione Piemonte ha organizzato, nella giornata del 17 settembre 2019, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, un evento che si terrà presso l'aula Magna del Rettorato di Torino, a cui tutte le Aziende Sanitarie Regionali sono invitate a partecipare: un confronto sullo specifico tema della gestione del rischio clinico nell’ottica di un miglioramento della qualità e della sicurezza delle cure.

ASL NO

In questa occasione l’ASL NO sceglie di “guardarsi dentro”, utilizzando una metodica chiamata Safety Walkaround. Alcuni professionisti esperti della metodica effettueranno una visita nelle strutture che hanno volontariamente aderito all’iniziativa, intervistando gli operatori.

Durante la visita tutti saranno protagonisti attivi, perché concorreranno a identificare e correggere eventuali situazioni rischiose per i pazienti. L’agire in prima persona, infatti, favorisce un maggior coinvolgimento e consente di diffondere efficacemente la cultura della sicurezza, elemento indispensabile per un’assistenza di qualità.

All’iniziativa hanno aderito numerose Strutture aziendali. Le prime interviste inizieranno la mattina del 17 settembre 2019 e riguarderanno le Strutture dell’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero, per proseguire con le Strutture territoriali.

Questa iniziativa, da ora in poi, rientrerà a tutti gli effetti nel programma aziendale di gestione del rischio clinico, che già si sviluppa attraverso diverse attività di prevenzione e gestione delle situazioni di potenziale rischio per i pazienti.
 

ASL TO 5

Il prossimo 17 settembre si celebra la Giornata Nazionale per la sicurezza della Persona Assistita. L’ASL TO5 ha previsto momenti di sensibilizzazione per gli operatori delle diverse strutture sanitarie anche attraverso un Poster che verrà affisso nei reparti. Il poster mette in evidenza 5 momenti per la sicurezza della terapia. In questo modo anche i cittadini che si recano presso le strutture possono partecipare attivamente al processo di cura, ponendo domande sui farmaci che si assumono e di comunicare apertamente con il medico specialista.  

AOU San Luigi Gonzaga 

La Regione Piemonte, promotrice di un evento collettivo per la mattina del 17 settembre presso l'Aula Magna del Rettorato - Università degli studi di Torino, ha sensibilizzato le ASR per l’organizzazione di specifiche iniziative. In particolare ha organizzato nella propria sede un particolare evento per il pomeriggio del 17 settembre a partire dalle ore 13.30 che prevede iniziative di comunicazione e sensibilizzazione dei cittadini e pazienti mostrando poster informativi sull'importanza di partecipare attivamente al proprio percorso di cura e porre particolare attenzione al consenso informato e alle informazioni sanitarie quando si rivolgono agli operatori sanitari. I poster saranno affissi nelle sale di attesa, in Pronto Soccorso e nei reparti dell’Ospedale.

Saranno inoltre presentate le pettorine che il personale infermieristico indosserà durante la preparazione e somministrazione della terapia: lo slogan riguarda l’importanza di non interrompere il lavoro in corso per evitare errori.

Santa Croce - ASL CN1 

Martedi 17 settembre presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Torino dalle ore 10.00 alle ore 12.30 è in programma un incontro con la partecipazione dell’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi e del direttore dell’Assessorato Danilo Bono sul tema sicurezza delle cure e delle persone assistite in Regione Piemonte. L’argomento sarà trattato dal dirigente Franco Ripa. Seguirà un confronto con cittadini e portatori di interesse.

Per la stessa giornata le Aziende Sanitarie sono state invitate a promuovere, a livello locale, iniziative di comunicazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sullo stesso tema.

L’Azienda Ospedaliera di Cuneo predisporrà, nella giornata di martedì 17 settembre dalle ore 10.00 alle 12.00, punti informativi all’ingresso dei presidi ospedalieri del Santa Croce e Carle con l’obiettivo di far conoscere le attività in cui sono impegnati i professionisti per garantire alti livelli di sicurezza nelle cure e distribuire materiale informativo sulle regole di comportamento da seguire per garantire una gestione sicura delle terapie.

Nel pomeriggio, alle 17.30, l’ASl CN1 incontrerà presso la sede legale di via Boggio 12 le associazioni locali dell’area sanitaria e socio - sanitaria, per favorire un confronto e un primo livello di informazione con i principali portatori di interesse nel settore. 

ASL CN2 

Per tutti gli operatori sanitari sono previsti momenti di approfondimento e confronto inerenti alle “Raccomandazioni Ministeriali” sulla sicurezza delle cure.

Le “Raccomandazioni” costituiscono un importantissimo strumento: forniscono agli operatori sanitari indicazioni concrete per prevenire gli errori e i possibili incidenti nel corso della cura del paziente