Incendi boschivi. Approvato il Piano straordinario di interventi di ripristino

Creato il
24 Aprile 2019

Mercoledì 18 aprile è stato approvato dalla Giunta regionale il Piano straordinario di interventi di ripristino del territorio danneggiato dagli incendi boschivi dell’autunno 2017, che hanno coinvolto  oltre oltre 9.700 ettari di superficie territoriale (di cui 7.200 ettari coperti da foreste) tra le province di Torino e Cuneo.

Nel dicembre del 2017 la Giunta aveva definito gli indirizzi con cui predisporre l’attuale Piano per il ripristino delle superfici interessate dagli eventi appena accaduti, attivando il tavolo tecnico che avrebbe in seguito dato il via ai sopralluoghi, alla stima dei danni, nonché dello stato complessivo del territorio coinvolto su cui si sarebbero basate le linee di intervento oggi definite dal Piano.

Il Piano prevede interventi selvicolturali e di ingegneria naturalistica nei territori di Locana, Ribordone, Bussoleno, Mompantero, Caprie, Rubiana, Cumiana, Cantalupa, Roure, Perrero e Traversella in provincia di Torino; Bellino, Casteldelfino, Sambuco, Pietraporzio e Demonte in provincia di Cuneo, e sarà valido fino al 31 agosto 2029 (10 stagioni silvane).

Le risorse finanziarie messe a disposizione attraverso i bandi  del Programma di Sviluppo Rurale 2014 –20 (operazioni 8.3, 8.4 e 8.5), ammontano a 8 milioni e 380 mila, di cui 3 milioni e 250 mila dedicati a progetti di ripristino dei danni subiti dalle foreste di tutto il territorio piemontese in seguito a calamità di varia natura: incendi, valanghe, fitopatie, etc.

Altrettante risorse sono destinate ai progetti di prevenzione dei danni alle foreste.

I relativi bandi verranno pubblicati nei prossimi mesi