ASL CN1: al S. Croce lo sportello sociale prosegue l’attività e guarda al futuro

Creato il
30 Maggio 2019

Rinnovato per i prossimi tre anni il protocollo di intesa tra l’azienda ospedaliera S. Croce e Carle e i patronati cuneesi (ACLI, ENAPA, 50&PIU’ ENASCO, EPACA, EPASA – ITACO, INAC, INAPA, INAS-CISL, INCA, ITAL) per la prosecuzione della collaborazione per realizzare il progetto “Sportello informativo sociale”, in favore di tutti i pazienti in regime di ricovero e le loro famiglie per la predisposizione della documentazione e l’inoltro delle domande di prestazioni previdenziali e assistenziali (invalidità civile, indennità di accompagnamento…). 

Paola Malvasio, direttore sanitario di Azienda, ha seguito fin dall’inizio tutto l’iter del progetto:

La sperimentazione è andata bene, ora occorre potenziare il servizio, con l’estensione agli oncologici, velocizzando l’assistenza. Il rinnovo per tre anni è un segnale positivo da parte dei patronati

Incoraggianti i primi numeri, come ricorda l’educatore professionale Antonello Chiapella, in forza alla Direzione sanitaria di Presidio:

Nel periodo giugno 2017-maggio 2018 abbiamo registrato 255 accessi, che sono saliti, l’anno successivo, a 300

I patronati aderenti al progetto si alternano, secondo un calendario prestabilito, per garantire l’apertura dello sportello due giorni a settimana:

  • lunedì dalle ore 10.00 alle 12.00
  • giovedì dalle ore 14.00 alle 16.00 

Ai Patronati l’azienda mette a disposizione un locale e la collaborazione di personale socio-sanitario.