Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Conferenza dei Servizi Trasversale

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Frana planare in località Case Bruciate a Murazzano. Novembre 1994

Presso la Direzione Difesa del Suolo ha operato dal 1995 fino a dicembre 2004 una Conferenza dei Servizi permanente per l'esame dei progetti di opere di difesa dell'assetto idrogeologico (opere su frane, opere idrauliche nei fiumi e nei torrenti) ed opere igienico-sanitarie finanziate dalla Regione a seguito degli eventi alluvionali del settembre-ottobre 1993, del 4-6 novembre 1994 e dell'ottobre 2000.

La Conferenza dei Servizi era stata istituita con D.G.R. n. 3-42491 del 10/01/1995 e con O.P.C.M. n. 2412 del 10/08/1995 e n. 2452 del 04/07/1996, modificata con D.G.R. n. 17-23822 del 19/01/1998; con D.G.R. n. 7-2077 del 23/01/2001 furono fissati procedure, ambiti e tipologie per l'esame dei progetti relativi all'alluvione 2000.

Essa aveva come finalità rendere più agevole e celere l'espressione di pareri e/o autorizzazioni da parte dei soggetti regionali e/o Statali, competenti rispetto ai progetti in esame.
L'attività di tale conferenza è riassunta nelle tabelle (file pdf - 11KB).

A seguito della cessazione dello stato di emergenza (31/12/2004) per l'evento alluvionale del 2000 la Regione Piemonte ha valutato positivamente l'attività svolta in questi anni ed ha pertanto deliberato (visto il mutato scenario normativo-amministrativo) di continuare ad avvalersi di una Conferenza dei Servizi permanente ridefinendone l'ambito di attività con la D.G.R. n. 29-14658 del 31/01/2005. Pertanto ai sensi di tale deliberazione la Conferenza dei Servizi presso il Settore Difesa del Suolo opera solo per le opere di competenza dell'AIPO, quale struttura di coordinamento tecnico-amministrativo, nelle ipotesi in cui non trovi applicazione la L.R. 40/98 sulla procedura di VIA, ferme restando le competenze in capo al soggetto attuatore in materia di lavori pubblici ed espropriazioni.
Relativamente alle opere rientranti nelle categorie di cui alla L.R. n 40/98, la Direzione svolge le funzioni di Struttura competente per le procedure di Valutazione di Impatto Ambientale.

 In particolare, il Settore Difesa del Suolo gestisce i seguenti procedimenti:

- Valutazione di impatto ambientale relativa a opere di canalizzazione e di regolazione dei corsi d'acqua, di II e III categoria ex R.D. 523/1904, qualora ricadenti, anche parzialmente, in aree protette, nonché a dighe ed altri impianti destinati a trattenere, regolare o accumulare le acque in modo durevole, ai fini non energetici, di altezza superiore a 10 m e/o di capacità superiore a 100.000 m3, con esclusione delle opere di confinamento fisico finalizzate alla messa in sicurezza dei siti inquinati;

- Verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale relativa a opere di canalizzazione e di regolazione dei corsi d'acqua, di II e III categoria ex R.D. 523/1904, qualora non ricadenti neppure parzialmente in aree protette, nonché a modifiche o estensioni di progetti della medesima tipologia, già autorizzati, realizzati o in fase di realizzazione, che possono avere notevoli ripercussioni negative sull’ambiente;

- espressione del parere regionale per impianti destinati a trattenere, regolare o accumulare le acque in modo durevole, di altezza superiore a 15 m o che determinano un volume d’invaso superiore ad 1.000.000 m3, ed impianti destinati a trattenere, regolare o accumulare le acque a fini energetici in modo durevole, di altezza superiore a 10 m o che determinano un volume d’invaso superiore a 100.000 m3, con esclusione delle opere di confinamento fisico finalizzate alla messa in sicurezza dei siti inquinati, nell’ambito della valutazione di impatto ambientale di competenza statale, nonché della verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale di competenza statale per modifiche o estensioni di progetti della medesima tipologia, la cui realizzazione potenzialmente può produrre effetti negativi e significativi sull’ambiente;

- Valutazione ambientale strategica e verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica relativa a piani o programmi la cui approvazione compete alla Regione e riguardanti la materia della difesa del suolo;

- espressione del parere regionale nell’ambito della valutazione ambientale strategica di competenza statale e della verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica di competenza statale, relativa a piani o programmi riguardanti la materia della difesa del suolo.

Contatti

Riferimento
Settore Difesa del suolo
Indirizzo
Corso Stati Uniti, 21 Torino
Telefono
011.432.1403
Email
difesasuolo@regione.piemonte.it
PEC
difesasuolo@cert.regione.piemonte.it