Esplosione di Quargnento: l'assessore e il Comandante Generale dell'arma in visita ai ricoverati al Cardinal Massaia

Creato il
07 Novembre 2019

Il carabiniere Roberto Borlengo e il vigile del fuoco Graziano Luca Trombetta stanno bene: sono ricoverati in condizioni complessivamente buone all’ospedale Cardinal Massaia di Asti, Borlengo in attesa di un intervento di chirurgia per la ricostruzione dell’orbita del massiccio facciale e Trombetta assistito nel recuperare deficit motori temporanei a colonna vertebrale ed arto inferiore destro.

Per entrambi la prognosi supera i 40 giorni, ma da parte del personale medico sono arrivate le prime rassicurazioni circa le condizioni generali: “Per entrambi ci vorrà un po’ di pazienza – riferiscono i medici - ma le loro situazioni sono sotto controllo e sono stati definiti i percorsi di cura e successiva riabilitazione”. 

Per loro, questa mattina, due visite di particolare rilievo: sono infatti stati accolti dal Commissario Asl AT, Giovanni Messori Ioli, e dal Direttore di Presidio, Tiziana Ferraris, prima l’Assessore Regionale alla Sanità, Luigi Icardi e, poco dopo, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri, accompagnato dal Generale Aldo Iacobelli, comandante della Legione dei Carabinieri del Piemonte e della Valle D’Aosta e dal Comandante provinciale, Pierantonio Breda.

Momenti di solidarietà, umanità e vicinanza verso le due vittime delle esplosioni di Quargnento e i loro famigliari.