Piano Operativo salute: al via i bandi su ricerca e innovazione

Il ministero della Salute ha dato il via all’attuazione del Piano Operativo Salute (POS) con la pubblicazione dei primi quattro avvisi per la selezione di progetti da finanziare con complessivi 200 milioni di euro nell’ambito delle politiche europee di sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale e rimozione degli squilibri economici e sociali. 

Il Piano Operativo salute è articolato in cinque traiettorie di sviluppo, cui corrispondono specifici avvisi pubblici nell’ambito delle relative linee di azione. Sono 4 le traiettorie già attivate, in particolare:

Traiettoria 1 “Active & Healthy Ageing - Tecnologie per l’invecchiamento attivo e l’assistenza domiciliare”                    Link al bando

Creazione di uno spazio urbano dedicato alla vita delle persone anziane 
Progetti ammissibili: realizzazione implementazione tecnologica o completamento  di iniziative già avviate per la realizzazione di comunità residenziali dotate di prodotti e servizi  “intelligenti” per l'anziano grazie all'utilizzo dell'ICT. Gli interventi devono essere realizzati su immobili di proprietà pubblica o nella disponibilità dell’ente proponente.  
Costo del progetto compreso tra  1 e 3,395 milioni per interventi realizzati nel centro nord.

 

Traiettoria 2 “eHealth, diagnostica avanzata, medical device e mini invasività” Link al bando

Creazione di una rete nazionale per le malattie ad alto impatto 
Progetti  ammissibili: realizzazione di una rete virtuale di infrastrutture di ricerca delle malattie ad alto impatto, finalizzata a stimolare lo sviluppo di competenze specifiche sull’analisi incrociata dei flussi di dati con l’utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale, lo scambio di dati a fini di ricerca, la gestione dei dati clinici, di imaging e di laboratorio, la fruibilità dell’alta specializzazione e per sviluppare azioni di prevenzione, attivare la sorveglianza, migliorare gli interventi volti alla diagnosi e alla terapia.
Costo del progetto compreso tra  2 e 4 milioni.


Traiettoria 3 “Medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata” Link al bando

Creazione di un programma di medicina di precisione per la mappatura del genoma umano su scala nazionale 
Progetti ammissibili: contribuire concretamente allo sviluppo di una medicina personalizzata, utile all’identificazione della migliore strategia terapeutica per ogni paziente, ad identificare la predisposizione alle patologie e alla prevenzione tempestiva e mirata, attraverso lo studio del genoma e la caratterizzazione delle alterazioni genomiche di patologie complesse, con particolare riferimento a rischi specifici derivanti dalla correlazione con fattori ambientali ed esogeni. 
Costo del progetto compreso tra  4 e 7 milioni.


Traiettoria 4 “Biotecnologia, bioinformatica e sviluppo farmaceutico” Link al bando 

Creazione di HUB delle scienze della vita 
Progetti ammissibili: creazione di Hub nei settori della Farmaceutica, del Biomedicale e delle Biotecnologie, che prevedano la costituzione di una rete di ricerca clinica organizzata e finalizzata agli sviluppi applicati in terapie innovative a livello nazionale e internazionale, progetti pilota di sperimentazione, attività di formazione e trasferimento conoscenze; offerta di un ambiente di supporto per lo sviluppo di medicinali: servizi di incubazione e spin-off.
Costo del progetto compreso tra  5 e  19,4 milioni per interventi realizzati al centro nord.
 

Info utili

I beneficiari dei bandi possono essere amministrazioni pubbliche e Enti del Servizio Sanitario Nazionale; Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico – IRCCS; Università; Enti di ricerca pubblici (anche in collaborazione). Per ogni avviso ciascun soggetto può presentare una sola domanda di partecipazione e può partecipare, in collaborazione, ad un unico progetto congiunto.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino alla mezzanotte del 25 maggio 2021

La durata dei progetti non deve essere superiore a 4 anni decorrenti  dalla data di sottoscrizione dell’atto di riconoscimento del contributo e comunque non oltre il 31/12/2025.

La tipologia del contributo è un fondo perduto fino all’80% dei costi ammissibili, nei limiti della disponibilità finanziaria di ciascun avviso. La copertura della quota residua dei costi ammissibili, non oggetto del contributo deve essere assicurata dal soggetto proponente, anche attraverso cofinanziamento del progetto da parte di terzi soggetti, ivi incluse le imprese. Il concorso da parte dei terzi può avvenire anche con la messa a disposizione, per la realizzazione del progetto, di proprio personale, strutture e attrezzature.

Le risorse del Piano Operativo Salute sono destinate per l’80% a interventi realizzati nel Mezzogiorno e per  Il 20% alla realizzazione di interventi nelle aree del centro-nord.

Per il ulteriori informazioni, consultare le pagine del sito del Ministero sul Piano operativo Salute