Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Pedemontana Piemontese-tratta Masserano-Ghemme

Rivolto a
Cittadini

infrastruttura autostradale di particolare importanza

L’infrastruttura garantirà un collegamento diretto di Biella con il sistema autostradale, tramite la connessione tra la SP 142 VAR a Masserano e l’autostrada A26 Genova – Gravellona, in prossimità dell’abitato di Ghemme.

Il tracciato di progetto è previsto a sud della SP142 storica, tra Masserano e Gattinara, diventato negli anni un collegamento arteriale con un basso livello di servzio.

La Pedemontana Piemontese- tratta Masserano Ghemme, costituirà un’alternativa alla SP 142 storica, più funzionale sia in termini di capacità che di velocità commerciale.

La nuova strada sarà a 2 carreggiate separate, ciascuna di costituita da 2 corsie, ed avrà una lunghezza di circa 14 Km.

Il tracciato prevede quattro svincoli:

  • ad inizio tracciato a Masserano per il collegamento con la SP315 e la SP 142 VAR

  • in prossimità di Roasio per il collegamento con la SP64 e la Val Sessera

  • in prossimità di Gattinara per il collegamento con la SS594 la Valle Sesia

  • a fine tracciato per la connessione con l’autostrada A26

Il progetto prevede inoltre sottopassi e calvalcavia in modo da garantire la continuità della viabilità comunale e vicinale interferita.

Il tracciato stradale insiste sui territori di 3 province:

  • Provincia di Biella (nei Comuni di Masserano, Brusnengo)

  • Provincia di Vercelli (nei Comuni di Roasio, Brusnengo, Lozzolo, Gattinara)

  • Provincia di Novara (nei Comuni di Romagnano Sesia e Ghemme)

 

Le opere d’arte maggiori del progetto definitivo comprendono:

• viadotto sul fiume Sesia (lunghezza 820 m);

• n. 5 ponti (lunghezza da 40 a 120 m);

• n. 6 cavalcavia (di cui uno autostradale);

• n. 6 sottopassi scatolari e svariati tombini idraulici (scatolari e circolari);

• n.1 casello di esazione del pedaggio.

 

L’importo complessivo dell’intervento è stimato in 204,7 Milioni di euro, di cui :

  • 109,3 Milioni di Euro per lavori

  • 95,4 Milioni di Euro per somme a disposizione (spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo, espropri, imprevisti ecc..)

  • Durata dei lavori è stimata in 1.441gg.

L’intervento è inserito nel Contratto di Programma 2016-2020 tra il Ministero delle Infrastruttre e dei Trasporti e ANAS s.p.a.

L’intervento è stato progettato e sarò realizzato da parte di ANAS spa.

Stato di attuazione:

L’intervento rientra tra le infrastrutture strategiche prioritarie di interesse nazionale e regionale inserire nel 2016 nel “Piano operativo fondo sviluppo e coesione Infrastrutture 2014-2020” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Delibera CIPE 25 del 10/08/2016).

Regione Piemonte nel corso del 2017 ha coordinato un tavolo di lavoro con i rappresentanti degli enti locali, delle associazioni di categoria e dei soggetti interferiti per condividire il progetto.

L’ANAS in data 11 giugno 2018 ha trasmesso il progetto definitivo al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, il quale ha emesso il proprio parere in data 22 novembre 2018.

L’ANAS in data 18 ottobre 2018 ha presentato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti istanze per il riesame del parere di valutazione di impatto ambientale del 2011 e la localizzazione urbanistica

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in data 18 febbraio 2019 ha avviato la procedura di ri-esame del parere di valutazione di impatto ambientale, ex artt. 183 e 185, D.Lgs. 163/2006 della Commissione VIA/VAS e verifica del Piano di Utilizzo Terre, ex art. 9, D.P.R. 120/201.

E’ in corso l’istruttoria da parte della Commissione Tecnica di Verifica VIA-VAS.

La Regione Piemonte, nel mese di novembre 2018, ha avviato apposita conferenza di servizi ed in esito alla stessa ha trasmesso, in data 13 marzo 2019, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, le proprie osservazioni richiedendo integrazioni sul progetto definitivo presentato da ANAS.

Finanziamento :

L’opera è finanziata mediante :

  • 124,7 milioni di euro con l’assegnazione del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 di cui alla Delibera CIPE n.25 del 10/8/2016.

  • 79,55 milioni di euro a valere su fondi statali assegnati alla Regione Piemonte ai sensi della Legge n.228 del 24/12/2012 “Sblocca Italia”.

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha convocato, ai sensi del D.lgs 163/2006, la Confererenza di Servizi per l'approvazione del Progetto definitivo, la localizzazione urbanistrica, la dichiarazione di pubblica utilità e l'assegnazione dei fondi necessari ai sensi della Legge 164/2014, della Pedemontana Piemontese, tratta Masserano-Ghemme. La seduta è prevista per il giorno 12 luglio 2019 alle ore 10.00 presso la biblioteca sita al piano terra della sede ministeriale, in via Nomentana 2, Roma.