I-REACT: esercitazione su nuova piattaforma

Creato il
08 Aprile 2019

I-REACT, Improving Resilience to Emergencies through Advanced Cyber Technologies: strumenti innovativi per supportare la gestione dei rischi naturali in Europa; basati su tecnologie Big Data, analisi dei social media, utilizzo di smarthphone e dispositivi wearable

Per giovedì 11 aprile il Settore Protezione civile e antincendi boschivi della Regione Piemonte ha organizzato un’esercitazione mirata a testare la funzionalità dell’applicativo “I-React”. Si tratta di uno strumento, risultato principale di un progetto finanziato dalla Commissione Europea, che punta a realizzare una piattaforma a livello europeo in grado di integrare dati utili per la gestione dei rischi naturali e antropici (incendi boschivi), provenienti da diverse fonti, per permettere in tempo reale a cittadini, operatori di Protezione civile e professionisti del settore di prevenire e agire in modo più efficace in caso di disastri naturali.

La piattaforma sfrutta e integra tecnologie già oggi a disposizione per raccogliere ed elaborare grandi moli di dati provenienti da fonti diverse (social media, applicazioni mobile, sistemi informativi esistenti, immagini da satellite, foto e video), garantendo l’interoperabilità con gli attuali sistemi di gestione delle emergenze. La piattaforma sarà quindi in grado di produrre informazioni in tempo reale, soprattutto su alluvioni e incendi, e restituirà in tempi brevissimi l’evoluzione dell’evento in corso.

L’esercitazione di giovedì prevede la simulazione di uno scenario alluvionale simile a quello verificatosi a Torino e Comuni limitrofi del novembre del 2016, per verificare, da un lato, se la piattaforma consenta interventi più rapidi ed efficaci in caso di calamità e, dall’altro, se possa essere un utile strumento di scambio informativo dal territorio ai centri di comando e controllo e viceversa.

Nella simulazione, per la prima volta, verrà testato il bot telegram che permetterà al Comune, nell’ambito della gestione dell'allerta sul proprio territorio, di segnalare alle componenti istituzionali del Sistema Regionale di Protezione Civile la Fase operativa attivata per fronteggiare l'evento previsto.

Parteciperanno al test, oltre al Settore regionale, il Comune di Fiano e quello di Torino, con alcuni volontari dei rispettivi gruppi comunali, i volontari del Coordinamento regionale di Protezione civile, la Città metropolitana di Torino, Aipo-Moncalieri, Aipo-Parma e Arpa Piemonte, con la supervisione del Csi e della Fondazione Links di Torino.