Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Monitoraggio opere incompiute

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici

Elenco delle le opere risultanti incompiute di interesse regionale e degli enti locali comunicate all’Osservatorio Regionale dei Contratti Pubblici del Piemonte dalle stazioni appaltanti (Decreto del Ministero Infrastrutture e dei Trasporti del 13 marzo 2013, n. 42, articolo 1)

Le opere risultanti incompiute (secondo la definizione dell’ art. 1 del D.M. 42 del 2013) di interesse regionale e degli enti locali sono state comunicate all’Osservatorio Regionale dei Contratti Pubblici del Piemonte dalle stazioni appaltanti, dagli enti aggiudicatori e dagli altri soggetti aggiudicatori di cui all’art. 3 del D.Lgs 50 del 2016.
Entro il 31 marzo di ciascun anno, le stazioni appaltanti, gli enti aggiudicatori e gli altri soggetti aggiudicatori individuano le opere incompiute di rispettiva competenza, trasmettono la lista delle opere individuate al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ovvero alla Regione e alla Provincia autonoma di appartenenza, unitamente ai dati e alle informazioni previste dalla norma.
L’osservatorio dei lavori pubblici  pubblica entro il 30 giugno di ciascun anno l'elenco relativo alle opere incompiute di interesse regionale e degli enti locali. L'elenco relativo alle opere incompiute di interesse nazionale è pubblicata sul sito istituzionale del MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).
L’obbligo di pubblicare l’elenco delle opere è dovuto anche se il medesimo fosse già stato oggetto di redazione nelle annualità precedenti, nel caso in cui sussista ancora la condizione di incompiutezza. L'art. 21 del D.lgs 50 del 2016 introduce l’obbligo di inserimento delle opere incompiute al fine di prevederne l’eventuale completamento oppure di individuare possibili soluzioni alternative, quali il parziale riutilizzo, la cessione a titolo di corrispettivo per la realizzazione di altra opera pubblica, la vendita o la demolizione. In prospettiva, l’assolvimento di tale obbligo, di cui al DM 42 del 2013, avverrà direttamente tramite l’inserimento delle opere incompiute nella scheda B dell’allegato I del DM 14 del 2018.

Per la rilevazione delle informazioni per la gestione dell’anagrafe delle opere incompiute degli anni 2012-2017 è stato predisposto uno specifico sistema, denominato SIMOI (Sistema Informativo Monitoraggio Opere Incompiute), nato dalla collaborazione tra le Regioni, tramite i propri Osservatori regionali dei contratti pubblici, e il Ministero delle infrastrutture e trasporti. Le Amministrazioni sono tenute a registrarsi al SIMOI ed a compilare l’elenco delle opere incompiute di propria competenza. Dopo l’avvenuto caricamento delle informazioni sul sistema SIMOI sarà necessario, a cura dell’utente, generare il file XML relativo all’elenco e trasmettere una PEC di notifica all’indirizzo di posta certificata al seguente indirizzo: trasparenza-anticorruzione@cert.regione.piemonte.it
Per informazione ed assistenza legate a questioni informatiche e di uso del SIMOI si può contattare il servizio di supporto tecnico via posta elettronica scrivendo a: supportotecnico@simoi.it .
Sono, inoltre, disponibili e consultabili  apposite FAQ sui principali quesiti legati alla materia disponibili anche sul sito del MIT.

Allegati

Opere incompiute 2017
File pdf - 11.12 KB
Opere incompiute 2016
File pdf - 14.83 KB
Opere incompiute 2015
File pdf - 11.78 KB
Opere incompiute 2014
File pdf - 10.7 KB
Opere incompiute 2013
File pdf - 24.5 KB
Opere incompiute 2012
File pdf - 12.1 KB

Contatti

Riferimento
Arch. Antonella Di Lucchio
Email
osservatorio.oopp@regione.piemonte.it
Note
Staff: Milena Calbi  0114325954  – Valeria Rosso 0114323854