ASL Vercelli: nuovi mammografi a Santhià e Gattinara

Creato il
05 Settembre 2019

Immagini in alta risoluzione e meno radiazioni per le donne che si sottopongono all’esame

La strumentazione è caratterizzata da un sistema avanzato di controllo della dose di radiazione, un aspetto importante nell’ottica dell’impatto complessivo sulla salute. Anche le immagini - grazie ai software di queste nuove apparecchiature - hanno una qualità molto elevata e consentono una precisione sempre più accurata sul fronte diagnostico.

Tra gli accorgimenti ulteriori di questi due mammografi anche la presenza di luci colorate che puntano a rendere l’ambiente più confortevole per la paziente con l’obiettivo di infondere una maggiore serenità e tranquillità durante lo svolgimento dell’esame.

Un impegno organizzativo notevole, quello che l’ASL di Vercelli ha messo in campo nelle scorse settimane sfruttando il periodo meno intenso di agosto per gli spostamenti, per evitare quanto più possibili disagi, o rallentamenti e consentire una ripresa delle attività a pieno regime.

Lo screening mammografico è rivolto alle donne nelle fasce di età:

  • 50 - 69 anni, ogni 2 anni su invito
  • 70 - 75 ogni 2 anni su adesione spontanea
  • 45 - 49 ogni anno su adesione spontanea in seguito a lettera informativa

Le mammografie vengono effettuate presso i Servizi di Radiologia dislocati nelle quattro sedi dell'’ASL VC:

  • Vercelli presso Ospedale Sant’Andrea, c.so M. Abbiate n. 21, 1° piano percorso A, azzurro
  • Borgosesia presso Ospedale SS Pietro e Paolo, via A.F. Ilorini Mo nr. 20 – 1° piano percorso A
  • Santhià presso PSP/Casa della Salute, c.so G. Matteotti n. 24
  • Gattinara presso PSP/Casa della Salute, c.so Vercelli nr. 159