“Brucio Anch’io” percorsi d'autunno

Creato il
16 Ottobre 2019

La mostra “Brucio anch’io" inizia il suo viaggio itinerante autunnale con  l'esordio nella trasmissione di "Geo e Gea" in onda giovedì 17 ottobre. La mostra è nata dalla tragica esperienza dei roghi che hanno colpito il Piemonte dal 22 al 29 ottobre 2017, le fiamme percorsero in poco più di due settimane, oltre diecimila ettari di territorio portando morte e devastazione per milioni di creature inermi; fortunatamente per la nostra specie, non ci furono vittime, ma il rischio fu elevato.
“Brucio anch’io dal dolore di fronte a tanta sofferenza” è il messaggio che l'iniziativa intende condividere con il maggior numero di persone di tutte le età. Il fuoco comporta dolore fisico per tutti gli esseri viventi dotati di sistema nervoso, a cui si aggiunge il terrore provato da tutti gli animali provvisti di neocorteccia e sistema limbico. Il fuoco appiccato si può ripercuotere sui delicati equilibri ambientali con conseguente perdita di biodiversità a tutti i livelli.
Realizzare una mostra artistica, ricca di pitture, sculture e fotografie, fu l’idea di partenza attorno alla quale sviluppare il progetto. In aggiunta all’esposizione collettiva, proposta dai curatori Federica Caprioglio  e Marco Demaria , ci fu l'idea di  proporre eventi nei quali inserire conferenze e spettacoli per creare altri momenti di suggestione per il pubblico. Fin dall’inizio, l’apporto degli AIB (Corpo Antincendi Boschivi del Piemonte) è stato fondamentale e continua a esserlo tutt’oggi. I loro interventi spiegano al pubblico come operano durante l’emergenza e la bonifica. Quando possibile, si cerca di coinvolgere esperti come: forestali, ecologi, chimici, fisici dell’atmosfera, in grado di evidenziare quale sia l’impatto generato dal fuoco sull’ambiente naturale. Questi incontri sono spesso accompagnati dalla bravura di artisti del mondo della musica, della danza, del teatro, le cui esibizioni aumentano l’empatia su un tema tanto greve. Parte integrante del progetto è la produzione di un filmato dal titolo: “La meraviglia che scompare”. Questo prodotto ha lo scopo di sensibilizzare e coinvolgere emotivamente il pubblico sulla perdita di biodiversità e si compone di due letture recitate da una voce femminile e una maschile, alle quali si aggiungono suoni, musiche, fotografie, spezzoni video e alcune immagini dei lavori presenti in mostra.
Tutti gli eventi di “Brucio Anch’io” originano dall’amore per la natura che dev’essere protetta da azioni criminali.