Fenestrelle: “Evviva 2019" invade il Forte

Creato il
24 Maggio 2019

L'iniziativa ha lo scopo di diffondere la cultura dell'emergenza e la conoscenza della rianimazione cardio - polmonare. Hanno partecipato 800 alunni e insegnanti, 48 associazioni, il Soccorso Alpino, la Protezione Civile, le Forze dell'Ordine, il personale medico e sanitario della ASL TO3

Questa la formula vincente di “Èvviva ASLTO3” il programma che l’Azienda Sanitaria porta avanti con successo da alcuni anni, raccogliendo di volta in volta un numero sempre maggiore di adesioni da parte delle scuole, delle associazioni di volontariato e degli enti a vario titolo coinvolti nelle attività di prevenzione sanitaria e di pronto intervento.

Per l’appuntamento di maggio 2019, “Èvviva ASLTO3” ha deciso di scegliere un luogo davvero suggestivo, il Forte ed il paese di Fenestrelle, in alta Val Chisone, e di proporre l’iniziativa su due giorni anziché una sola giornata. Proposta accolta da numerose scuole del territorio ASLTO3 e non solo, per un totale di circa 800 alunni ed insegnanti provenienti dalla stessa Fenestrelle, dalle vicine Pragelato e Villar Perosa, da Carmagnola, Collegno, Rivoli, ma anche da Foresto, Monteu Da Po e dalla Città di Torino.

Complice il maestoso scenario della montagna, alle consuete attività che “Èvviva ASLTO3” propone da alcuni anni, si sono aggiunte le esercitazioni simulate del soccorso alpino ed alcune altre attività legate all’ambiente montano, come il riconoscimento dei funghi o la simulazione in notturna della ricerca di un disperso nel bosco. Tutto ciò in aggiunta agli stand informativi presso il quali le associazioni, gli enti e le diverse équipe ASLTO3 hanno predisposto come sempre numerosi percorsi di formazione e simulazione, progettati in maniera adeguata all’età dei piccoli ospiti, per apprendere le manovre di primo soccorso, come funzionano i sistemi di emergenza e come attivarli, ma soprattutto l’importanza di intervenire correttamente e con la necessaria tempestività.

Il programma è gestito da medici, infermieri e personale ASLTO3, coordinati dal dott. Michele Grio con lo staff che già nelle scorse edizioni ha sostenuto il grande impegno organizzativo dei vari eventi. Nato intorno alla necessità di diffondere la cultura dell’emergenza e in particolare la conoscenza delle manovre di rianimazione cardiopolmonare, la proposta si è ampliata ai diversi ambiti del soccorso e della prevenzione, coinvolgendo oltre 12.000 bambini in età scolare ogni anno, anche grazie all’interesse e alla condivisione degli obiettivi del programma da parte dei loro insegnanti.

Imparare giocando è possibile anche per le manovre salvavita - ha commentato il Direttore Generale ASLTO3 Flavio Boraso - Èvviva ASLTO3 lo sta nuovamente dimostrando oggi, fra le mura suggestive del Forte San Carlo, grazie alla partecipazione entusiasta di questi 800 bambini e ragazzi. Siamo partiti quasi in sordina alcuni anni orsono e man mano siamo diventati ciò che siamo ora, una manifestazione di grande coinvolgimento e impatto positivo. Èvviva ASLTO3 merita il riconoscimento che sta ottenendo, fra le istituzioni scolastiche in primo luogo, ma anche fra i partner coinvolti, le associazioni di volontariato del territorio, gli enti e le amministrazioni. Merito innanzi tutto dell’impegno dei nostri operatori, che desidero ringraziare per la professionalità e la capacità di trasmettere l’entusiasmo e la passione per il loro lavoro quotidiano. Ringrazio inoltre tutti coloro che hanno reso possibile questa esperienza qui a Fenestrelle, dall’Associazione Progetto San Carlo al Comune a tutti coloro che hanno preso parte e contribuito alla buona riuscita di queste giornate. Sapere che cosa fare per se stessi o i propri familiari o amici o per chi all’improvviso dovesse trovarsi in difficoltà può davvero fare la differenza. I nostri ragazzi lo stanno imparando