Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Presidi e prodotti forniti gratuitamente dal SSN

Rivolto a
Cittadini
Imprese e liberi professionisti

Prodotti alimentari per particolari patologie, materiali assorbenti, medicazioni, cateteri, strisce per la misurazione della glicemia...

Il Servizio sanitario nazionale eroga gratuitamente presidi e prodotti per l'assistenza integrativa attraverso farmacie e negozi autorizzati.  

Ausili assorbenti per persone incontinenti

La valutazione della necessità di tali ausili può essere effettuata dal proprio medico di famiglia o da un medico specialista di struttura pubblica. Con questa prescrizione è sufficiente recarsi presso l’Ufficio Assistenza integrativa del Distretto di residenza, dove sarà possibile optare per una fornitura diretta a domicilio dei presidi (nel caso in cui il servizio sia stato attivato presso la propria Asl), oppure ottenere un’autorizzazione per una fornitura trimestrale, presso una farmacia o un rivenditore autorizzato. Per ottenere il rinnovo dell’autorizzazione dopo tre mesi non è più necessaria alcuna prescrizione, ma è sufficiente rivolgersi al proprio Distretto

Cateteri e materiale per stomizzati

Per ottenere l’autorizzazione è necessario recarsi all’Ufficio Assistenza integrativa del Distretto di residenza, con la richiesta di un medico specialista. Per alcuni prodotti è necessario presentare almeno due preventivi, ottenuti da due fornitori di scelta del cittadino tra farmacie e i rivenditori autorizzati. Con l’autorizzazione gli ausili sono ritirabili presso una farmacia o presso un rivenditore autorizzato. Per ottenere il rinnovo all’autorizzazione dopo tre mesi non è più necessaria alcuna prescrizione, ma è sufficiente rivolgersi al proprio Distretto.

Materiale di medicazione

Hanno diritto a ottenere materiale di medicazione i pazienti che si trovano in particolari condizioni cliniche, come i pazienti affetti da ulcere croniche, coloro che si devono sottoporre a cateterismi vescicali, i tracheostomizzati ecc... Le medicazioni tradizionali e il bendaggio semplice possono essere prescritte dal medico di medicina generale, mentre le medicazioni avanzate e il bendaggio specialistico devono essere prescritti per la prima volta da un medico specialista. Per le prescrizioni successive alla prima, è possibile rivolgersi al medico di famiglia. Con la prescrizione, che contiene anche le indicazioni del fabbisogno mensile, è necessario recarsi presso le farmacie o i negozi convenzionati per il preventivo, e con i due documenti recarsi presso l’Ufficio Assistenza integrativa. Ottenuta l’autorizzazione, il materiale viene ritirato nella farmacia territoriale o nei negozi convenzionati.

Presidi per diabetici

La Regione Piemonte fornisce gratuitamente ai cittadini diabetici i presidi per l’autodeterminazione glicemica (glucometrie strisce reattive). L’erogazione di tali presidi avviene sulla base di un piano informatizzato di trattamento, denominato Piano di autodeterminazione glicemica (PAG), rilasciato dai medici diabetologi e, in specifici casi, anche dai medici di famiglia. Per la fornitura in farmacia dei presidi è necessaria la prescrizione su ricetta del Servizio sanitario nazionale, redatta esclusivamente dal medico di famiglia. Non serve l’autorizzazione da parte dell’ASL.

Prodotti alimentari senza glutine per le persone affette da morbo celiaco

La Regione Piemonte fornisce un budget mensile per l'acquisto di prodotti alimentari concessi dal SSN, spendibile in farmacie, negozi specializzati e supermercati che aderiscono alla convenzione. Per averne diritto è sufficiente certificare la patologia presso un Centro di riferimento ospedaliero regionale, recarsi alla ASL di residenza e aderire al servizio: in questo modo il plafond mensile personale viene caricato sulla Tessera Sanitaria CNS, da utilizzare come strumento di pagamento in tutti gli esercizi commerciali convenzionati.

Prodotti alimentari per pazienti affetti da specifiche patologie (fibrosi cistica del pancreas, fenilchetonuria o errori metabolici congeniti, insufficienza renale cronica)

È necessario recarsi presso l’Ufficio Assistenza integrativa con la certificazione della propria patologia rilasciata da uno dei Centri di riferimento ospedaliero regionale e con la prescrizione del fabbisogno mensile da parte del medico di famiglia o del pediatra di libera scelta. Per gli alimenti dietetici aproteici è necessario il preventivo della farmacia o del negozio autorizzato sul retro della proposta.