Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Fondo Rilancio e Sviluppo

Rivolto a
Imprese e liberi professionisti

Il Fondo Rilancio e Sviluppo è un nuovo strumento della Regione Piemonte per essere al fianco di quelle imprese che si trovano in temporanea crisi finanziaria per motivi oggettivi e per cause non dipendenti dalla propria attività imprenditoriale e dalle modalità di gestione del proprio patrimonio. La misura è rivolta alle imprese con un forte e storico radicamento nel tessuto economico e sociale piemontese, che presentano concrete e comprovate possibilità di rilancio, a salvaguardia dei livelli occupazionali e della competitività delle imprese stesse.

Che cos'è

Un fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano, di tipo chiuso (nome tecnico: Finint Special Credit Opportunity Fund) che rientra nella categoria dei cosiddetti fondi di investimento alternativi riservati.

Durata

Il Fondo ha una durata pari a dieci anni a decorrere dalla data di avvio dell’operatività del Fondo stesso, con scadenza il 31 dicembre successivo al compimento del decimo anno, salvo il caso di liquidazione anticipata.

Dotazione finanziaria

Il Fondo si avvale di una dotazione finanziaria minima pari a 30 milioni di euro, di cui almeno 15,5 destinati al Piemonte. Il Fondo può avvalersi di ulteriori incrementi della propria dotazione finanziaria a operatività già avviata e per tutta la durata del suo esercizio: tale opzione è espressamente prevista e incoraggiata.

Chi partecipa

Il Fondo si avvale degli investimenti effettuati da finanziarie regionali, società di gestione del risparmio e istituzioni bancarie storicamente radicate nel territorio, con una forte presenza di attori piemontesi, veneti e lombardi: Finpiemonte, Finint Investments, Banca d'Alba, Banca Alpi Marittime, Generalfinance, oltre ad altre banche e fondazioni bancarie.

Destinatari

Al Fondo partecipano investitori professionali e non professionali, nonché soggetti abilitati alla prestazione del servizio di gestione di portafogli. Più nel dettaglio, il Fondo si avvale degli investimenti effettuati da finanziarie regionali, società di gestione del risparmio e istituzioni bancarie storicamente radicate sul territorio, con una forte presenza di attori piemontesi e veneti. Per fare due esempi: Finpiemonte e Banca Finint SGR.

Scopo del Fondo

E' l’incremento del valore del suo patrimonio, attraverso operazioni di investimento principalmente di media e lunga durata, aventi per oggetto, in via prevalente, l’acquisto e/o la sottoscrizione di strumenti finanziari quali, per esempio, obbligazioni, prestiti obbligazionari convertibili e altri strumenti di debito. Il Fondo, inoltre, potrà essere investito anche in strumenti partecipativi e in strumenti di equity e quasi-equity, nonché in strumenti di società soggette a procedura concorsuale o a un processo di ristrutturazione del proprio indebitamento.

A chi si rivolge

Il Fondo effettua operazioni di investimento in strumenti emessi da società medio-piccole o imprese cosiddette mid-cap, il cui fatturato annuo sia compreso indicativamente tra 2 milioni e 200 milioni di euro, con le seguenti caratteristiche:

a) siano attive nei settori dell’industria e dei servizi;

b) si trovino nella condizione di sub performing e/o di cosiddetto distress finanziario, purché abbiano già intrapreso e/o completato un processo di ristrutturazione del proprio indebitamento finanziario e presentino concrete possibilità di rilancio.

Localizzazione degli investimenti

Almeno il 70% del portafoglio del Fondo dovrà essere investito in società italiane localizzate nel Nord Italia e secondo specifici vincoli di destinazione regionale, effettuando investimenti in società che abbiano la propria sede operativa nel territorio della rispettiva regione e in società che, sebbene abbiano la propria sede legale e/o operativa in una regione diversa, assumano un impegno formale nei confronti dell’ente gestore del Fondo a incrementare la propria attività e/o siano in procinto di operare nel territorio della rispettiva regione, questo a tutela e garanzia degli interessi economici del nostro territorio regionale.

 

Come accedere

Tutte le informazioni necessarie per partecipare (comprese di FAQ) sono pubblicate in questa pagina e sulla pagina dedicata del sito di Finpiemonte.

L’avvio dell’operatività del Fondo è previsto a partire dall’autunno 2023.